fbpx
Home iOS Apple spiega le "etichette nutrizionali" sulla privacy di App Store

Apple spiega le “etichette nutrizionali” sulla privacy di App Store

Come parte di iOS 14, Apple sta introducendo una nuova funzionalità dell’App Store che fornirà dettagli sulla privacy per ogni app che si sta scaricando: si tratta di un sistema che secondo la società può essere paragonato a una “etichetta nutrizionale” per le app.

In un nuovo documento di supporto per gli sviluppatori, Apple delinea le informazioni che gli sviluppatori dovranno fornire ai clienti nelle pagine dell’App Store. Apple si affida agli sviluppatori per migliorare le proprie politiche sulla privacy con i developer che dovranno iniziare ad aggiungere queste informazioni ad App Store Connect a partire da questo autunno.

Entro la fine dell’anno, App Store aiuterà gli utenti a comprendere le pratiche sulla privacy di un’app prima di scaricarla, e ciò avverrà su qualsiasi piattaforma Apple. Sulla pagina del prodotto di ciascuna app, gli utenti potranno conoscere alcuni dei tipi di dati che l’app può raccogliere.

Dovrai fornire informazioni sulle pratiche della privacy della tua app, comprese le pratiche di partner di terze parti il ​​cui codice si integra nella tua app, in App Store Connect a partire da questo autunno

Apple afferma che nella “etichetta nutrizionale” delle app gli sviluppatori dovranno identificare “tutte le possibili raccolte di dati e gli utilizzi che di questi viene fatto”.

Apple etichette nutrizionali

I clienti, dunque, potranno aspettarsi di vedere i dettagli su tutti i dati raccolti da un’app, che vanno dal nome, indirizzo e-mail alle informazioni di pagamento, alla posizione, contatti e altro ancora. Le app dovranno chiarire quando accedono a foto, messaggi, cronologia di navigazione, cronologia acquisti e altro, e se tali dati vengono raccolti per motivi pubblicitari e diagnostici.

Le app dovranno rivelare per cosa vengono utilizzati i dati raccolti, ad esempio pubblicità prime parti, pubblicità di terze parti, analisi, funzionalità dell’app o personalizzazione del prodotto, e se i dati sono collegati all’account, al dispositivo o all’identità di un utente. Gli sviluppatori saranno, inoltre, tenuti a riferire se i dati raccolti vengono utilizzati per tracciare gli utenti, ovvero fornire dati raccolti dall’app a terze parti per scopi pubblicitari mirati.

Ulteriori informazioni su ciò che gli sviluppatori dovranno fornire ad App Store sono disponibili nel documento per sviluppatori che Cupertino ha diramato nelle scorse ore. Questa funzione dovrebbe diventare disponibile a partire da ‌iOS 14‌, che verrà rilasciato al pubblico insieme a iPhone 12, la cui presentazione è ancora attesa entro la fine di questo settembre.

Per approfondire le novità in arrivo in Safari rimandiamo i lettori agli articoli dedicati a iOS 14 e macOS 11 Big Sur. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di iPhone, iPad, Mac e Apple Watch sono disponibili ai rispettivi collegamenti. Tutto quello che c’è da sapere sulle prossime versioni di iOS 14, iPadOS 14, macOS Big Sur e Apple Watch 7 è riassunto negli approfondimenti di macirtynet ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 256 GB Cellular al minimo su Amazon: 1064 €

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 256 GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1064 euro, quasi il 10% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,805FansMi piace
93,834FollowerSegui