Home Tags Apple

Tag: Apple

Microsoft “IE 5.0 entro pochi giorni”

IE 5.0 in ritardo, ma solo di pochissimi giorni. Non c'è stato, infatti, l'atteso rilascio per l'inizio di questo mese e neppure quello per metà  marzo, ma la presentazione del browser è ormai imminente. Lo ha dichiarato ad alcuni siti americani Irving Kwong, product manager della versione per Mac del navigatore di Microsoft "Lo sviluppo è ormai terminato. Stiamo dando gli ultimi ritocchi. IE 5.0 verrà  rilasciato molto, molto, molto presto", ha dichiarato ad alcuni siti Internet americani il responsabile della società  di Redmon.

Filmati di Heavvy Metal F.A.K.K.

InciteGames, che sta sviluppando Heavvy Metal F.A.K.K., ha presentato due filmati sul gioco. Il titolo, in sviluppo contemporaneamente per Mac e PC, è ambientato nel mondo di Heavvy Metal ed è un ibrido tra un gioco di ruolo e uno d'azione.

WinCE come Linux (o quasi…)

Windows CE come Linux? Forse Microsoft non concederà  mai a tutti il codice sorgente del suo sistema operativo per i palmari, ma l'ipotesi che alcuni sviluppatori indipendenti possano avere la possibilità  di modificarlo e adattarlo alle proprie esigenze non è così remota. Anzi, secondo ZDNet che ha lanciato l'indiscrezione, i progetti al proposito sarebbero tanto definiti che l'annuncio dovrebbe arrivare nel corso della prossima Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC) che si tiene alla fine di aprile. Ma quale interesse avrebbe Microsoft dalla apertura al pubblico del codice sorgente di WinCE?

IE 5.0 ritarda, ma di quanto ritarda?

Microsoft ha annunciato un ritardo per il rilascio di Internet Explorer 5. La notizia viene riportata oggi da MacWorld UK che intervista alcuni responsabili della filiale Europea che confermano che la nuova versione del browser sarà  rilasciata entro la fine di questo mese. Si tratterebbe, quindi, di un rinvio solo di pochi giorni rispetto alla presentazione di metà  marzo prevista nel corso del primo debutto pubblico di IE 5.0, avvenuta allo scorso Expo di San Francisco. La conferma giungerebbe, sempre secondo il giornale inglese, anche da Microsoft UK "IE 5.0 in Inglese sarà  pronto alla fine del mese, le versioni nelle altre lingue a metà  aprile. Vogliamo solo essere certi che abbia la massima qualità  possibile". Previsioni non così ottimistiche giungono, invece da alcuni responsabili dell'ufficio stampa.

FireWire 2.2.2

Apple ha rilasciato la versione per il system in Italiano di FireWire 2.2.2 . L'aggiornamento, presentato ad inizio gennaio per il sistema operativo americano, è destinato a risolvere alcuni problemi di affidabilità  nella connessione di periferiche alle porte FireWire. In particolare con l'update diviene ora più affidabile il collegamento con telecamere DV e l'esportazione di filmati verso la telecamera e la connessione di HD FireWire. Un Leggimi (in Inglese) chiarisce alcuni dettagli dell'aggiornamento. Ricodiamo che molte delle macchine attualmente in circolazione hanno già  a disposizione la versione 2.2.2, contenuta i MacOs 9.0

Minuet sarà  MacOs 9.1?

Minuet prenderà  il numero di versione 9.1? L'ipotesi sarebbe confermata da un TIL che presentando uno script per eliminare files presenti in una cartella invisibile fa riferimento ad una versione di Finder appunto, 9.1. E' dunque molto probabile che, come più volte ipotizzato dal nostro sito, Apple decida di cambiare l'attuale numerazione di sviluppo (9.04) per utilizzare un segno distintivo che sia più adatto ad indicare i cambiamenti che interverranno dall'adozione dell'update.

Windows 2000, 500.000

Windows 2000 sembrerebbe esssere stato accolto molto bene dagli utenti della piattaforma PC. Nei primi 20 giorni di disponibilità , infatti, il nuovo sistema operativo avrebbe venduto già  500.000 copie, moltissime se si considera che la maggior parte delle grandi utente non ha ancora cominciato il processo di upgrading. "Si tratta di dati - spiegano alla Microsoft - che riguardano il piccolo e medio business".

Euroassistant 2.2

Massimo Damaschi e Barabara Canino di MaBaSoft hanno rilasciato la versione 2.2 di Euro Assistant. Il potente ma di uso molto semplice convertitore di valuta è capace, oltre che di compiere i calcoli in Euro dalla maggior parte delle monete mondiali, di calcolare conversioni multiple, i risultati di espressioni algebriche, aggiungere monete non comprese nel set iniziale, connettersi ad Internet e scaricare aggiornamenti con il protocollo OANDA, importare e calcolare i totali contenuti in files di testo e clippings. La nuova versione elimina la limitazione a 5 valute aggiuntive a quelle già  contenute nel set, aggiunge la possibilità  di associare bandierine a ciascuna moneta e ripara ad una serie di bugs minori. Euro Assistants è disponibile in versione multilingue , italiano compreso.

PhotoShop 5.5 con scanner Umax

Umax offrirà  in bundle sul mercato americano la versione completa di Phoshop 5.5 con la sua serie di scanners professionali, PowerLook 2100XL, FireWire PowerLook 1100 (il primo scanner FireWire prodotto dalla società ), PowerLook 3000 e PowerLook III. Inizialmente all'interno della scatola sarà  incluso un tagliando per ottenere la spedizione del pacchetto, successivamente il software sarà  incluso direttamente nella confezione.

VPC 3.0 con RedHat Linux

Connectix ha iniziato a distribuire la versione RedHat Linux di VPC. Lo ha annunciato la stessa società  con un comunicato che ha confermato le caratteristiche fondamentali del prodotto: crosso platforming reale, Red Hat Linux preinstallato, cambiamento da un ambiente all'altro con un semplice click, supporto Ethernet, nessuna necessità  di riformattare l'HD, supporto ai drivers e periferiche Mac direttamente da Linux. Il prezzo è di 99$. Connectix per l'occasione ha anche annunciato che a fine marzo comincerà  a distribuire anche una versione di VPC con Win2000.

Indesign 1.5

Adobe ha annunciato un aggiornamento alla versione 1.5 per InDesign . Secondo la società  l'upgrade aggiunge altre 70 funzioni all'applicazione per l'impaginazione, nuovi strumenti, maggior precisione e controllo e interazione con gli altri prodotti della società . L'upgrade non è gratuito, costa infatti 99$ ed è per ora disponibile solo per il mercato americano. A breve seguiranno versioni per l'Inglese Internazionale, il Francese e il Tedesco. Ancora nessuna notizia per l'aggiornamento Italiano.

Win2000: 500.000 copie in 10 giorni

Windows 2000 sembrerebbe esssere stato accolto molto bene dagli utenti della piattaforma PC. Nei primi 20 giorni di disponibilità , infatti, il nuovo sistema operativo avrebbe venduto già  500.000 copie, moltissime se si considera che la maggior parte delle grandi utente non ha ancora cominciato il processo di upgrading. "Si tratta di dati - spiegano alla Microsoft - che riguardano il piccolo e medio business".

Canvas 7.01

Deneba ha rilasciato l'aggiornamento alla versione 7.0 1 per Canvas. Non si tratta certo di un update da nulla, nonostante la numerazione centesimale: 11,7 MB (Grazie a Fabio Zambelli)

Aggiornamento software 1.1 e OT 2.6 in Italiano

Apple ha rilasciato sul sito di Apple Software Updates Open Transport 2.6 eAggiornamento automatico 1.1, ambedue per il sistema operativo italiano.

FileBuddy 5.3.5

FileBuddy è arrivato alla versione 5.3.5

Immagini di IE 5.0

The MacJunkie ha l'ennesima serie di screeshots di IE 5.0 per Macintosh. Il browser sarà  rilasciato, secondo alcune recenti dichiarazioni di Microsoft, entro la fine del mese.

Extension Overload 4.9

E' a disposizione la versione 4.9 di Extension Overload. Il database contiene la descrizione di 2750 tra estensioni e pìannelli di controllo, miglior supporto ai sistemi operativi non US e ripara diversi bugs.

StartUp Doubler 2.5.3

Mark Moini ha rilasciato la versione 2.5.3 di StartUp Doubler. Ora l'estensione, che si prefigge di accelerare l'avvio dei Mac, è compatibile con MacOs 9.0

C’è molto Mac tra i CD di New Media Prize 2000.

C'é molto Mac tra i titoli multimediali insigniti del premio New Media Prize 2000. La maggior parte dei C premiati nel contesto della Fiera del Libro per Ragazzi che si terrà  a Bologna dal 29 marzo al primo aprile hanno infatti una versione per la nostra piattaforma. La quarta edizione del prestigioso riconoscimento, che si svolge in collaborazione con la rivista Children's Software Revue, ha preso in considerazione 750 opere a livello mondiale tra quelle prodotte nel corso dell'anno passato. Ecco le categorie e i titoli premiati:

QT 4.1 in Italiano (solo sulle nuove macchine)

Alcuni lettori di Macity ci hanno scritto segnalandoci che il sistema operativo installato sui nuovi PowerBook è la versione 9.02 e che quella installata, invece, sui G4 nuovi è la 9.03. L'aspetto più interessante è che le CPU che arrivano nei negozi in questi giorni hanno anche QuickTime 4.1 in Italiano che, di contro, non è ancora disponibile sui server di Apple. La nuova versione secondo alcuni resoconti risolve la maggior parte dei problemi di sincronismo audio con la riproduzione dei DVD e aggiunge il supporto per AppleScript. Sarebbe dunque interessante che Apple, come accade per gli utenti americani, la rendesse disponibile a tutti coloro che stanno usando la versione 4.x. In passato Apple ha già  fatto la scelta di non caricare sui suoi server gli aggiornamenti di QT a meno che non fossero particolarmente importanti in termini di funzionalità .

Palm, debutto con il botto, ma non troppo…

Debutto con il botto, ma non troppo, per Palm. Il titolo che ieri per la prima volta è stato trattato a Wall Street è infatti prevedibilmente schizzato verso l'alto nelle prime ore di contrattazione arrivando fino a 160$, ma poi a ripiegato verso cifre più basse fermandosi a 95,06$. Il risultato non è certamente disprezzabile anche in considerazione dei 32$ del debutto, ma è al di sotto di quanto alcuni analisti prevedevano. In ogni caso Carl Yankowski, il CEO di Palm, è più che soddisfatto. D'altra parte ne ha ben donde, visto che grazie al +150% fatto segnare ieri la capitalizzazione di mercato di Palm è ora di 53 miliardi di dollari, due volte e mezza quella di Apple (20 miliardi di dollari) e superiore a quella di Compaq (43 miliardi di dollari). Una dato che può sembrare non realistico se si guarda alle possibilità  di profitti attuali e alla gamma di prodotti, ma che come per molte società  legate al mondo informatico e a Internet, ingloba prospettive di crescita per ora tutte sulla carta. "Il problema non è che cosa fanno oggi - ha detto a C/Net Richard Peterson, analista di Thomson Financial Securities Data riferendosi alle quotazioni sul mercato - ma che cosa faranno domani. Ad esempio VA Linux ha debuttato con una crescita del 600% sul prezzo di lancio e ora viene trattata al 50% in meno". Palm è in una condizione migliore, visto che ha profitti e un mercato, ma nessuno si stupirà  se ci saranno prese di profitto. In molti però credono che Palm non si dimostrerà  un pallone pronto ad afflosciarsi alla prima piccola falla. Lo testimoniano le oltre 2 milioni di azioni acquistate da AOL e il milione comprate da Motorola. Il maggiore azionista di Palm resta ancora oggi la casa madre 3Com che controlla il 94,8 dei titoli.

WebOjects 4.5

Apple ha rilasciato la versione 4.5 di WebObjects. L'applicazione, che ora supporta anche XML, per lo sviluppo di siti web dinamici tra le migliori (se non la migliore) sul mercato ha anche un nuovo prezzo di listino: 1499$ per i tool di sviluppo e prezzi che vanno da 7500 fino a 50.000$ a seconda del numero delle connessioni contemporanee.

Internet: in febbraio 9.6 milioni gli utenti Italiani

Continuano ad arrivare conferme: Internet esplode in Italia. Trainata da un'operazione di marketing spontanea (ma anche non spontanea...) come poche se ne ricordano nella storia recente, la rete sta davvero diventando un fatto comune. Nel nostro Paese, secondo un'indagine di Assoinform, oggi sono 1.300 le aziende che effettuano vendite online, 1.650 città  sono presenti in Internet e le aziende che hanno una pagina Web sono oltre 430.000 le aziende in rete. Conferme sulla progressiva informatizzazione dell'Italia giungono anche dal Computer Industry Almanac: gli utenti di Internet erano 840.000 ne 1997, 2,5 milioni nel 1998 e 4,8 milioni lo scorso anno. Nel 2000, con un incremento ipotizzato del 125,5%, arriveranno a 10,6 milioni di utenti. In realtà  secondo alcune indagni recenti già  a fine febbraio il numero di utenti di Internet era a fine febbraio di 9,6 milioni, il che farebbe stimare come conservativa la stima del Computer Industry Almanac.

A MacWorld piace OE 5.0

MacWorld ha una più che positiva recensione di OutLook Express 5.0(disponibile anche in Italiano). Il programma di posta di Microsoft viene giudicato come l'upgrade più logico per chi usa ancora OutLook Express, anche se il programma di Claris resta una valida alternativa, e il meglio possibile per chi è nuovo all'e-mail.

“Ma mi faccia il piacere, mi faccia…”

Ogni volta che da queste pagine viene citato Dvorak ci attendiamo una serie di commenti, non sempre benevoli nei confronti del truce opinionista informatico. Anche questa volta la nostra previsione di una tempesta di mail non è andata delusa. Tra la ventina arrivate in redazione, molte delle quali francamente molto poco lusinghiere e molto poco pubblicabii, citiamo qui di seguito quella di Fabio Zambelli che, come chi scrive, ha avuto la venutura di restare accanto a Dvorak per un'oretta buona mentre attendeva di entrare al keynote di Jobs a San Francisco. L'impressione che ne abbiamo ricavato e qualche salace conclusione scaturisce dalla tastiera del nostro amico Fabio.

E ora anche MacOs 9.03

Secondo MacFix-It negli USA anche gli iMac in distribuzione in questi giorni hanno una nuova versione del sistema operativo. Si tratta di MacOs 9.03. Ricordiamo che i PB serie 2000 e i nuovi G4 vengono distribuiti con MacOs 9.02 e che sui server Apple riservati agli svilupatori è comparsa una versione 9.04 ancora in fase di sviluppo. A questo punto elaborare previsioni su quando verrà  rilasciato al pubblico un update a MacOs 9 diventa davvero difficile da prevedere, anche se MacFit pensa una presentazione entro il mese.

Gli hackers non sono più quelli di una volta…

Anche gli hackers, come il tempo e i giovani, non sono più quelli di una volta. A definire i protagonisti dei recenti assalti ad alcuni siti Web "semplici vandali senza ideali,", sono i protagonisti della pirateria elettronica di un tempo. Un gruppo ristretto che operava sulla rete a base di stringhe di comando e modem da 1.2 b/sec e sulla scorta di filosofie a metà  tra l'anarchismo informatico e la liberazione delle idee. Per la maggior parte non più attivi, i "pirati e signori" di un tempo hanno ora sui 30 anni e ricordano con nostalgia gli inizi della loro "missione" che risale a 7 o 8 anni fa. Un'era distantissima visto che gli anni in campo informatico vanno moltiplicati per un fattore che se per i cani è sette per l'universo dei bit è di dieci

Con MacOs 9.02 meno problemi con i DVD

Secondo alcuni siti grazie a MacOs 9.02, installato sulle nuove macchine in distribuzione in questi giorni, e QT 4.1, il problema della mancanza di sincronismo nella riproduzione di DVD che affliggeva MacOs 9.0 sembra essere sparito. Ricordiamo che nelle scorse settimane Apple ha rilasciato diversi aggiornamenti che dovrebbero ovviare al bug ma con esiti contrastanti, almeno secondo i riscontri di alcuni utenti.

Eudora 4.x Pro Update

Qualcomm ha reso disponibile la versione di aggiornamento a 4.3.1 di Eudora per tutti gli utenti registrati della versione full 4.x. Alcuni utenti hanno però verificato problemi nell'upgrading dalle precedenti release.

GameSprockets 1.7.3 in Italiano

Via aggiornamento software di MacOs 9.0 sono disponibili i GameSprockets 1.7.3 in Italiano che contengono la nuova estensione Input Sprockets che fornisce supporto ad una serie di dispostivi (joysticks, mouse, tastiere) sia ADB he USB. Il pacchetto consente anche una migliore resa audio in particolari giochi.

Utenti Win, benvenuti (più o meno…)

"Benvenuti, più o meno...". Questo il messaggio che accoglie un utente Windows quando cerca di accedere agli iTools usando un PC. Apple aggiunge poi una specie di spot che, più o meno, dice "Caro utente Win, ci sono un sacco di cose che si posson fare con un Mac e non con un computer Windows. Usare gli iTools è una di queste. Perciò sbrigati, esci e comprati un Mac e avrai gli iTools al tuo servizio". Un po' ruvido, ma efficace...

“Office per Linux? Mai (o giù di lì…)”

"Non abbiamo alcuna intenzione di sviluppare una versione di Office per Linux: la piattaforma non ha un livello di robustezza e di affidabilità  tali da renderlo interessante per gli utenti". Microsoft smentisce recisamente le voci circolare nell'ambito del CeBIT secondo le quali alcune decine di ingegneri erano al lavoro per rendere il pacchetto compatibile con il sistema operativo Open Source. Indiscrezioni infondate, evidentemente, e largamente basate sul sospetto che i molti esperti di Linux reclutati da Microsoft potessero essere destinati ad un progetto di questo tipo. In realtà  la società  di Redmond ha ben pochi motivi di dare una mano a Linux, garantendo la fruibilità  di un prodotto che potrebbe incentivare molti utenti ad abbandonare Windows.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,436FansMi piace
95,447FollowerSegui