iPhone X e 8, Apple TV 4K, Apple Watch LTE nella diretta del 12 settembre: ecco cosa ci aspetta

Ecco ciò che sarà presentato al Keynote Apple del 12 settembre per iPhone X: tra le tante certezze, anche alcuni dubbi e, perfino, alcuni sogni, che probabilmente non diverranno realtà

È di nuovo il momento di Apple: martedì 12 settembre, all’Apple Park, si tiene quello che potremmo definire, senza tema di essere smentiti, il più importante keynote degli ultimi dieci anni, secondo forse solo a quello con cui venne presentato l’iPhone originale.

iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus

Del resto il principale protagonista dell’evento sarà iPhone e non un iPhone qualunque, ma quello, appunto del decimo anniversario ricorrenza che è sottolineata anche dal nome: iPhone X. Non riassumeremo qui le caratteristiche del telefono. Abbiamo un articolo ad hoc a questo indirizzo, arricchito da uno più recente, che sintetizza tutto quello che offrirà, ma abbiamo lungamente e diffusamente parlato anche molto recentemente con informazioni “ultima ora” dello schermo OLED “tutto frontale” (che costringerà a una rivoluzione della barra di stato) delle funzionalità Face ID, dalla ricarica wireless, dai nuovi tasti, ai prezzi e ai tagli di memoria disponibili per finire con l’estetica.


In queste ultime ore il disvelamento della Golden Master di iOS 11 ha poi ulteriormente fatto luce sul profilo del dispositivo e di alcune delle sue funzioni peculiari e da questo abbiamo appreso che, davvero, potrebbe essere una rivoluzione e la piattaforma per un futuro differente per iPhone e conseguentemente tutto l’universo della telefonia. In arrivo ci sono anche due nuovi telefoni: iPhone 8 e iPhone 8 Plus che saranno gli eredi degli attuali iPhone 7.

Anche qui sappiamo diverse cose, anche se non tutto: dall’estetica differente (dorso in vetro) alla ricarica wireless, dalle nuove fotocamere a uno spessore, forse, aumentato anche se di pochissimo. Prevedibili anche nuovi colori e accessori differenti.

diretta del 12 settembre Apple

Apple Watch Series 3

Se è certo al 100%, che Apple presenterà il suo nuovo smartphone già il 12 settembre, è altrettanto sicuro che ci sarà anche un Apple Watch 3 LTE. Sappiamo, sempre dalla Golden Master sfuggita dai server della Mela, che sarà identico, o quasi, alle due precedenti edizioni, ma alcuni modelli  avranno il supporto alle telefonate e alle notifiche, rendendo finalmente il dispositivo più indipendente da iPhone. Macitynet ha spiegato riportando alcune indiscrezioni come funzionerà il supporto alle SIM, confermate dalla Golden Master che ci ha anche detto che ci saranno delle novità in fatto di colori. Molte novità arriveranno sicuramente dal sistema operativo.

Apple Watch con sim

Nuovi cinturini

Accanto al nuovo Apple Watch, Apple potrebbe anche presentare nuovi cinturini. Questa volta, però, non si tratterà di semplici bande connotate da una differente estetica e da un diverso stile. E’ possibile, infatti, che la Mela decida di presentare cinturini modulari, in grado di aggiungere funzionalità all’orologio. Tra questi, ad esempio, si ipotizza quello dotato di batteria integrata, per allungare la vita dello smartwatch. Resta il dubbio, sempre che tali cinturini esistano davvero, sulla compatibilità: li si potrà utilizzare solo con Apple Watch Serie 3, o saranno retrocompatibili con le prime due serie? Le prime possibili immagini del nuovo Apple Watch Series 3 LTE sembrano anticipare che i cinturini già acquistati per i modelli precedenti potranno essere impiegati anche sul nuovo.

cinturino-custodia

Nuova Apple TV 4K

Tanti gli indizi sull’arrivo di una nuova Apple TV 4K da parte di Apple. Il nuovo set top box di Cupertino, dapprima svelato da alcuni sviluppatori, poi dalla presenza di contenuti 4K in vendita su iTunes, si paleserà certamente al keynote del 12 settembre. Non si tratterà di una rivoluzione estetica, ma avremo migliorie importanti sotto al cofano: supporto ai contenuti 4K, alla tecnologia HDR e al Dolby Vision, oltre che all’ HDR10.

Nel frattempo l’occasione potrebbe essere opportuna per Apple per annunciare il nuovo listino prezzi sui film in Ultra HD da acquistare su iTunes. Non si sa molto altro sulla nuova periferica, ma è facile aspettarsi ulteriori migliorie, come uno spazio di archiviazione più ampio e un nuovo chip: l’attuale Apple TV utilizza l’A8, lanciato su iPhone 6 e 6 Plus nel 2014. Quel che è noto è che per avere video a 4K in streaming sarà necessario avere almeno una connessione da 15 Mbps

Apple TV

HomePod

Se già la carne al fuoco sembra davvero tanta, l’evento Apple del 12 settembre dovrà necessariamente tornare su HomePod. L’altoparlante smart con Siri a bordo è stato già annunciato alla WWDC 2017 del giugno scorso, ma qualche parola Apple dovrebbe spenderla anche a settembre, per dare maggiori informazioni sul suo funzionamento, come sul primo abbinamento ad esempio o sull’utilizzo in contemporanea di più altoparlanti. Di HomePod diverse cose le sappiamo da un’altra fuga di firmware (che ha svelato anche dettagli sui nuovi iPhone e nuovi Apple Watch). In ogni caso Homepod riguarderà il nostro mercato in maniera marginale per ora, visto che sarà disponibile da dicembre solo per i paesi anglofoni.

HomePod setup

AirPods 2

Considerando la scelta “estrema” di Apple nell’abolire il jack tradizionale da 3,5mm per le cuffie, è facile ipotizzare che Apple dedicherà qualche attenzione al rinnovo delle AirPod, anzi più che facile, è sicuro visto che anche di questo accessorio c’è traccia nella Golden Master. Un brevetto Apple rilasciato a luglio descrive i possibili nuovi auricolari, in grado di fungere da monitor ECG, e di calcolare la frequenza cardiaca, ma sembra che la revisione di domani (che potrebbe anche non trovare spazio esplicito nel keynote) avrà solo qualche piccola variazione rispetto all’attuale modello, come un LED di ricarica collocato all’esterno.

gene munster airpods

Naturalmente, i nuovi AirPod potrebbero anche migliorare la qualità del suono: un altro brevetto Apple lascerebbe intendere l’adozione di una nuova tecnologia per ridurre al minimo i suoni dall’esterno, ed isolare al massimo l’utente.

iPhone 6C

Sognare non costa nulla e, sebbene sia davvero difficile vedere un quarto iPhone presentato il 12 settembre, la speranza è ultima a morire. Dopo il triplete iPhone, infatti, ci potrebbe essere la sorpresa colorata: iPhone 6C sarebbe il successore ufficiale di iPhone 5c, quel terminale che fece tanto parlare di sé, pur senza fare troppa breccia nei cuori degli utenti. Di questo dispositivo però non abbiamo alcuna traccia in fatto di componenti e non esiste neppure alcun cenno nella Golden Master. Più probabile che si debba aspettare la primavera del prossimo anno, magari con una revisione estetica e un hardware simile a quello dell’attuale iPhone 7 all’interno.

iOS 11 e macOS High Sierra

Non solo hardware durante il Keynote Apple 12 settembre. Mai come questa volta, infatti, Apple dovrà concentrarsi sul software. Non solo perché, in effetti, sono numerosissime le nuove funzionalità incluse nell’aggiornamento, ma anche e soprattutto perché sarà il primo OS mobile di Cupertino a dover fare i conti con un display ancor più allungato, dovendosi adattare al formato di iPhone X, che tra le altre cose non presenterà più alcun tasto fisico frontale. Sarà curioso capire come potrà adattarsi al nuovo fattore forma, anche se alcuni render apparsi in rete hanno provato a rispondere al quesito.

 

iphone 8 ios 11 2

Poi Apple parlerà anche di macOS High Sierra che al momento appare un pochino negletto, per l’assenza di anticipazioni al riguardo, se si escludono ovviamente le beta pubbliche con contenuti e novità più monitorati. Ma visto che sarà rilasciato a breve anche questo sistema operativo dovrebbe avere uno spazio dedicato nel keynote.

Macitynet seguirà il keynote Apple 12 settembre in diretta a partire dalle 18 con una chat introduttiva di un’ora e poi fornendovi notizie aggiornate in italiano, corredate di foto, direttamente a questo indirizzo.