Ecco come Samsung ha riprogettato Galaxy Fold

Un report dettagliato spiega come Samsung ha risolto i problemi di Galaxy Fold

Galaxy Fold potrebbe essere il peggior nemico di Apple

Samsung ha completato la riprogettazione del Galaxy Fold, durata due mesi, servita a risolvere i problemi allo schermo riscontrati nelle prime unità inviate alla stampa. La release del “nuovo” Galaxy Fold dovrebbe essere ormai alle porte, anche se ancora manca una data di rilascio precisa. Ecco come Samsung ha risolto i problemi riscontrati.

A ribadire la notizia è la redazione di Bloomberg, secondo cui il più grande produttore di smartphone al mondo è nelle fasi finali della produzione di una nuova versione di Galaxy Fold, finalmente pronta al rilascio sul mercato. Purtroppo, manca ancora una data per l’inizio delle vendite.

In video Galaxy Fold, è peggio di quel che sembrava

Il rapporto parla, dunque, di un altro grande passo falso dell’azienda, protagonista negli anni passati del ritiro del Galaxy Note 7 per evidenti problemi alla batteria. Tra le varie misure adottate da Samsung per risolvere i problemi di Galaxy Fold, l’allungamento del film protettivo per avvolgere l’intero schermo, fino a scorrere all’interno delle cornici esterne, in modo che risulti impossibile da staccare a mano. Il colosso avrebbe anche riprogettato la cerniera, spingendola leggermente verso l’alto dallo schermo (ora è a filo con il display) per aiutare ad allungare ulteriormente la pellicola quando il telefono si apre.

Questa nuova progettazione rende il rivestimento più saldo: la pellicola protettiva ora sembra una parte integrante del display, piuttosto che come un accessorio rimovibile, come segnalato nelle prime recensione. Anche la sporgenza che si viene a creare al centro del display, quasi impercettibile a occhio nudo, può aiutare a ridurre la possibilità che si sviluppi una piega nel mezzo dello schermo con l’utilizzo nel tempo.

Samsung inizierà presto a spedire le componenti principali del Galaxy Fold, incluso il display e la batteria, a un impianto principale in Vietnam per l’assemblaggio, mentre la società discuterà una data di lancio. E’ improbabile che la multinazionale sveli il “nuovo” Galaxy Fold all’evento “Unpack” del 7 agosto prossimo a New York, anche perché le attenzioni in quella data dovrebbero essere tutte su Galaxy Note 10.

Nel frattempo, Samsung potrebbe essere al lavoro sul successore del Galaxy Fold, anche se questo presunto dispositivo potrebbe cannibalizzare il primo: difficile che l’utente spenda quasi 2.000 dollari per un terminale che verrebbe sostituito da lì a pochi mesi.