Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Android World » Tutti gli smartphone del MWC17 in un solo articolo

Tutti gli smartphone del MWC17 in un solo articolo

[banner]…[/banner]

Sono davvero tanti gli smartphone presentati, o anche solo mostrati al MWC17 conclusosi da pochi giorni. Macitynet vi ha già parlato singolarmente di ciascuno di questi, fornendo caratteristiche e immagini direttamente dalla fiera. In un solo articolo, adesso, riuniamo tutti, o quasi tutti, gli samrtphone annunciati alla kermesse spagnola. Metteteti comodi e scegliete il vostro prossimo smartphone, tra entry level, medio gamma e terminali top.

  • BlackBerry KEYone

Il primo terminale mostrato in apertura di MWC17 è stato KEYone di BlackBerry, che a differenza della totalità degli smartphone odierni continua a propone l’iconica tastiera fisica della società. Si presenta con dimensioni pari a 149.1×72.4×9.4 mm, e sopra la tastiera fisica il terminale propone un display da 4,5 pollici, con risoluzione 1620 x 1080 e un rapporto 3:2; sotto al cofano propone un processore octa-core, il Qualcomm Snapdragon 625 con X9 LTE , con clock a 2 GHz, e GPU Adreno 506, il tutto coadiuvato da 3 GB e uno storage interno da 32 GB, espandibile tramite microSD fino a 2 TB. Il reparto multimediale è affidato ad una camera posteriore da 12 MP e sensore Sony IMX378, con pixel di dimensione 1,55 um, apertura focale f/2.0, a due tonalità di flash LED, con una fotocamera anteriore da 8 MP, con messa fuoco fissa e un obiettivo grandangolare di 84 gradi.

  • LG G6

A rubare la scena, però, è stato LG G6, con un form factor 18:9 e parte frontale quasi interamente ricoperta dallo schermo. Al di là della caratteristica più rilevante ed esteticamente vistosa, il terminale offre uno schermo da 5,7 pollici con risoluzione QHD+, e tecnologia Full Vision, per una risoluzione totale di 2880×1440, e densità di pixel pari a 564 ppi. Avrà comunque dimensioni davvero contenute, equiparabili ad un attuale smartphone da 5,2 pollici,  pari a 148,9×71,9×7,9mm, e un peso complessivo di 163 grammi. Il processore è lo SnapDragon 821, supportato da 4GB di RAM. La parte multimediale è affidata ad una doppia camera posteriore, con un sensore da 13 MP, con apertura Wide e f. 2.4, e un altro sensore da 13 MP standard OIS 2.0 e apertura f. 1.8; la camera anteriore, invece, è da 5 MP con apertura F.2.2.

galleria LG G6

  • Huawei P10

Altro protagonista della fiera Huawei, che ha presentato i suoi top di gamma P10 e P10 Plus, successori dei modelli P9 che tanto successo hanno riscosso durante lo scorso anno. La scelta del colosso cinese è stata più tradizionale rispetto alla concorrenza LG, ma comunque originale se si guarda alla line up passata. Huawei 10, infatti, pur non proponendo cornici sottile come LG G6, rompe con la tradizione e abbandona la pulsantiera soft touch a schermo, per posizionare sulla parte frontale un tasto multifunzionale. Esteticamente simili, P10 monta un display da 5,1 pollici, con risoluzione Full HD e densità di pixel pari a 431 pp, mentre il modello Plus offre uno schermo da 5,5 pollici con risoluzione 2560×1440, e 534 ppi. Il processore per ambo i modelli è identico: Hisilicon Kirin 960, un octa core con clock a 2,4 GHz. Anche la GPU è la medesima per ambo i terminali, la Mali-G71 MP8. Oltre a display, a distinguere le due diverse varianti anche la RAM: 4GB su P10, 6 GB su P10 Plus. Anche lo storage interno è superiore sul modello Plus, pari a 128 GB, mentre il modello più piccolo da 5,1 pollici avrà a disposizione 64 GB; entrambi disporranno di slot MicroSD, che permette di espandere lo storage fino a 256 GB. Per l’Italia, i prezzi sono 679,90 Euro per P10 e 829,90 per P10 plus (solo 128GB).

  • Nokia 3,5,6

Il MWC17 ha segnato il grande ritorno di Nokia, che dopo la parentesi Windows Phone, torna sul palcoscenico degli smartphone grazie a HMD, lato Android. Il primo dei 3, il top di gamma, monta un display 5,5 pollici Full HD con protezione 2.5D Gorilla Glass, processore Qualcomm Snapdragon 430, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, con camera posteriore da 16MP e frontale da 8 MP.  Il modello intermedio, Nokia 5, offre un display da 5 pollici, processore Qualcomm Snapdragon 430, 16 GB di storage interno, 2 GB di RAM, una camera posteriore da 13 MP con sensore wide, e una  anteriore da 8MP.  Chiude il tris Nokia 3, Nokia 3, con CPU MediaTek 6737, 2GB di RAM, 16 GB di spazio interno, e display da 5 pollici. C’è anche una camera  frontale da 8 megapixel, con sensore uguale sul posteriore.nokia 6

  • Alcatel

Senza dubbio particolare la scelta operata da Alcatel con A5 LED. Si tratta di uno smartphone con la back cover illuminata di diversi colori, a seconda delle notifiche in entrata. A livello di caratteristiche tecniche, A5 LED propone connettività 4G LTE e processore octa-core, con un display HD da 5,2”. Alcatel A5 LED è dotato di una fotocamera frontale da 5MP con flash per selfie più nitidi, e include funzionalità aggiuntive lato software, come iI Face Beauty software, per volti senza imperfezioni, e Face Show, che permette di trasformare i propri selfie in video clip personalizzati. La fotocamera principale, quella posteriore, è invece da 8 MP e include il flash dual-tone. Tra gli altri terminali della società in mostra al MWC17 anche il modello A3 e U5.

MWC17 Alcatel

  • Nokia 3310

Nokia ha puntato molto anche sull’effetto nostalgia, resuscitando al MWC17 anche il vecchio e caro 3310, rivisitato in chiave moderna. Le dimensioni sono di 115.6 x 51 x 12.8mm, con un peso di appena 79g. Il pannello a bordo è un’aunità QVGA da 2.4 pollici, mentre lo storage interno è da 16 GB, espandibile tramite microSD fino a 32 GB. Propone sul retro anche una camera da 2MP, e naturalmente fa affidamento su una versioe rinnovata del noto Snake. A questo indirizzo un confronto tra il vecchio e il nuovo.

  • Wiko

Non è mancato neppure Wiko al MWC17, che ha saputo negli ultimi anni ritagliarsi una fetta importante all’interno del panorama. Alla fiera presentati Wim e Wim Lite. Il terminale, nella versione top, può registrare video in 4K, gode di un display da 5.5’’ Full HD a 401 PPI con tecnologia AMOLED e monta un processore Qualcomm Snapdragon 626 Octa-core da 2.2. GHz con 4GB di RAM, connettività 4G LTE Categoria 6, VoLTE e VoWiFi. La variante Lite, invece, si basa su un Qualcomm Snapdragon 435 Octa-Core da 1,4 GHz con 3GB di RAM e 16GB di ROM, con un display Full HD da 5 pollici. Ciò che ha colpito di Wiko WIM, però, è il reparto multimediale:  due fotocamere posteriori RGB e Black&White con sensore Sony IMX258, entrambe da 13 MP, accoppiate al Dual LED Tone Flash e ad un’apertura di 2.0, con possibilità di salvare le immagini in formato RAW.

wiko wim

  • Gionee

Anche Gionee ha mostrato i suoi nuovi terminali al MWC17, Gionee A1 e A1 Plus, simili per forma e aspetto a Huawei P10 o ai Meizu Note.  A1 propone un display Full HD con diagonale da 5,5 pollici, tecnologia IPS, e display 2.4D. Al suo interno, contrariamente ai rumor diffusi nei mesi scorsi, un processore Octa Core con clock a 2.0GHz, non 1.8 GHz. Al di là di queste caratteristiche, che a dire il vero riprendono un po’ quelle di molti altri terminali nella stessa fascia di prezzo, Gionee A1 punta molto, come il suo fratello maggiore, su autonomia e reparto multimediale. Quanto al primo aspetto, offre una batteria particolarmente capiente da ben 4010 mAh, con ricarica Ultra Fast, grazie alla presa da muro fornita in dotazione, da 18W. Il secondo aspetto, invece, farà gioire gli amanti dei selfie, proponendo una camera anteriore da ben 16 MP, con una posteriore da 13 MP, che in questo caso funge da camera secondaria. Si tratta di numero da top di gamma, proprio come quelli di RAM e ROM interna: Gionee A1 disporrà di 4GB di RAM e 64 GB di storage integrato.

Il modello Plus, invece, che condivide con A1 il design, diventa più grande in tutto. Si parte con un display da 6 pollici, sempre co risoluzione Full HD, tecnologia IP e vetro 2.5D. RAM e ROM rimangono immutati, mentre la clock della CPU sale a 2.5GHz. Incrementa anche la batteria, che in questo modello è da 455a mAh, con carica Ultra Fast, mentre le due camere del dispositivo subiscono un ritocco verso l’alto.

  • Sony

Al MWC17 Sony porta Xperia XZ Premium, che punta tutto sullo schermo 4K e possibilità di registrare video slow motion super a 960 fps. Per riuscire nell’impresa, l’azienda ha creato un sistema di Motion Eye che, combinato al sensore ExmorTMRS, assicura per l’appunto la cattura di video a questo framerate. A livello tecnico la camera monta un sensore da 19MP con pixel più grandi del 19%, capaci di catturare più luce per foto nitide anche in situazioni di scarsa luminosità e con soggetti retroilluminati. Tra le altre caratteristiche tecniche, Xperia XZ Premium monta un processore Qualcomm Snapdragon 835 ed è così capace di supportare la rete LTE di classe Gigabit grazie al modem Snapdragon X16 LTE integrato: in numeri assicura connessioni fino a 1Gbps, praticamente velocità da fibra ottica ma in mobilità.

Sony XZ Premium

Anche gli altri due modelli presentati,  XA1 e XA1 Ultra, puntano molto sul reparto fotografico. Su XA la fotocamera posteriore offre un sensore d’immagine ExmorTMRS da 23 MP con dimensione 1/2.3” accompagnato da lenti F2.0, hardware al quale si accede in soli 0.6 secondi passando dallo standby alla modalità di scatto. Inoltre, per quanto concerne i selfie, su XA1 è presente una camera anteriore da 8 MP, sensore che accompagna l’obiettivo grandangolare da 23 mm, ottimo anche per gli autoscatti di gruppo.

Megapixel raddoppiati in XA1 Ultra che, invece, presenta una fotocamera anteriore da 16 MP con stabilizzatore ottico dell’immagine che di fatto migliora la qualità dei selfie scattati in condizioni di scarsa luminosità, potenziati da un flash intelligente che illumina naturalmente il viso. Da questo punto di vista c’è la funzionalità Hand Shutter pensata proprio per migliorare la cattura degli autoscatti con la fotocamera frontale. Schemo da 5 pollici HD su XA, mentre da 6 pollici Full HD su XA1. A questo indirizzo il focus di Macitynet.

  • Lenovo

Al MWC17 anche Moto G5 e Moto G5 Plus, aggiornamenti alla precedente linea, che rimane esteticamente molto simile. Moto G5 offre un processore Snapdragon 430 con clock fino a 1,4 GHz 3 GPU Adreno 505. Arriverà sul mercato con un display Full HD da 5 pollici, con 441 ppi. Le varianti disponibili consentiranno di scegliere storage da 16 o 32 GB, con 2 o 3 GB di RAM, con la  camera posteriore da 13 MP, con apertura f. 2.0, Flash LED e dimensione dei pixel pari a 1,1 um. Quella frontale, invece, consta di un sensore da 5 megapixel, con apertura f. 2.2.

Il modello Plus, propone un pannello da 5,2 pollici, sempre Full HD, con una densità di pixel pari a 424. Moto G5 Plus è dotato di fotocamera da 12 megapixel, con doppio autofocus pixel che punta al soggetto rapidamente, utilizzando 10 volte più pixel in più sul sensore, si può mettere a fuoco il soggetto con una rapidità del 60% superiore rispetto al precedente Moto G4 Plus. Moto G5 Plus è alimentato da un processore octa-core da 2.0 GHz, lo Snapdragon 625, e una GPU Adreno 506. Sarà disponibile sul mercato nei tagli 16 e 32 GB, con 3 o 4 GB di RAM. Al suo interno anche una batteria da 3000 mAh con carica veloce grazie all’adattatore TurboPower, che garantisce fino a sei ore di durata della batteria con soli 15 minuti di ricarica.

  • Haier

Tre i nuovi terminali in mostra al MWC17 di Haier: Leisure L7, Ginger G7 e Ginger G7s. L7 è dotato di un display Full HD da 5,5 pollici Full HD, con un reparto fotografico affidato a sensori da 13 MP, per il modulo posteriore, e da 5 MP per quello anteriore. Al suo interno il dispositivo è alimentato da un processore Snapdragon 430, che combina otto core ARM Cortex-A53 con clock fino a 1,4 GHz, coadiuvato da una GPU Adreno 505 e 3 GB di RAM.

G7 e Ginger G7S. Entrambi sono dotati di uno schermo da 5 pollici in formato con risoluzione 1280 × 720 pixel, e il chip Mediatek MT6737, con quattro core  e architettura ARM Cortex-A53 a 1,25 GHz. Entrambi, con GPU ARM Mali-T720. Cambia la RAM: Ginger G7 ha a bordo 1 GB di RAM, G7s, invece, 2 GB.

  • Hisense

Hisense si è presentato al MWC17 con le idee chiare, proponendo terminali con caratteristiche decise: C30 Rock, come suggerisce lo stesso nome, punta molto sulla robustezza, mentre A2 prova a stupire con un doppio display. Il primo, particolarmente resistente, è dotato di uno schermo Gorilla Glass di quarta generazione, con certificazione IP68, quindi impermeabile e resistente a polvere e agli urti. Propone un display da 5,2 pollici FullHD, con tecnologia IPS, una CPU Qualcomm Snapdragon 430 octa-core a 1,4 GHz. coadiuvato da 3GB di RAM e da una GPU Adreno 505. La camera posteriore è da 16 MP con f/2.0, Flash LED e Autofocus; quella anteriore è da 5MP.

Hisense A2 è il secondo dei terminali presentati alla kermesse spagnola, sicuramente il più originale. È dotato infatti di un display 5.5 pollici anteriore con tecnologia Super AMOLED e risoluzione Full HD, mentre nella parte posteriore del dispositivo è incorporato un secondo schermo da 5.2 pollici, E-ink QHD, con risoluzione 960×540, a basso consumo energetico, progettato principalmente per la lettura. Al suo interno una CPU Qualcomm Snapdragon 430 octa-core a 1,4 GHz, Adreno 505, 4GB di RAM e memoria interna da 64 GB espandibile con microSD fino a 128 GB. Anche in questo caso il reparto multimediale è affidato ad una camera posteriore da 16 MP f/2.0 con Flash LED e Autofocus, mentre quella frontale è da 5 MP f/2.4.

mwc17 hisense

  • Vernee

Vernee stuzzica al MWC17 con Apollo 2, anche se il top di gamma non era presente in fiera, se non con un mockup non funzionante. Tra i terminali fotografati in fiera da Macitynet, il modello Mars, dalle linee per certi aspetti simile ad iPhone 7.

Tra gli altri, anche Thor Plus, che a differenza del diretto predecessore, vanta un display più grande da 5,5 pollici, anche se con una risoluzione sempre HD, 720p. La novità, però, riguarda soprattutto la tecnologia impiegata,  questa volta AMOLED e non IPS, con un processore MTK6753, supportato da 3 GB di RAM e 16 GB di memoria interna.

Apollo X, invece, sarà un terminale con display da 5,5 pollici, con risoluzione Full HD e tecnologia Sharp IGZO. Al suo interno a muovere il terminale un processore Helio X20 deca-core, con supporto di 4 GB di RAM. La memoria integrata sarà da 64 GB, mentre il reparto multimediale sarà affidato ad un modulo principale da 16 MP, con quello secondario da 5MP. L’autonomia affidata ad una batteria da 3500 mAh, mentre il sistema operativo sarà Android 7.1.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità