Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet

Tutti vorrebbero iPad Pro, ma non sempre il modello più costoso è il più adatto: vediamo come scegliere l'iPad perfetto per noi, incluso un usato

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet

Sono passati più di otto anni e mezzo da quel 27 Gennaio del 2010 quando Steve Jobs presentò allo Yerba Buena Center il primo iPad (che noi provammo in anteprima), sembrava solo la versione più grande di un iPhone con un target incerto, ma fu sufficiente a far nascere l’icona di un nuovo tipo di informatica. Una idea che crebbe da allora e che ancora oggi vive una rivoluzione molto chiara nel design, nel peso, nella forma e nell’utilizzo.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet
Un momento epocale: Gennaio 2010, Steve Jobs mostra il primo iPad

La gamma di iPad odierna copre praticamente qualsiasi esigenza, tanto che più di qualcuno inizia a metterlo sulla bilancia al confronto con un computer, in particolare per i modelli iPad Pro, che anche con una potenza inimmaginabile qualche anno fa conservano le caratteristiche di leggerezza e comodità tipiche dell’idea originale.

Per chi non conosce bene la piattaforma però una varietà così grande potrebbe portare un po’ di confusione e abbiamo deciso di fare chiarezza sull’offerta nel dettaglio, illustrando le differenze essenziali tra un modello e l’altro e cercare di capire assieme qual’è il migliore per ogni tipo di utente.

Lo smart connector, attualmente disponibile in tutti gli iPad Pro, permette l’aggancio di diversi accessori, tra cui tastiere: nella foto lo smart connector della versione 2017

A cosa serve iPad?

Come è fatto un iPad? Forse all’inizio l’idea di un iPhone più grande poteva calzare, ma già dall’iPad 2 le differenze di piattaforma iniziarono a divenire evidenti: al di la dell’hardware infatti un iPad svolge compiti molto diversi da uno smartphone e soprattutto si usa in modo diverso e più specifico.

Un iPad è fatto per leggere e scrivere (tramite la tastiera integrata nel display oppure tramite tastiere fisiche), per consultare mappe, esaminare immagini, confrontare dati, giocare, disegnare e navigare in internet: tutte cose che si possono fare anche nello schermo di uno smartphone ma solo occasionalmente, date le dimensioni, mentre su di un iPad tutto avviene in modo più naturale. Per alcuni compiti, come il disegno e la consultazione, su iPhone la pratica è solo indicativa, perché mancano accessori come Apple Pencil o Apple Pencil 2.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet
Il nuovo iPad Pro da 12,9 può diventare una consolle pazzesca: la potenza è simile, dice Apple, a quella di una XBox ma molto più sottile e con display integrato.

Lo schermo tipico di un iPad da 10 pollici (o 9,7) appare più grande di quel che è, proprio per come è progettato: se poi andiamo sui modelli da 11″ o da 12.9″ allora tutto diventa molto meglio così come l’hardware, la cui ottimizzazione segue regole molto diverse rispetto ad un comune PC.

Ad oggi un iPad non può sostituire un Mac o un PC Windows al 100%, perché molti compiti sono ancora esclusivi delle piattaforme più classiche, ma lo può fare in moltissimi lavori, ed è molto più comodo da utilizzare in piedi, in viaggio, in un meeting, in bagno, in poltrona, a letto oppure anche sopra la scrivania per disegnare, prendere appunti o ritoccare le foto.

Il futuro è comunque radioso ed è probabile che tra dieci anni saranno dispositivi come iPad a dominare il mercato e a finire su tutte le scrivanie, relegando Mac e PC classici a compiti specifici.

Jony Ive:”Orgogliosi di ciò che siamo riusciti a fare con iPad Pro”
L’uso della penna è oramai appannaggio di tutti gli iPad (a parte il mini) e ne propone un nuovo tipo di utilizzo

Ogni iPad è più uguale degli altri

Chi oggi ne vuole acquistare uno si trova di fronte ad una scelta molto vasta, probabilmente la più grande di sempre, perché ci sono, letteralmente, modelli per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Proprio per questo è difficile capire quale modello fa al caso nostro e qual’è la cifra giusta da investire: procediamo con ordine e cerchiamo di capire bene i vari modelli partendo dal più piccolo:

• iPad mini: Il più piccolo e il più vecchio (risale al 2015) di tutti, con uno schermo da 7,9 pollici, Chip interno A8 (lo stesso di iPhone 6), capacità di 128 GB, connettore Lightning e disponibilità nei colori Argento, Oro e Grigio siderale. I prezzo è di 439,00 Euro per la versione solo Wi-FI e 569,00 Euro per quella Wi-FI + Cellular.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet

• iPad: la versione più classica con display da 9,7 pollici; provato da Macitynet è disponibile nei tagli da 32 e 128 GB nei colori Argento, Oro e Grigio siderale. É dotato di un processore Chip A10 Fusion con architettura a 64 bit e coprocessore M10 integrato (come iPhone 7), connettore Lightning e supporto ad Apple Pencil (prima versione).

I prezzi partono da 359,00 Euro per la versione Wi-Fi da 32GB sino a 579,00 Euro per quella Wi-FI + Cellular a 128 GB.

• iPad Pro 10,5″: Evoluzione del modello iPad ma con design molto simile, presenta un display più grande (10,5″) con ampia gamma cromatica (P3), supporto ad Apple Pencil (prima versione), connettore Lightning, audio stereo ed è compatibile con Smart Keyboard e tastiere Bluetooth. Al suo interno monta un processore A10X Fusion con tagli da 64GB, 256GB e 512GB. Provato da Macitynet qui, è ancora disponibile nei colori Argento, Grigio siderale, Oro e Oro rosa.

I prezzi partono da 739,00 Euro per la versione Wi-Fi da 64GB sino a 1.289,00 Euro per quella Wi-FI + Cellular a 512 GB.

• iPad Pro 11″: Recentemente presentato e provato da noi, si tratta del modello più potente della gamma con taglio e progettazioni pensata per i professionisti. Display da 11″ con Face ID, Chip A12X Bionic con Neural Engine e Coprocessore M12 integrato, tagli da 64GB, 256GB e 512GB e 1TB. Compatibile con Apple Pencil 2 e Smart Keyboard Folio, ha abbandonato la porta Lightning a favore di un più capace connettore USB-C per collegamenti a display sino a 5K (ma per ora niente Hard Disk esterni). É disponibile nei colori Argento e Grigio siderale.

I prezzi partono da 899,00 Euro per la versione Wi-Fi da 64GB sino a 1.899,00 Euro per quella Wi-FI + Cellular a 1TB.

• iPad Pro 12,9″: Praticamente identico al modello da 11″ nella forma e nelle caratteristiche, ma con un display più grande e leggermente più pesante. Identica l’autonomia e i tagli disponibili. L’abbiamo valutato qui.

I prezzi partono da 1.119,00 Euro per la versione Wi-Fi da 64GB sino a 2.119,00 Euro per quella Wi-FI + Cellular a 1TB.

Tutti gli iPad presentano connessioni Wi-Fi e Bluetooth, batteria interna ricaricabile e Touch ID (Face ID negli iPad Pro da 11“ e 12,9”), sistema operativo iOS 12 e App Store integrato.

Prima di capire quale modello è ideale per che cosa vediamo però le caratteristiche singole.

Dopo l’iPad Pro anche i futuri iPhone sfrutteranno l’USB-C?
Il profilo sottile (nel dettaglio i nuovi iPad 2018), che si tiene con una mano sola, e la leggerezza del tutto sono stati, assieme al display di dimensioni generose, i punti sui quali si è acceso il successo della gamma iPad

Più grande non è sempre meglio

All’inizio la grandezza dell’iPad, rispetto all’iPhone, è stata determinante, ma con il tempo le sfumature sono aumentate e adesso non è più l’unico argomento. Di più, gli utenti si sono accorti che avere un iPad grande è comodo ma alle volte è meglio quello piccolo, a seconda di come lo usiamo.

Il display da 12,9 è l’ideale per chi disegna o per chi usa l’iPad in compagnia (come per chi insegna ad esempio), per gli altri i modelli con schermo da 9,7“ a 11” sono l’ideale. Il modello mini è comodo perché è piccolo, leggero e trasportabile ma soffre la concorrenza dei più grandi iPhone (ma costa molto meno), oltre al fatto che l’hardware è un po’ datato.

Jony Ive:”Orgogliosi di ciò che siamo riusciti a fare con iPad Pro”
la superficie da quasi 13″ dell’iPad già grande è adatta per disegnare e, anche se Photoshop per iPad uscirà nel 2019, già adesso ci sono App molto performanti per tutte le necessità

La connettività

Tutti gli iPad oggi disponibili si possono acquistare in modalità Wi-Fi oppure Wi-Fi + Cellular, in moda da avere, in questa seconda configurazione, la possibilità di utilizzare una connessione 4G in mobilità.

Questa differenza è importante sia in termini di costo (più o meno un centinaio di Euro) che per il fatto che, in futuro, la scelta non potrà essere modificata, il che può diventare un grave problema anche in caso di rivendita.

Chi ha già provato un iPad sa benissimo che, al pari di un iPhone, senza una connessione ad internet perde moltissimo del fascino e dell’utilità ma d’altro canto oggi è possibile utilizzare il propri smartphone come modem per internet.

Per le connessioni a corto raggio, tutti gli iPad oggi hanno un chip Bluetooth per cuffie, Apple Pencil, tastiere, speaker e altre apparecchiature esterne.

Per la ricarica così come per la sincronizzazione, il collegamento ad un display ed eventualmente per il backup e il trasferimento di dati tramite iTunes, tutti gli iPad usano un cavo Lightning, a parte gli ultimi iPad Pro 2018 per i quali Apple ha optato per un connettore USB-C.

Il connettore USB-C permette di collegare monitor con risoluzione fino a 5K
Grazie alla connessione USB-C i nuovi iPad Pro 2018 possono pilotare un display esterno sino a 5K

Spazio, ultima frontiera

La scelta dello spazio è importante tanto quanto quella della connettività. Più spazio significa più App, più documenti (musica, film, file di Office o PDF o altri tipi di file), più download, meno problemi in fasi di aggiornamento, insomma un device più capace in tutto. D’altra parte le differenze economiche nei vari modelli tra un taglio di spazio e un’altro non sono da sottovalutare (tranne che nel modello mini, dove il taglio è unico).

Pensateci molto bene prima di acquistare, perché la scelta non è modificabile successivamente e anche se è sempre possibile usare servizi cloud come iCloud, Dropbox o simili per l’archiviazione, avere o non avere un documento all’interno dell’iPad può fare la differenza.

Photoshop per iPad Pro è l’evoluzione del professionista già oggi
Photoshop per iPad Pro è stata una delle Killer App dell’ultima presentazione di Apple

Sorridi, sei su una fotocamera

Sin dal secondo modello (il primo ne era privo), la fotocamera dell’iPad non è mai stata a livello di quella dell’iPhone, per fare un confronto. Il che significa che nei modelli più recenti e costosi riesce a produrre buoni scatti, ma siamo lontani dalle possibilità di iPhone X o dei modelli Plus o dei nuovi iPhone 2018.

Anche per quello che riguarda i video, nei modelli Pro la registrazione è buona (con stabilizzazione sino a FullHD) ma non è uno strumento nato apposta per riprese professionali.

iPad 2018

Accessori

Di accessori per iPad ne esistono talmente tanti che sarebbe impossibile qui elencarli tutti: grazie alla connessione Bluetooth gli iPad sono compatibili con praticamente tutti gli smart device in circolazione (tranne Apple Watch, che necessita di un iPhone, mouse e tavolette grafiche che non possono essere usate).

iPad 2018

Il che significa diffusori, cuffie, tastiere, apparecchi per la casa, smartwatch e fitness band di terze parti (come l’ultimo Fitbit Charge 3 ad esempio), giocattoli e strumenti musicali (ottimi con Garage band), e considerando anche il Wi-Fi allora anche NAS, Stampanti, Apple TV e molto altro.

I modelli pro hanno un sistema di gancio apposito per le Smart Keyboard di Apple. I modelli da 9,7“ e 10,5 sono compatibili con Apple Pencil (prima versione), il modello Pro da 11” e quello da 12,9″ con Apple Pencil 2.

iPad Pro 2018, tutto quel che vi serve sapere
La Smart Keyboard, che si collega e scollega al volo grazie allo smart connector dei modelli Pro, trasforma l’iPad in un piccolo portatile, con tastiera fisica

Quale è il miglior iPad per me?

Definiti i compiti di un iPad e definiti i modelli attualmente disponibili nel mercato, inziamo una valutazione più specifica per quello he riguarda i singoli utenti.

Ognuno di noi ha delle esigenze e come dicevamo all’inizio non sempre il modello più potente e caro fa al caso nostro, perchè potrebbe bastare uno più piccolo o uno più economico. Di contro, risparmiare non sempre è una buona idea, perchè una volta acquistato un modello non si può cambiare, e spesso è meglio investire qualche euro in più per avere un modello più performante (o più capiente) al posto di uno bello ma non sufficiente a quello che ci serve.

iPad Pro 2018 con angoli arrotondati, indizi su iOS 12 beta 5

Comprate iPad 2018 se…

L’iPad 2018 più classico è l’ideale per quasi tutti i compiti: la dimensione dello schermo da 9,7“ offre uno spazio molto buono per la lettura di ePub ma anche di riviste e quotidiani (grazie alle varie App), permette di navigare in internet e di giocare in modo entusiasmante: essendo da una parte il modello probabilmente più diffuso e dall’altra ad oggi anche il più economico, gli sviluppatori lo utilizzando come device ”target” per i test, quindi è proprio per questo dispositivo che sono ottimizzate le App e rimarrà così per diversi anni.

Noi lo vediamo perfettamente per un utilizzo casalingo oppure casual, per chi a casa non vuole un computer o per chi, in viaggio, desidera vedersi un film, per chi in ufficio lo utilizza per compiti non verticali o per chi in abbinata ad un Mac o PC.

Risulta anche il modello ideale per chi non ha uno smartphone, magari scegliendo modelli nuovi ma con profili limitati (come il Nokia 8110 ad esempio) ma non vuole rinunciare alla possibilità di collegamento quando serve.

Apple, tutto quello che non è stato presentato al Keynote di ottobre 2018

Comprate iPad mini se…

Il Mac mini ha dalla sua un display piccolo, è molto leggero e comodo da infilare in borsetta per le signore, sta comodamente in uno zaino da scuola ma, in tutta onestà, non è adatto a compiti importanti. Si offre bene come eReader evoluto, per navigare in internet e ascoltare musica, per gestire qualche App esclusiva per iOS per chi ha uno smartphone Android ma potrebbe mostrare qualche limite nei giochi o in App più verticali dove è richiesta una maggiore potenza che qui è limitata data l’età avanzata.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet

Comprate iPad Pro 10,5″ se…

Se l’iPad 2018 vi va bene come forma ma l’uso che ne volete fare è più professionale, con App di fotoritocco, creazione video, Augmented reality o disegno, e vi interessa un device che esprima potenza allora la scelta migliore è un iPad Pro da 10,5″, senza per questo investire una cifra importante come per i modelli più recenti.

La forma è molto vicina ad iPad 9.7″, ma è leggermente più grande e con bordi più piccoli, permette l’utilizzo di Apple Pencil (prima versione) ed è sicuramente un passo avanti come potenza e possibilità.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet

Comprate iPad Pro 11″ se…

L’ultimo iPad presentato, l’iPad Pro 2018 offre sostanzialmente il non plus ultra della categoria ed è in tutto e per tutto il tablet più potente e capace del mercato.

La possibilità di avere un taglio di spazio sino a 1TB, un processore potentissimo e l’uso di Apple Pencil 2, unitamente a tutti gli altri vantaggi di iPad, lo pone come strumento professionale a tutti gli effetti. Ci sembra eccessivo per l’utente privato, anche per quelli più evoluti, mentre lo vediamo benissimo in ufficio, specie se si tratta di un ufficio grafico, progettuale, per chi sviluppa e deve fare test, per i fotografi, per chi fa progettazione Augmented reality o per chi lo usa in trasferta al posto di un MacBook Pro.

Se volete un device leggero, portatile, da usare al volo via touch o con la penna ma non amate i compromessi, è il device giusto per voi.

Recensioni iPad Pro, bello e potente ma non è ancora un computer

Comprate iPad Pro 12,9″ se…

Per l’iPad Pro 2018 da 12,9″ valgono tutte le note relativa al modello da 11″ ma con quasi due pollici in più l’area di lavoro diventa molto più ampia.

Difficile definire questo device come “portatile”, perché lo vediamo molto bene sulla scrivania per il disegno, in una riunione quando gli input sono molti, per abbozzare e realizzare una idea, e grazie alla sua duttilità per essere usato in diverse angolazioni a seconda dell’utente.

Questo è quanto oggi è possibile utilizzando Apple Store, sia online che attraverso i negozi sparsi nella penisola, dove campeggiano tutti i modelli disponibili attualmente. Ma c’è un’altra via, con la quale è possibile avere iPad interessanti a prezzi contenuti: come tutte le scorciatoie però serve molta attenzione.

Apple sfoggia le recensioni di iPad Pro «Il tablet che fa vergognare tutti gli altri»

Aiutatevi con le nostre schede

Quale iPad scegliere: la guida di MacitynetMacitynet da tempo pubblica delle completissime schede prodotto anche per iPad, iPad mini e iPad Pro attraverso cui potete confrontare le caratteristiche di ogni modello vecchio e nuovo e pure conoscere le novità rispetto al modello che già possedete. Con le nostre schede potete combinare fino a tre diversi modelli per un confronto.

Ecco la lista di tutte le schede più recenti ma potete trovare persino il primissimo iPad uscito sul mercato.

Occasioni, vecchi modelli e usato

Oltre altri iPad nuovi, come la maggiori parte dei prodotti Apple anche gli iPad offrono un mercato dell’usato molto interessante e florido, così valido che, per chi è molto attento al portafoglio in fase di aquisto, Apple è sempre stata un marchio interessante perché nella maggior parte dei casi i prodotti si comperano e vendono con la stessa facilità.

L’acquisto di un iPad della scorsa generazione può essere la soluzione giusta per diversi utenti che cercano un device pronto, reattivo ma non intendono sostenere l’investimento chiesto da Apple: dato che il iPad Pro da 10,5″ è ancora a listino, se parliamo di precedente generazione, la soluzione più interessante è andare modello da 12,9″ di precedente generazione.

iPad Pro 2015 e 2017 12,9

Di questo tablet ce ne sono stati due tipi, uno presentato nel Settembre 2015 (chip Apple Apple A9X con 4GB di Ram; recensione di Macitynet qui) e uno a Giugno 2017 (chip Apple A10X Fusion con 4GB di Ram). In entrambi i casi si tratta di modelli esteticamente simili a iPad Pro 10,5″ solo con display più grande e disponibili in diverse colorazioni e compatibili con Apple Pencil (prima versione).

Le prestazioni non sono paragonabili a quelle del modello attuale, ma se siete dispositivo a fare i conti con le dimensioni potrebbe essere un dispositivo interessante se volete un display di dimensioni generose.

Su Amazon è piuttosto facile trovarne di ricondizionati e anche di nuovi a prezzi interessanti.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet
Quello che oggi è considerato un vecchio iPad Pro non per questo è una macchina da sottovalutare: è ancora il migliore iPad dietro ai nuovi, e migliore di un iPad da 9,7″, ma attenti all’acquisto se non è nuovo

iPad Pro 2016 9,7″

Apple ha rilasciato nel 2016 anche un iPad Pro con schermo da 9,7″ (la prova di Macity qui) Si tratta di un tablet molto simile per specifiche all’attuale iPad 2018 (non Pro), con l’unica differenza di un comparto fotografico di superiore livello e un processore di precedente generazione (A9X contro A10 X) ma di prestazioni simili. Probabilmente acquistare un iPad 2018 rappresenta una soluzione migliore a meno di occasioni interessanti in termini di prezzo.

iPad Air

In precedenza sono stati rilasciati anche un iPad Air e un iPad Air 2. Dal punto di vista della velocità questi tablet non riescono sempre competere con l’iPad 2018 (l’iPad Air originale ha anche solo 1 GB di Ram contro 2 GB dell’iPad 2018). Difficile trovarne di usati o rigenerati in buone condizioni a meno di 250 euro se parliamo di un iPad Air 2, forse l’unico che potrebbe essere oggi ancora considerato come un acquisto di una certa lungimiranza. Anche qui il rapporto prezzo/prestazioni è messo in crisi dalla presenza sul mercato di iPad 2018. Ma se tendete a privilegiare le capacità della memoria rispetto alla velocità della macchina, su eBay o presso qualche rivenditore come Tredenvice.

iPad mini

L’iPad mini è stato un prodotto interessante, ma per l’usato oggi non lo è. Anzi oggi è persino difficile consigliare l’acquisto di iPad mini 4 visto che il suo hardware è decisamente invecchiato. I modelli precedenti sono del tutto obsoleti. Comprarne uno significa andare incontro a severe limitazioni in fatto di prestazioni e probabilmente avere di fronte la prospettiva di una cessazione del supporto nel giro di un paio di anni. Un acquisto sarebbe da valutare solo se il costo fosse estremamente conveniente a fronte di un taglio di memoria generoso e fosse supportato dalla garanzia del venditore su batteria e funzionamento. Anche qui tenete conto che un iPad 2018 da 9,7 pollici nuovo ha un prezzo uficiale di 359 euro per 32 GB di memoria e si trova anche a meno presso venditori terzi.

Quale iPad scegliere: la guida di Macitynet
Anche per i modelli più vecchi sono disponibili diverse tipologie di accessori, come la tastiera (anche di terze parti)

Dove comprare l’usato

Comprare un iPad usato è una operazione da valutare con accortezza. Schermo e condizioni generali, oltre che specifiche, sono facilmente verificabili a vista. La batteria è invece un problema potenzialmente nascono che va valutato con attenzione perché un iPad con batterie compromesse diventa un cattivo acquisto perchè la sostituzione costa da Apple 99 euro. Meglio comprare a questo punto un ricondizionato. I luoghi migliori a nostro giudizio sono

Con un po’ di fortuna è anche possibile trovare i tablet in alcuni negozi come prodotti invenduti e non ancora restituiti ad Apple, magari qua e là approfittando di periodi temporali come occasioni.