fbpx
Home Macity iOS - Sistema operativo Oggi arriva iOS 14: tutto quel che dovete sapere

Oggi arriva iOS 14: tutto quel che dovete sapere

Alla WWDC 2020 che ha preso il via il 22 giugno tra i tanti annunci importanti, c’è stato un indiscusso protagonista, l’ufficializzazione del passaggio alla piattaforma ARM dei Mac. Ma il “secondo” invitato d’onore, come sempre, è stato iOS 14. Anche se macOS Big Sur e watchOS 7 sono due fondamentali pezzi della strategia di mercato della Mela, è infatti indiscutibile che il sistema operativo mobile, declinato anche in versione iPad, è il fondamento di una grande parte del sistema della Mela. Le novità presenti nell’aggiornamento, di cui è stata subito dopo la presentazione rilasciata una prima beta, sono diverse. Nel corso dello sviluppo del sistema operativo con le varie beta che si sono succedute una dopo l’altra, sono apparse diverse novità non svelate precedentemente. Alcune di esse potrebbero poi apparire quando stanno rilasciati i nuovi iPhone 12. In ogni caso il sistema operativo in arrivo nel corso della giornata di oggi, 16 settembre, è ormai più che delineato e definito. Ecco tutte le sue caratteristiche fondamentali.

iOS 14 a colpo d’occhio

iOs 14 ha moltissime novità e importanti modifiche all’interfaccia (probabilmente le maggiori degli ultimi anni). Prima di scendere nel dettaglio e per andare incontro a coloro che non hanno intenzione di leggersi tutto il nostro articolo e capire fin da subito quali saranno le principali innovazioni che si devono attendere, ecco qui di seguito una sintetica lista

  • Widget sulla home permettono di avere più informazioni direttamente a portata di mano
  • Organizzazione automatica delle applicazioni per genere e tipologia e frequenza d’uso
  • Nuova interfaccia compatta per la chiamate telefonica e di tutte le app di comunicazione (FaceTime inclusa)
  • Funzione Picture in Picture per i filmati (una finestra galleggia sulla schermata principale con il video in esecuzione)
  • Nuove funzioni per i messaggi con risposte dirette nelle conversazioni di gruppo, menzioni e conversazioni in evidenza
  • Nuovi stili nelle Memoji
  • Mappe con percorsi pedonali ed presentazioni curate di servizi
  • Funzione di traduzione delle lingue (ma per ora non disponibile in Italiano)
  • Traduzione integrata in Safari (non in Italiano)
  • Siri ha più conoscenza di fatti e fornisce più risposte
  • Safari con sistema antitrack
  • Avviso di password violate
  • AirPods con audio surround
  • App clip, elementi di applicazione che vengono scaricati direttamente senza richiedere l’applicazione completa

iOS 14, da dove parte

L’aspetto di maggior interesse del nuovo sistema operativo, di cui si parlava da mesi (in pratica da pochissimo dopo il lancio di iOS 13) per tutti coloro che ci leggono, verte intorno alle novità che introdurrà nella vita quotidiana il proprio dispositivo digitale. Per inquadrare meglio la questione va detto che da diverso tempo Apple procede negli aggiornamenti del suo principale sistema operativo per piccoli passi senza fare salti importanti dal punto di vista funzionale. Per questo ogni ipotesi di rivoluzione era già esclusa dall’inizio. In realtà sapevamo da alcune indiscrezioni  che anche se le modifiche all’interfaccia non sarebbero state mastodontiche, alcune di esse avrebbero cambiato l’utilizzo di iPhone in contesti molto importanti, che altre avrebbero modificato l’utilizzo della home e infine che altre ancora non sarebbero state evidenti, ma situate nel profondo del sistema.

Le principali novità di iOS 14 in una schermata presentata da Apple
Le principali novità di iOS 14 in una schermata presentata da Apple

Occhio severo sulla qualità

In termini pratici un grande numero di novità di iOS 14 (nome in codice Azul) sono nel codice, per riparare i bug che iOS 13 ha continuato a portare con sé per i quali era stato pesantemente criticato nel momento del rilascio, facendo avanzare considerazioni negative sul processo di controllo di qualità di Apple. Per fare sì che i bug siano facilmente identificabili e nello stesso tempo limitarne gli effetti, Apple ha utilizzato e utilizzerà un modulo differente per i test con possibilità di escludere pezzi di codice che si rivelano problematici; in fase di rilascio potrebbero essere del tutto escluse così funzioni che sono anche molto avanti nello sviluppo se non dovessero superare uno specifico livello di qualità. Alcune di esse potrebbero essere differite a versioni successive di iOS 14, durante il suo processo naturale di sviluppo e miglioramento, o addirittura a iOS 15 (nome in codice Yazul +1)

La release interna sfuggita ad Apple

Questo è importante da sottolineare perchè la maggior parte delle indiscrezioni che sono circolate fino ad inizio primavera, si è appreso, sarebbero state svelate grazie ad una versione di sviluppo interna, sfuggita al controllo di Apple. Non è chiaro come questo sia potuto accadere ma cinque diverse fonti del sito Motherboard legate alla comunità che si occupa di jailbreak, affermavano che qualcuno, già a dicembre del 2019 era riuscito a mettere le mani su un iPhone 11 con una versione di iOS 14. Questo potrebbe avere provocato seri problemi in fatto di sicurezza, oltre che la fuga di anticipazioni (molte delle quali come vedremo confermate) sulle funzioni del sistema operativo. Per quanto riguarda la sicurezza, in ogni caso, Apple avrebbe già operato per chiudere molte falle emerse in quella versione “alfa”. Ora l’unica reale preoccupazione potrebbe essere il fatto che alcuni concorrenti sono stati a conoscenza dei piani della Mela sia nel campo software che hardware, visto che iOS 14 ha diffuso informazioni anche su iPhone 12 e prima ancora su iPad Pro 2020 e iPhone SE 2020 e persino su una versione migliorata di Apple TV

Aspetto di iOS 14

Apple come spesso accade quando rilascia un nuovo sistema operativo apporta alcuni ritocchi all’aspetto grafico. Nel corso dell’ultima release c’è stata la grande novità del tema scuro; quest’anno l’attenzione di Apple si è molto concentrata sulla home che cambia sostanzialmente, potenziando i widget e dando alla schermata iniziale un sistema di organizzazione delle applicazioni rivoluzionato.

Widget in iOS 14

Secondo alcune informazioni diffuse dell’utente Twitter DongleBook Pro, Apple stava lavorando su un progetto, nome in codice “Avogado” che in iOS 14, avrebbe permesso di collocare sulla Home dei veri e propri widget. Previsioone confermata visto che uno dei protagonisti della porzione di keynote di Apple dedicata al sistema operativo, si è incentrata intorno alla presentazione di questa funzione. I widget sono piccole porzioni di codice che eseguono funzioni “abbreviate” di una applicazione fornendo, a titolo di esempio: previsioni meteo, gate di partenza di un volo, un blocco stradale sul percorso che stiamo seguendo. Erano già presenti in precedenza, collocati scorrendo tutto a destra la schermata di iPhone, ma ora vengono utilizzati in maniera innovativa.

Ora, ad esempio, possono essere fissati, in diverse dimensioni, su qualsiasi pagina della Home Screen ed è possibile creare uno Smart Stack di widget, che sfrutta “l’intelligenza” integrata nel dispositivo per far apparire il widget giusto in base a ora, luogo e attività. Ogni pagina della schermata home, assieme alle app, può mostrare i giusti widget per il lavoro, lo sport, il viaggio e così via. La pagina  dove oggi si trovano i Widget è stata parallelamente ridisegnata. Qui abbiamo una galleria di widget dove si possono scegliere quelli che le app forniscono. È anche possibile personalizzarli.

I widget in azione su iOS 14
I widget in azione su iOS 14

App Library

Al momento per consultare le app installate su iPhone e iPad bisogna scorrere tra le varie schermate Home, oppure utilizzare la funzione di ricerca spotlight digitando tutto o parte del nome dell’app desiderata. iOS 14, come previsto, modifica radicalmente questo sistema con App Library. Si tratta di un nuovo spazio che si trova alla fine di tutte le schermate e grazie al quale il sistema operativo organizza automaticamente tutte le app in un’unica vista facile e intuitiva, e che fa apparire quelle che ritiene più utili all’utente in quel momento. Si può scegliere quante pagine della Home Screen visualizzare, ma anche nasconderle per accedere più rapidamente all’App Library. Le nuove applicazioni possono essere aggiunte, come sempre, alla schermata Home ma anche tenute nella App Library così da avere una schermo meno disordinato.

App Clip

Una nuova funzione che troveremo in iOS 14 è App Clip. Si tratta di un sistema che recupera piccola porzione di codice di un’app da usare nel momento in cui ne hanno bisogno. Le App Clip sono associate a un particolare prodotto o business, e si caricano in pochi secondi aiutando gli utenti a completare una specifica attività, per esempio noleggiare uno scooter, acquistare un caffè o pagare il parcheggio. Per facilitare l’accesso alle App Clip senza richiedere un nuovo account, viene supportato “Sign In With Apple” e introdotta l’integrazione con Apple Pay. Per App Clip App Apple ha sviluppato un nuovo formato QR che usa un funzione visuale e anche gli NFC. Il loro funzionamento, come si vede in un filmato presentato da Apple in anteprima, è semplice: si arriva in un luogo, si scansiona un codice QR e viene richiamata una funzione utile per quel momento e questo senza scaricare l’applicazione.

App Clip in azione su iOs 14
App Clip in azione su iOs 14

Funzione picture in picture

iOs 14 introduce la funzione picture in picture. Si tratta di una modalità che primariamente è utile per chi vuole vedere un filmato senza interrompere l’uso di altre applicazioni o senza vedersi impedito l’accesso alle applicazioni. La finestra con il filmato appare in un angolo dello schermo e può essere ricollocata in uno qualunque altro angolo.

Così funziona il Picture in Picture in iOS 14: un filmato galleggia sullo schermo
Così funziona il Picture in Picture in iOS 14

iOS 14 e le applicazioni

In iOS 14 sono presenti diverse novità per le applicazioni di sistema. Alcune considerate strategiche hanno ricevuto nuove funzionalità, altre sono state completamente rinnovate. Infine alcune sono completamente nuove

Nuova app messaggi

Era noto che l’app Messaggi sarebbe stata una di quelle oggetto di rinnovo. Non c’è stata una vera e propria rivoluzione ma le novità, in effetti, non sono mancate. Con il suo debutto iOS 14 darà ad essa maggior facilità nella gestione dei contatti e dei messaggi. Gli utenti possono fissare le conversazioni in alto nell’elenco dei messaggi, restare al passo con i thread di gruppo grazie a menzioni e risposte incorporate, e personalizzare le conversazioni impostando una foto di gruppo con un’immagine o un’emoji.

Memoji potenziati

A proposito di Memoji, Apple riferisce di nuove opzioni e un maggior numero di personalizzazioni. I Messaggi diventano così più inclusivi e diversificati, con una nuova serie di acconciature, cappelli e altro. In tutto ci sono 7 stili nuovi di capelli, 16 cappelli (incluso una da infermiere), sette opzioni per le età. Le faccine sono ora più complesse dal punto di vista della struttura muscolare virtuale; questo le rende più espressive. Per restare al passo dei tempi abbiamo anche la possibilità di aggiungere una mascherina alla nostra Memoji.

Memoji con la mascherina, una novità di ioS 14
Memoji con la mascherina, una novità di ioS 14

Mappe è più “ecologico”

In Mappe sono ora supportati itinerari per i ciclisti e per i veicoli elettrici. Le indicazioni per i ciclisti tengono conto dell’altitudine, del traffico e della presenza di scalinate lungo il percorso. Gli itinerari per i veicoli elettrici includono le stazioni di ricarica lungo il tragitto in base al livello di ricarica del veicolo e ai tipi di ricarica. Sono disponibili anche guide delle città con un elenco curato di luoghi interessanti da visitare, creato a partire da una selezione di risorse affidabili. Le Guide permettono di scoprire nuovi ristoranti o attrazioni e sono utili per mettere alla prova i consigli dei marchi più famosi, tra cui AllTrails, Complex, The Infatuation, TimeOut e The Washington Post. In aggiunta a questo sono disponibili per alcune città le zone a traffico limitato e a pagamento e i luoghi dove sono collocati le camere di rilevamento della velocità e le camere per le infrazioni al passaggio con il rosso.

Le novità di Mappe di iOS 14: lettura delle aree a traffico limitato, guide e itinerari ciclistici
Le novità di Mappe di iOS 14: lettura delle aree a traffico limitato, guide e itinerari ciclistici

Applicazione Traduzione

Apple in iOS 14 introduce una nuova funzione di traduzione avanzata. Non si tratta solo di un sistema per tradurre pagine Internet, come si pensava in precedenza, ma di una funzione complessa che consente ad iPhone di diventare un vero e proprio traduttore portatile. In pratica potremo scrivere o persino parlare ad iPhone nella nostra lingua e il dispositivo tradurrà in un’altra lingua. Si otterrà sia una traduzione scritta che una a voce. Si parte con voce e testo in 11 lingue diverse (italiano incluso). La funzionalità sarà privata perché tutto si svolge sul telefono.

L'applicazione Traduttore in azione in iOS 14 (schermata dal Keynote)
L’applicazione Traduttore in azione in iOS 14

Nuova applicazione per le chiamate

Una delle applicazioni che è modificata è quella per le chiamate telefoniche.Il programma non occupa più tutto lo schermo come accade oggi, ma è visibile in una sorta di finestra che galleggia sulla finestra principale.  Questo è molto utile se stiamo usando un’altra applicazione; immaginiamo ad esempio che si stia scrivendo un messaggio oppure che si stia navigando in Internet, a quel punto si continuerà a vedere il programma che stiamo usando. La funzionalità è presente sia in FaceTime che in applicazioni di comunicazione di terze parti (come Skype)

L'applicazione per la chiamata non occupa più l'intero schermo di iOS 14
L’applicazione per la chiamata non occupa più l’intero schermo di iOS 14

Safari aggiornato

Anche per safari si sapeva che sarebbero state introdotte importanti novità. Apple non le ha presentate tutte durante la sua presentazione del browser perché sono davvero tante. Vediamo le principali

  • Il nuovo engine JavaScript permette velocità fino a due volte quella di JavaScript su Chrome su Android.
  • In iOS 14 Safari controllerà le password che potrebbero essere state colpite da una falla di sicurezza
  • Safari potrà usare la tecnologia FaceID o TouchID al posto delle password
  • Un tasto permetterà di controllare la lista dei trackers che sono stati bloccati dal Intelligent Tracking Prevention.
  • In Safari per il mercato USA e Canadese arriva una funzione simile a quella di Google Translate. Si possono tradurre al volo pagine in varie lingue (non l’Italiano per ora)

Car Keys

Alla WWDC 2020 ha presentato una funzione, di cui si parlava da tempo, si tratta di Car Keys che consentirà di sostituire nelle auto “keyless” la chiave con un iPhone. Apple utilizza i chip NFC e richiederà auto che potremmo definire “compatibili” con questo sistema. Uno dei primi partner è BMW. La chiave che sfrutta il wallet per le funzioni di autenticazione, può essere condivisa con altri. Car Keys, comunque, non sarà una prerogativa di iOS 14, ma sarà integrato anche in iOS 13.6, tanto è vero che BMW ha già iniziato a rilasciare un aggiornamento del firmware delle proprie automobili così da attivare la tecnologia fin da subito.

Siri migliorata

Siri, come l’applicazione Chiamate, non occupa più tutta la schermata ma si colloca in una piccola finestra. In più ottiene alcune migliorie

  • Fornisce informazioni sui percorsi per le biciclette
  • Manda messaggi audio via CarPay
  • Permette di condividere il tempo stimato sui percorsi stradali
  • Legge testi con un suono più naturale (ma non in Italiano per ora)
  • Ricava un maggior numero di informazioni da Internet

Quando si richiama Siri, l'assistente virtuale in iOS 14 "galleggia" sullo schermo
Quando si richiama Siri, l’assistente virtuale in iOS 14 “galleggia” sullo schermo

Altre novità di iOS 14

Ci sono poi alcune novità non così determinanti, ma che per alcuni potrebbero diventare un “bonus” importante. Vediamo quali sono

  • L’applicazione Attività diventa Fitness e si integra con un nuovi esercizi (come Danza) in WatchOS 7
  • Viene introdotta una tecnologia per audio spaziale in AirPods
  • In CarPlay per iOS 14 ci sono sfondi personalizzati e il supporto di nuove applicazioni
  • L’app Meteo tiene gli utenti aggiornati su eventi meteorologici violenti, offre un grafico delle precipitazioni nell’ora successiva mostra le precipitazioni minuto per minuto quando è prevista pioggia
  • L’applicazione fotocamera è più veloce e la funzione NightShot è supportata dal giroscopio per ridurre il rischio di foto mosse
  • Modalità Sonno riduce l’intensità della luce dello schermo e presenta data e ora, similmente alla modalità comodino di Apple Watch
  • Campo di ricerca per le Emoji
  • La funzione Trova il mio supporterà dispositivi e accessori di altri produttori, con il nuovo programma per accessori Trova il mio.
  • Accessibilità include Headphone Accommodations, che amplifica o attutisce determinate frequenze per garantire un audio più chiaro e nitido in musica, film, telefonate e podcast, e il rilevamento della lingua dei segni nelle chiamate FaceTime di gruppo
  • Nuova funzione per la privacy rende molto più approssimativa la vostra posizione. Alcune applicazioni infatti (come il meteo ad esempio) non hanno necessità di sapere dove vi trovate con precisione al metro.
  • Funzione lente di ingrandimenti (accessibilità) migliorata

Compatibilità iOS 14

iOS 14 è compatibile con tutti gli iPhone compatibili attualmente con iOS 13, compresi i dispositivi più datati come iPhone SE e iPhone 6s. Per questi ultimi dovrebbe però essere l’ultimo aggiornamento possibile. Ecco qui di seguito su quali dispositivi potremo usare iOS 14

  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11 Pro max
  • iPhone 11
  • iPhone XS
  • iPhone XS max
  • iPhone XR
  • iPhone X
  • iPhone 8
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone SE
  • iPod touch (7a generazione)

Nella lista non abbiamo incluso gli iPad, e ciò perché i tablet della Mela riceveranno l’aggiornamento iPadOS 14, che dovrebbe essere compatibile con tutti gli iPad in grado di eseguire iOS 13, ad eccezione di iPad mini 4 rilasciato a settembre 2015 e iPad Air 2 rilasciato a ottobre 2014. Questo significa che gli iPad compatibili con iPadOS 14, saranno i seguenti:

  • iPad Pro da 12,9 pollici
  • iPad Pro da 11 pollici
  • iPad Pro da 10,5 pollici
  • iPad Pro da 9,7 pollici
  • iPad (7a generazione)
  • iPad (6a generazione)
  • iPad (5a generazione)
  • iPad mini (5a generazione)
  • iPad Air (3a generazione)

Beta di iOS 14

Apple da alcuni anni rende disponibili le versioni beta dei suoi sistemi operativi non solo agli sviluppatori ma anche a tutti coloro che vogliono sperimentare la piattaforma per iPhone prima del suo rilascio. La prima beta pubblica, per accedere alla quale si deve essere iscritti allo speciale programma che autorizza al download, è stata rilasciata il 17 luglio, diversi giorni dopo la presentazione della beta rilasciata agli sviluppatori. Trattandosi di una versione di prova ricordate che è sempre rischioso usarla su un telefono che utilizzate quotidianamente. Nel nostro articolo sopra, nella parte finale, trovate tutte le istruzioni per il download che le raccomandazioni per il download.

Data d’uscita iOS 14

iOS 14 è stato presentato in anteprima alla Worldwide Developers Conference 2020. Dopo la presentazione, se il passato rappresenta un buon indizio (come è sempre stato fino ad oggi) iOS 14 dopo essere stato fornito agli sviluppatori come beta privata, avrà una versione pubblica. Il 16 settembre, per una volta non in concomitanza con il lancio del nuovo iPhone 12, iOS 14 viene reso disponibile al download per tutti i dispositivi compatibili. L’annuncio è avvenuto durante Time Flies, l’evento in cui è avvenuta la presentazione di Apple Watch 6, iPad di ottava generazione e iPad Air 2020.

La polemica sulla data di rilascio

L’annuncio della data di rilascio avvenuta a pochissima distanza dall’effettiva disponibilità ha suscitato forti polemiche tra gli sviluppatori che ritengono che il lancio a distanza di così poco tempo dal momento dell’annuncio li abbia messi i difficoltà. In pratica molti programmi non sono ancora disponibili nella loro versione definitiva e molti altri hanno seri bug che devono essere risolti; aver saputo con un maggior preavviso del giorno del lancio avrebbe permesso di sistemare le applicazioni e inviarle per l’approvazione, cosa che a questo punto potrà accadere solo in un arco di diversi giorni. Visto che iOS 14 è molto diverso, soprattutto nell’interfaccia, da iOS 13 il rischio è quello di avere un nuovo sistema operativo e programmi malfunzionanti o completamente inutilizzabili. Il consiglio è di verificare accuratamente che le applicazioni indispensabili per voi siano aggiornate o almeno compatibili con iOS 14 prima di procedere al download.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Sconto di Natale: Airpods Pro a 197 €, AirPods 2 a 119,89 euro

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,969FansMi piace
93,796FollowerSegui