iPhone 2019, la funzione killer che nessuno ha è nascosta nel codice

Il design somiglierà all’attuale ma quello che è atteso come un aggiornamento contenuto potrebbe invece sorprendere utenti e mercato. Apple sembra aver nascosto la funzione killer dei nuovi iPhone 2019 nel codice di iOS 13.1 beta 1

iPhone 2019, la funzione killer esclusiva è nascosta nel codice

È atteso come un aggiornamento di metà percorso, prima del cambio totale con iPhone 2020, ma Apple sembra avere in serbo una funzione killer per iPhone 2019, una caratteristica esclusiva che nessun altro concorrente Android e nessun altro smartphone in commercio oggi può offrire.

I nuovi iPhone 2019 saranno dei veri e propri studi televisivi tascabili perché permetteranno di separare i soggetti ripresi dallo sfondo, offrendo agli utenti magie ed effetti speciali video in tempo reale. Per esempio sarà possibile riprendere una persona e cambiare lo sfondo con uno a piacere, ripreso dalla realtà o realizzato in grafica 3D, oppure eliminare il soggetto per dare campo libero completo alla scenario e alla natura.

L’effetto è quello del green screen impiegato da anni in cinema e televisione. Anche se i costi si sono ridotti da anni ed è possibile impiegarlo per produzioni casalinghe e fai da te, le riprese video su green screen richiedono sempre un intervento in post produzione per sostituire lo sfondo neutro, in questo modo è possibile inserire i soggetti sullo sfondo desiderato al computer.

Apple compra Spektral per magie video in tempo reale in AR e VR su iPhoneSembra proprio che la funzione killer dei nuovi iPhone 2019 sarà l’effetto invisibile o spettrale per realizzate tutto questo in tempo reale nei video. L’indizio che porta in questa direzione è contenuto nel codice di iOS 13.1 beta 1 che Apple ha rilasciato negli scorsi giorni. Infatti prima ancora che venga rilasciato iOS 13 per tutti, Cupertino si è portata avanti mettendo a disposizione degli sviluppatori quello che sarà il primo aggiornamento per il prossimo sistema operativo.

Tra le novità di iOS 13.1 beta 1 c’è anche un miglioramento per il codec video HEVC con supporto per i canali alfa. In pratica nativamente, i file video vengono registrati in tempo reale con informazioni che permettono di separare il soggetto dallo sfondo. È una soluzione simile a quanto Apple permette di fare da tempo sulle fotografie con le modalità ritratto e sfocatura, sia in fase di scatto che in fase di post scatto ed elaborazione.

Apple compra Spektral per magie video in tempo reale in AR e VR su iPhoneNel mese di ottobre dello scorso anno è trapelata l’acquisizione di Spektral da parte di Apple, una piccola startup innovativa che ha sviluppato una sofisticata tecnologia di video editing in tempo reale, come segnala PhoneArena. Sfruttando apprendimento automatico e le più recenti tecnologie di computer vision, Spektral è in grado di rimuovere soggetti e sfondi nei video in tempo reale fino a 60 frame al secondo.

La startup nel suo video di presentazione assicura che tutto quello che fino a oggi richiedeva ore di lavoro in post produzione e un computer, oggi si può fare su uno smartphone. La notizia dell’acquisizione è emersa in ottobre 2018 ma l’operazione è stata effettuata mesi prima: Cupertino ha avuto tutto il tempo per implementare questa tecnologia in iOS 13.

Ma c’è un terzo ulteriore dettaglio che porta alla stessa conclusione e sembra confermare la funzione killer degli iPhone 2019. Secondo Bloomberg nel nuovo processore Apple A13 sarà presente un nuovo elemento denominato Matrix o AMX presumibilmente destinato al trattamento hardware di immagini e video.

Che il comparto foto e video sarà la caratteristica di punta dei nuovi iPhone 2019 è noto da mesi ed è mostrato anche dagli imponenti obiettivi e dal generoso sistema di fotocamere sul retro visto in schemi tecnici, render e mockup.

La sofisticata funzione che permetterà di riprendere in video una persona, rimuovere lo sfondo reale, per inserire il soggetto a Milano, San Francisco, sott’acqua o su Marte, o semplicemente sfocare lo sfondo, sembra una funzione in grado di animare l’entusiasmo su un aggiornamento atteso come poco innovativo e che invece potrebbe riaccendere il desiderio di cambiare terminale risollevando le vendite in calo da mesi.

La funzione di video editing in tempo reale con effetti green screen sembra anche in grado di giustificare il nome iPhone Pro che secondo alcuni sarà impiegato per almeno uno dei nuovi modelli in arrivo. Apple ha già in mano tutte le carte per poter introdurre questa sofisticata tecnologia già con gli iPhone 2019: per verificare se questa anticipazione è vera o meno occorre attendere la presentazione ufficiale del 10 Settembre.