Usare Face ID al meglio e in sicurezza, tutto quel che vi serve sapere

Face ID dalla A alla Z tra funzionamento, privacy, modalità d’uso e situazioni in cui funziona oppure non funzionerà: un’analisi completa del nuovo sistema di protezione ideato da Apple e integrato su iPhone X, nostre impressioni incluse

Usare Face ID è facile, usare Face ID al meglio significa comprendere che cosa è, come funziona e quali sono i suoi limiti intrinseci. È questo quel che ci prefiggiamo con questa guida che, speriamo, sia competa per conoscerlo, quando usarlo, come usarlo e quando invece non è consigliabile o possibile farlo, come personalizzarlo su misura delle proprie esigenze e migliorarne la sicurezza ove necessario, il tutto con un occhio di riguardo per la privacy dell’utente.

Come configurare Face ID

Lo avevamo già visto ancor prima della presentazione, ma ora che iPhone X è arrivato in redazione lo abbiamo potuto provare in prima persona per conoscerlo e descriverlo con maggiore precisione. Face ID si configura al primo avvio dello smartphone eseguendo due identiche scansioni del volto.

Basta seguire le istruzioni su schermo inquadrando il volto con la fotocamera anteriore e posizionandolo al centro dell’aria circolare mostrata sul display, quindi ruotare lentamente il volto come per disegnare un cerchio nell’aria con il proprio naso. Al termine della procedura il volto sarà inserito in memoria e pronto per poter garantire l’accesso allo smartphone con un solo sguardo.

Se nel tempo il sistema vi sembrerà meno preciso potrete procedere con una nuova memorizzazione del volto recandovi in Impostazioni > Face ID e codice > Inizializza Face ID, seguendo quindi nuovamente la procedura guidata.

Da notare che Face ID è in grado di riconoscere solo una persona. Questo è un limite se pensate di concedere il vostro telefono a qualcun altro, magari vostra moglie o vostro marito. O magari pensate che in alcuni casi sia meglio che ci sia qualcun altro che pur non sapendo la password possa essere in grado di sbloccarlo. Con Touch ID questo si poteva fare senza problemi. Bastava riservare la posizione di una delle cinque impronte digitali alla persona con cui volevamo condividere il telefono, ma ora questo non è più possibile.

Come usare Face ID

Come si usa Face ID? Niente di più semplice: basta risvegliare lo schermo sollevandolo e avvicinando a 25–50 centimetri dal volto se è attiva la funzione “Alza per attivare” presente in Impostazioni > Schermo e luminosità, in alternativa toccando il display (anche quando è appoggiato su una scrivania) o premendo una volta il tasto Standby, quindi guardare lo schermo.

In una frazione di secondo il sistema esegue una scansione della nostra faccia e se combacia con quella presente in memoria sbloccherà il dispositivo, al quale si accederà poi con un semplice swipe dal bordo inferiore verso l’alto.

La scansione del volto viene eseguita automaticamente anche quando lo schermo viene risvegliato automaticamente da una notifica appena ricevuta.

Personalizzare Face ID

Per ridurre la possibilità di uno sblocco involontario o addirittura forzato del telefono da parte di qualche malintenzionato, Apple ha studiato un sistema grazie al quale se gli occhi dell’utente principale non sono aperti o puntati direttamente al sensore, il telefono resta inaccessibile.

Per modificare questa regolazione, che per la sua sicurezza potrebbe essere molto interessante e significativa per una parte del pubblico ma per qualcun altro solo un fastidio oppure un problema (ad esempio per un non vedente), È sufficiente accedere alle Impostazioni di iPhone X, quindi andare pannello Generali > Accessibilità > Face ID & Rilevamento dello sguardo, oppure usare direttamente il pannello Face ID e Codice.  Maggiori informazioni qui.

usare Face ID tutto su Face ID

Con cosa funziona Face ID

Non ci dilungheremo sul funzionamento tecnico di Face ID, di cui abbiamo già parlato in maniera approfondita in questo articolo. Vi diciamo invece dove è previsto funzioni Face ID.

Oltre a garantire lo sblocco del dispositivo, Face ID funziona con tutte le applicazioni che fino ad oggi utilizzavano il Touch ID: l’unica restrizione è legata agli utenti minori di 13 anni, che dovranno invece optare per un sistema alternativo come ad esempio il codice PIN. Apple afferma, in particolare, che gli utenti con meno di 13 anni presentano un volto non ancora perfettamente formato e Face ID potrebbe avere difficoltà nel riconoscere il loro profilo.

Usare Face ID è possibile per autorizzare acquisti su iTunes, App Store e tramite Apple Pay ed è compatibile con la funzione Autofill di Safari (consente cioè il login istantaneo in alcuni siti senza dover necessariamente digitare credenziali d’accesso). iPhone X sfrutta il riconoscimento del volto anche per animare le Animoji e per mostrare le notifiche sulla lockscreen al solo proprietario (funzione attiva per impostazione predefinita, si può regolare all’interno del pannello Impostazioni > Notifiche > Mostra anteprime).

Quando funziona Face ID e quando invece non funzionerà

Face ID è in grado di riconoscere il volto anche quando camuffato ad esempio con un cappello, un casco, una sciarpa o con «Gran parte» degli occhiali da sole. Inoltre si adatta automaticamente ai cambiamenti nell’aspetto degli utenti, come makeup oppure barba o baffi, se invece il cambiamento è più significativo, ad esempio se l’utente elimina completamente una folta barba, il Face ID verifica l’identità usando il codice dell’utente prima di aggiornare i dati del volto. Può infine essere usato in tutti gli ambienti: all’interno, all’esterno e anche nella totale oscurità.

Usare Face ID non sarà possibile e verrà richiesto invece l’inserimento del codice PIN, quando:

  • il dispositivo è appena stato acceso o riavviato
  • il dispositivo non viene sbloccato da più di 48 ore
  • non è stato usato il codice per sbloccare il dispositivo negli ultimi sei giorni e mezzo o non è stato usato il Face ID nelle ultime 4 ore
  • il codice è obbligatorio anche se il dispositivo ha ricevuto un comando di blocco a distanza
  • si è tentato per cinque volte, senza successo, di usare il Face ID per sbloccare il dispositivo.
  • Il codice è necessario anche se è stato avviato lo spegnimento o la modalità SOS emergenze (tenendo premuti simultaneamente uno dei due tasti volume e il tasto laterale per 2 secondi).

Nel caso in cui il dispositivo venga smarrito o rubato, è inoltre possibile impedire che il Face ID venga usato allo scopo di sbloccare il dispositivo impostando con “Trova il mio iPhone” il dispositivo in modalità Smarrito.

Attenzione anche all’utilizzo all’aperto, specialmente con il Sole alle spalle: in questo caso il sistema di fotocamere e sensori potrebbe non essere in grado di riconoscere i tratti somatici del volto.

È intuitivo, ma è bene anche sapere che Face ID non funziona con iPhone capovolto oppure in modalità panorama, al contrario di Touch ID. In compenso non patisce le dita sporche o umide, né presenta difficoltà di attivazione quanto si calzano dei guanti anche se poi ovviamente, resterà sempre problematico interagire con lo schermo.

Face ID, Sicurezza e privacy

Apple afferma che la probabilità che un’altra persona possa guardare iPhone X e usare Face ID per sbloccarlo è pari a circa 1 su 1.000.000 (contro 1 su 50.000 per il Touch ID). Per aggiungere ulteriore protezione, il Face ID, come Touch ID del resto, ammette solo cinque tentativi di accesso. Se non vanno a buon fine, bisognerà inserire il codice.

“Il Face ID” spiega ancora il documento, “ricerca la corrispondenza con i dati di profondità, quindi non funziona con le stampe o le fotografie digitali bidimensionali”. È progettato per proteggere dallo spoofing tramite maschere o altre tecniche grazie all’uso di sofisticate reti neurali anti-spoofing. Il Face ID rileva lo sguardo, come accennato, quindi riconosce se gli occhi sono aperti e rivolti nella direzione del dispositivo. Questo riduce le probabilità che qualcun altro riesca a sbloccare l’iPhone a insaputa dell’utente (ad esempio, mentre si dorme).

Per quanto riguarda la privacy, Apple ribadisce che usare Face ID significa passare ad iPhone X  rappresentazioni matematiche del vostro volto, crittografate e protette da Secure Enclave. Con l’uso del Face ID, i dati verranno perfezionati e aggiornati per migliorare l’esperienza utente, compresa l’autenticazione. Il Face ID aggiorna i dati anche quando rileva una corrispondenza parziale ma poi viene inserito il codice per sbloccare il dispositivo. Il Face ID rimane sempre e solo associato al proprio dispositivo e non viene mai effettuato il backup dei dati su iCloud o altro. Solo nel caso in cui sia necessario fornire i dati di diagnostica del Face ID a AppleCare per richiedere supporto, queste informazioni verranno trasferite dal proprio dispositivo. E anche in questo caso, i dati non vengono inviati automaticamente a Apple: è possiible esaminare e approvare i dati di diagnostica prima che vengano inviati. Trovate un approfondimento all’interno di questo articolo.