HomeiOSiPhone AccessoriRecensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l'inizio

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio

Oggetto di design allo stesso tempo semplice e ricercato, la nuova lampada da scrivania o da comodino Lexon Mina L Audio offre una inaspettata personalizzazione e una resa audio di tutto rispetto.
Ma andiamo con ordine e vediamo di esaminarla dall’inizio.

Una bella scoperta

La scatola è già una bella scoperta, perché anche da chiusa possiamo aprire la pattella frontale e vedere la lampada al suo interno, dettaglio che farà sicuramente felici i rivenditori.

Una volta aperta la scatola però la prima, bizzarra, sorpresa: non c’è il cavo di alimentazione seppure alla base sia presente un connettore USB-C. Non certo un dramma, perchè di cavi USB-A/USB-C o USB-C/USB-C ce ne sono oramai parecchi in ogni casa (e nel caso un cavo costa davvero pochi euro), ma qui arriva la prima novità, osservando meglio i dettagli spiegati nel libretto allegato (ma era scritto anche sul sito della casa madre) ed è che la lampada si ricarica anche ad induzione, come l’iPhone.

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio
La presenza di una batteria interna permette un posizionamento molto libero, anche a livello di design, una maggiore elasticità

Per ricaricarla noi abbiamo provato sia il Lexon Powersound che il SanDisk Ixpand Wireless Charger 15W che si è dimostrato perfetto nel compito perché la base coincide quasi perfettamente con quella della Lexon Mina L Audio, la più grande dei modelli Mina presenti sul sito.

Benché il modello da noi testato sia il più grande della serie, le misure sono comunque minute, 17,8 x 14 centimetri di ingombro per circa 320 grammi di peso. La buona notizia è che la lampada è certificata IPX4, il che significa che non soffre di piccoli getti d’acqua, spruzzi o polvere da ogni angolo.

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio
Lexon Mina è disponibile con speaker o senza, e anche in diverse misure e colori

Base in alluminio

La lampada è costruita con una base in alluminio, dove trova posto nella zona sottostante, una serie di piccoli fiorellini che favoriscono l’uscita audio (che non sono presenti nelle versioni senza speaker).

La parte in basso si offre in sei diverse colorazioni: Ali Poli (di cui vedete le foto in queste pagine), Dark Red, Gun, Dark Blu, Orange e Soft Gold. In tutti i casi la parte superiore è di plastica bianca, che funziona anche da grande pulsante per accensione, spegnimento e cambio colore.

A dire il vero questo tipo di interazione ci ha lasciato un po’ perplessi: nel senso che funziona bene, ma non abbiamo capito perfettamente come dare l’input di accensione/spegnimento oppure quello di cambio colore, andando perlopiù a tentativi. Ci sarebbe piaciuto avere un tasto in più o una più marcata differenza tra gli input per comandare il tutto in modo più sicuro.

Un secondo pulsante è presente sotto la lampada, quasi nascosto e serve solamente per l’accoppiamento della lampada ad un device via Bluetooth (operazione che va effettuata in impostazioni perché non c’è una App di supporto).

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio
La base sottostante presenta un pulsante comodo per il pairing

Audio via Bluetooth, ma non per tutti

Il funzionamento della Lexon Mina L Audio è abbastanza elementare: una volta caricata (circa tre ore per la carica completa) si agisce sul pulsante inferiore per attivare la fase di pairing con un device e la si abbina ad un device Bluetooth, che sarà riconosciuto ad ogni accensione, a meno di non cambiarlo: nei nostri test nessun problema con iPhone, mentre il nostro Mac mini del 2019 ha eseguito l’abbinamento ma non è riuscito a vederla come sorgente audio.

Una volta abbinato il device, lo speaker interno trasporta tutto l’audio, musicale così come gli avvisi sonori per i messaggi: l’audio è a 360° e ha restituito una buona risposta, superiore a quanto ci si aspettava da un device così piccolo.

Pur essendo compatto, la sensazione è che l’audio 360° sopperisca laddove alcune tonalità, come ad esempio i bassi e i medi, avrebbero bisogno di uno speaker più grande, comportando una risposta musicale adatta al tipo di uso, che secondo chi scrive è quello di musica di sottofondo.

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio
Nonostante presenti un connettore USB-C per la ricarica, la base si offre per la carica a induzione, come un iPhone

Non siamo riusciti a capire le specifiche tecniche del diffusore, che non sono indicate nel sito, ma possiamo dire che comunque può funzionare come diffusore per una piccola stanza, dato che ha servito chi scrive sia come compagna da scrivania a fianco del Mac (ma collegato all’iPhone) sia come accessorio sul comodino per le letture serali.

Anche l’autonomia è buona: l’azienda promette 24 ore di funzionamento completo con il 75% di luminosità a 22 °C di temperatura ambiente al chiuso, il che significa che può fare tranquillamente tre giorni continui di audio se usata in orario di ufficio, facendosi notare per l’ìlluminazione, oppure anche periodi più lunghi, con la lampada spenta.

Per risparmiare energia, dopo qualche minuto di inattività, lo speaker si spegne da solo, mentre la lampada non ha questa velleità e rimane accesa sino all’input dell’utente o sino a che rimane energia. Un piccolo LED alla base, vicino al connettore, offre le informazioni essenziali per la batteria e il pairing.

Considerazioni

Disegnata dagli italiani Manuela Simonelli e Andrea Quaglio, gli stessi della Lexon Oblio, è innegabile che sia questa Lexon Mina L Audio che tutte le altre versioni più piccole siano prima di tutto un oggetto di design da piazzare in salotto, in camera da letto o sopra una scrivania peer chi vuole un colpo d’occhio ricercato.

Le forme richiamano un po’ il design d’avanguardia di metà anni settanta, ma la tecnologia all’interno è tutta di questo decennio, così come la ricchezza di alcune soluzioni, come il cambio di colore nella lampada o l’alluminio usato per la parte sottostante.

Lo speaker può essere utile, ma non è sicuramente il motivo principale per l’acquisto, dato che anche nei modelli privi di questo, il fascino resta immutato per quello che è sicuramente un regalo d’effetto ad un budget assolutamente accessibile.

Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l’inizio

Pro:

• Design ricercato
• Lampada con cambio colore
• Speaker integrato
• Doppio sistema di ricarica

Contro:

• Manca una App di controllo
• L’input per il cambio colore è migliorabile
• Manca il cavo di ricarica

Prezzo:

• 29,90 € (Lexon Mina)
• 29,90 € (Lexon Mina Glossy)
• 49,90 € (Lexon Mina M)
• 69,90 € (Lexon Mina L)
• 99,90 € (Lexon Mina L Audio)

La famiglia di Lexon Mina è disponibile a partire dal sito web italiano della casa madre ma lo potete trovare più comodamente anche presso Amazon.it nelle versioni Lexon Mina L Audio (la più completa, oggetto della recensione), Lexon Mina (la più piccola, senza speaker) normale oppure in versione lucida, e nelle versioni M o L (di misure diverse, senza speaker).

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

Non solo iPhone SE, ecco quel che Apple presenterà oggi alle 19

iPhone 13 128 GB in sconto a 799 euro, spedito adesso

Su Amazon iPhone 13 da 128 GB a 799 euro. Lo sconto del 15% porta questo iPhone vicinissimo al minimo per questo il taglio di memoria e lo trasforma in un prodotto assolutamente competitivo con iPhone 14. Spedito subito
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial

Oggetto di design allo stesso tempo semplice e ricercato, la nuova lampada da scrivania o da comodino Lexon Mina L Audio offre una inaspettata personalizzazione e una resa audio di tutto rispetto. Ma andiamo con ordine e vediamo di esaminarla dall'inizio. Una bella scoperta La scatola è...Recensione lampada Lexon Mina L Audio, il design è solo l'inizio