fbpx
Home iPhonia iPhone iPhone 9, tutto quello che sappiamo del nuovo iPhone SE

iPhone 9, tutto quello che sappiamo del nuovo iPhone SE

Dopo iPhone 8 e 8 Plus, Apple ha annunciato iPhone X, XR, successivamente iPhone XS e XS Max, e ancor più di recentemente iPhone 11, iPhone 11 Pro e 11 Pro Max. Da questa storia manca iPhone SE 2, un telefono molto atteso in passato ma mai apparso anche se di esso si è parlato a lungo. L’ipotesi che iPhone SE 2 possa arrivare è ora tornata di attualità, anche se il nome in realtà è solo un segnaposto che vuole indicare un prodotto che, come l’originale iPhone SE, si colloca a margine della offerta tradizionale “premium” di Apple, per mirare al mercato più attento al prezzo. Questo iPhone potrebbe, infatti, chiamarsi non iPhone SE 2, ma iPhone 9 e avere novità e specifiche del tutto diverse da quelle inizialmente ipotizzate.

Vediamo le voci più attendibili sulle specifiche tecniche e sugli obbiettivi che Apple potrebbe voler raggiungere con esso.

iPhone 9 o iPhone SE 2?

Apple nel corso degli ultimi tre anni ha lanciato una rivoluzione nei nomi. La causa è stata l’arrivo di iPhone X che sulla carta doveva chiamarsi proprio iPhone 9. I “numeri” sono tornati dopo iPhone Xs Max con gli iPhone 11, ma di iPhone 9 non c’è più stata alcuna traccia. Visto che l’iPhone low cost dovrebbe prendere il posto di iPhone 8, superarlo in funzioni e potenza ma mantenere alcune delle sue caratteristiche di base, è presumibile che  iPhone 9 possa essere il suo nome. È infatti quasi impossibile che si chiami iPhone SE 2. Il vecchio iPhone SE è sparito da troppo tempo e marchiare il nuovo telefono con quel nome significherebbe riportare il modello nuovo indietro nel tempo a prima del lancio di iPhone 8 e persino iPhone 7. Per questo riteniamo che iPhone 9 possa essere il nome ideale del nuovo smartphone. Del resto questa nostra tesi, avanzata diversi mesi fa, sembra oggi essere quella prevalente. Il sito Macotakara l’ha confermata e sostenuta ad inizio dicembre 2020.

C’è ancora spazio per iPhone 9?

Ci sarebbe il caso di chiedersi se dopo iPhone X, con tutte le sue caratteristiche, tra cui il display OLED, e la strategia che ne è seguita con non più una sola linea tra cui scegliere, ma due “più una” (iPhone XS con iPhone XS Max e iPhone XR e poi i due Pro e iPhone 11) ci sia spazio per un nuovo prodotto differente da questi. Certo oggi c’è iPhone 8, ma viene considerato un prodotto morente nelle tecnologie che offre. In realtà a ben guardare un successore di iPhone 8 sarebbe molto importante per alcuni mercati perché potrebbe essere un dispositivo a costo più basso e dimensioni ridotte, una sorta di iPhone 11 low cost. Lo schema ipotizzabile sarebbe quindi questo

  • L’evoluzione di iPhone XS e iPhone XS, ossia iPhone 11 Pro e 11 Pro Max, la cui diagonale dello schermo è ancora di 5,8 e 6,5 pollici;
  • L’iPhone 11, successore di iPhone XR dello scorso anno. Uno smartphone con diagonale da 6,1 pollici e tecnologia LCD;
  • Una evoluzione di iPhone 8, il nostro ipotetico iPhone 9, con schermo LCD e display da 4,7 pollici, ma senza Face ID e senza la fotocamera avanzata di iPhone 11 e iPhone 11 Pro.

In questo scenario Apple potrebbe mantenere l’attuale prezzo basso di iPhone 8, aggiornandone alcune caratteristiche (come il processore) per andare su mercati più sensibili ai prezzi con un dispositivo in grado di supportare i suoi servizi.

iPhone 9 come sarà fatto

Arrivati in un momento storico per Apple in cui tutti gli iPhone sono derivati da iPhone X, sarebbe difficile immaginare un iPhone SE 2, o un iPhone 9, con estetica differente. Eppure, secondo i primi rumor in proposito, questo dispositivo dovrebbe essere più simile ad iPhone 8 che ad un iPhone X, iPhone XR o un iPhone 11.

Anche secondo le anticipazioni di Kuo, l’analista che più di ogni altro ha capacità di prevedere il futuro di Apple, nuovo iPhone 9 somiglierà ad iPhone 8 (ancora oggi proposto nel listino). La ragione di questa scelta stilistica è nei costi; un telefono simile se non identico nello chassis ad iPhone 8 permetterebbe di ridurre i costi. Per questo Apple aveva fatto iPhone SE identico ad iPhone 5 e iPhone 5s

iphone 2018 foto schema diagrammi Schema iPhone 6.1"

Se come abbiamo accennato iPhone 9 avrà Touch ID è facile immaginare per il nuovo modello bordi più o meno simili, forse più piccoli ma non esageratamente, rispetto a quelli iPhone 8 e 8 Plus. Per ridurre bordi e cornici in iPhone SE 2 con schermo LCD Apple potrebbe impiegare un nuovo chip 0.3t LED di retro illuminazione, costruito dalla giapponese Nichia. La percentuale di riduzione dei bordi e dello schermo potrebbe essere lo stesso che abbiamo visto applicata con iPad 7 rispetto ad iPad 6. Anche qui c’è stata una piccola diminuzione, ma la permanenza di Touch ID ha richiesto bordi maggiori rispetto a quelli di iPad Pro

Se invece che la tecnologia Touch ID, iPhone 9 dovesse ricorrere a Face ID questo inevitabilmente potrebbe incidere sulla estetica del terminale. L’erede del mai nato iPhone SE 2, il nostro iPhone 9 con notch in alto, in cui è alloggiato il modulo Face ID, potrebbe quel punto persino offrire uno schermo più grande.

Materiali, dimensioni, design e colori

Apple con iPhone 9, come ripetutamente affermato, punterà ad ottimizzare i costi. Quindi iPhone 9 Apple potrebbe tornare a impiegare uno chassis in metallo, abbandonando la scocca in vetro di iPhone 8. In questo modo, potrebbe veramente essere uno smartphone low cost. Questo però significherebbe rinunciare alla ricarica wireless, il che potrebbe essere un problema nelle strategie di marketing. Per questo sembra oggi molto accreditata l’ipotesi del dorso in vetro, come in iPhone 8 ma con finitura opaca, come negli ultimi modelli.

iPhone X 2018 foto rendering il nuovo iPhone 9

In ogni caso, vetro o metallo che sia, Phone 9 non dovrebbe essere uno smartphone colorato. Questo perché Apple ha dedicato al momento questa caratteristica solo alla linea XR e, oggi, al successore ufficiale, iPhone 11, per questo il ritorno dei colori non sembra sposarsi con l’idea di iPhone 9, anche se l’analista Ming Chi-Kuo, pensava ad iPhone 9 in tinte come arancione e blu. Come il primo iPhone SE, porremmo avere i classici colori tipici della line up di iPhone 8, quindi un dispositivo in nero, bianco, oro e oro rosa.A livello

dimensionale il termine di paragone è iPhone 8, che misura 138,4 X 67,3 X 7,3, ma le misure potrebbero anche essere ritoccate verso il basso se in qualche modo Apple riuscisse a ridurre le cornici. iPhone 9 potrebbe essere quindi una via di mezzo tra il più piccolo degli iPhone (iPhone SE) e lo standard da 4,7 pollici. Anche qui però va tenuto ben presente la necessità di tenere il fattore di forma vicino a quello di iPhone 8. Da alcune informazioni iPhone 9 avrà uno spessore di 7,8mm, quindi 0,5mm in più rispetto a iPhone 8, mentre altezza di 138,5mm e larghezza di 67,4mm risultano sostanzialmente identici a iPhone 8

Display

Uno dei fattori determinanti per il marketing di iPhone 9 sarà lo schermo, anche se poche sono le indiscrezioni in proposito. Non sarà da 4 pollici come iPhone SE, una misura ormai ritenuta del tutto obsoleta. Molto più probabile che l’iPhone sia da 4,7 pollici.

Per quanto riguarda le tecnologie, voci insistenti, hanno descritto iPhone 9 con un display AMOLED edge-to-edge. In realtà, come accennato poco sopra, pare poco credibile che Apple usi qui un display così avanzato quando su iPhone 11 usa un LCD. In questo caso dovremmo immaginare un telefono non parente di iPhone 8, ma di iPhone X. Questo sarebbe ovviamente possibile, ma per costo e soprattutto target di mercato correrebbe il rischio di ingenerare confusione nei clienti.

Per questo preferiamo dare credito a chi crede che Apple possa usare per lo schermo di iPhone 9 una componete basata sulla tecnologia Full Active Display che si distinguerebbe per la cornice ultra-sottile, fino a 0,5 mm. Si tratta di una sistema estremamente avanzato in grado di competere per molti aspetti con gli OLED, ma riducendo rispetto a questi i costi.

Questa componente sarebbe però disponibile in quantità ridotte e questo potrebbe costringere a posticipare l’effettiva disponibilità di questo terminale.  Una situazione già accaduta con iPhone XR che aveva adottato un nuovo display che ne ha ritardato il lancio effettivo.

Al momento, in ogni caso, il probabile fornitore dello schermo dovrebbe essere LG, uno dei partner privilegiati di Apple quando si tratta di schermi LCD.

Addio 3D Touch

Non ci sono notizie in merito, ma è verosimile immaginare un iPhone 9 senza 3D touch, ormai tramontato. Ricordiamo che questa tecnologia non è presente sulla linea di iPhone 11, dove abbiamo l’Haptic Touch. Questo aiuterebbe certamente a ridurre i costi, anche se dietro alla scelta c’è certamente una questione di accettazione (il 3D touch è stato accolto con freddezza anche gli sviluppatori) e di omologazione dei sistemi operativi (su iPad non è mai stato utilizzato)

Fotocamera

Mancano dettagli tecnici anche sul reparto fotografico di iPhone 9, ma con le ultime release hardware Apple ha dato un chiaro segnale: quello di voler puntare particolarmente sul reparto camera. Anche il più economico della nuova offerta iPhone 11, monta una doppio sensore. Su iPhone 9 potremmo quindi avere questa componente anche se, complice un differente processore e la necessità di differenziare le tecnologie, non tutte le novità software che abbiamo visto su iPhone 11 e iPhone 11 Pro (come Night mode, fotoritocco avanzato e così via). In pratica Apple potrebbe usare la fotocamera di iPhone 8 Plus

Sussiste però anche l’ipotesi che iPhone 9 per essere davvero molto economico possa usare una sola fotocamera sul retro. Ricordiamo, peraltro, che iPhone XR con camera posteriore singola, offriva ed offre tutt’ora ottimi scatti, anche con effetti software avanzati, come la funzione bokeh. Una soluzione valida se Apple vuole davvero ridurre i costi all’osso.

iPhone 2018

Processore e Ram

Apple in questi ultimi anni ha messo in campo una strategia che l’ha condotta a rilasciare prodotti formalmente ed esteticamente nuovi, ma con componenti datate. È il caso, ad esempio, degli iPad di settima generazione che hanno un vecchio processore A10, quello che App,e ha usato per iPhone 7. Questo le consente di tenere i prezzi più bassi e i proprio margini alti, visto che il processore è una componente tra le più costose di uno smartphone.

Per questa ragione Apple potrebbe anche decidere di usare per iPhone 9 lo stesso processore di iPhone 8, un A11, anche se al momento la tesi prevalente è che Apple utilizzerà un processore A12 Bionic lo stesso degli iPhone XS e iPhone XS Max. Si tratta di una componente costruita a 7 nanometri e del 40% più piccola ma anche in grado di consumare circa il 40% in meno rispetto ad Apple A11 e dare un incremento di velocità di circa il 20%. Per quanto riguarda la durata della batteria, dice MacWorld,  l’ipotesi è che il nuovo SoC a 7m consentirà di ottenere benefici non tanto durante l’uso ma in standby.

Infine Apple potrebbe usare anche un A13. Il telefono costerebbe di più, ma avrebbe un’elevata capacità di resistere all’invecchiamento. Questa ad esempio è la tesi di Ming Chi Kuo. Il  risparmio arriverebbe da altri aspetti come l’impiego di una tecnologia definita Substrate-Like Printed Circuit Board, meno costosa della scheda logica impiegata nella gamma iPhone 11.

In questo modello, ancora per ridurre i costi, Apple dovrebbe usare una scheda madre con solo 3 GB di memoria RAM, invece dei 4 GB di iPhone XS e iPhone XS Max.

Data d’uscita iPhone 9

L’arrivo dell’erede di iPhone SE 2 è stato previsto e smentito innumerevoli volte, ma negli ultimi mesi le previsioni sono diventate decisamente credibile perché secondo il più affidabile analista Apple, il già menzionato Ming Chi Kuo, iPhone 9 arriverà nei primi mesi del 2020. In passato è capitato che Apple rilasciasse gli iPhone nella primavera. Il mese più probabile era e resta marzo. Del resto iPhone SE è stato annunciato il 21 marzo 2016, con preordini il 24 marzo e messo in commercio il 31 marzo. A un anno di distanza, sempre a fine marzo 2018, la multinazionale di Cupertino aveva aggiornato il terminale con nuove capacità di memoria.

Apple potrebbe però avere qualche problema nel fornire gli iPhone 9 fin da subito per problemi nella produzione degli schermi che, pur LCS, sarebbero innovativi. Altre difficoltà potrebbero derivare dalla quantità di iPhone 9 che potrebbero finire sul mercato; secondo molte fonti iPhone 9 sarà talmente popolare da vendere da solo più dei due iPhone XS e iPhone 11 XS Max messi insieme.

Quanto alla produzione di iPhone SE 2, lo scorso anno non sono mancate voci sulla possibilità che sia esclusiva dell’ India, paese su cui Apple sta cercando di spostare la parte della produzione.

Prezzi di iPhone 9

iPhone 9 rimane, attualmente, il desiderio di molti utenti che vogliono un dispositivo  piccolo e maneggevole, ma con una diagonale superiore ai 4 pollici del modello precedente. In alcuni paesi come l’India o la Cina un cellulare come questo potrebbe essere di larga popolarità e non è il caso che siano stati i media indiani, che hanno chiamato il terminale iPhone XE, a parlare per primi di un “Phone SE 2”, avanzato.

 

Per avere successo dove uno smartphone “piccolo” potrebbe avere successo, il prezzo sarà una chiave. Gli stessi indiani hanno spiegato che potrebbe essere di 649 dollari, che da noi potrebbero diventare 699 euro. Ma oggi quel segmento di prezzo è oggi occupato da iPhone XR.

La nostra opinione è quindi che si deve guardare al prezzo attuale di iPhone 8 che parte da 559 euro, un costo che potrebbe mantenere, più o meno, anche iPhone 9. Questo listino consentirebbe ad Apple di avere un ampio ventaglio di prezzi: da iPhone 11 Pro Max, il top del top che costa quasi 1700 euro, ad un dispositivo che costa un terzo, arrivando così ad offrire le sue tecnologie ad un pubblico più vasto, senza svendere nulla.

La combinazione di prezzo e funzioni dovrebbe dare a questo smartphone un impulso di vendite straordinario. Secondo Ming Cho Kuo nel solo 2020 dovrebbe venderne 20 milioni.

 

Offerte Speciali

MacBook Pro 16 su Amazon scontato di 213€ e in pronta consegna

MacBook Pro 16 su Amazon in sconto fino a 390 euro

Continuano gli affari su Amazon per chi desidera un MacBook Pro da 16". La versione da 512 Gb costa solo 2430 euro, quella da 1 TB costa 2911 €
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,402FansMi piace
95,094FollowerSegui