iOS 15, ecco tutte le novità del nuovo sistema operativo

Tutto quel che sappiamo su iOS 15

A circa un anno di distanza dal lancio di iOS 14 e con in mezzo iOS 14.5 arriva anche iOS 15. Presentato al keynote di apertura della WWDC 21, iOS 15 è l’indispensabile sistema operativo per i nuovi iPhone 13 e 13 Pro, oltre che per gli iPad mini 6 e iPad 9. Molte delle  novità del sistema sono ufficiali fin dallo scorso giugno, quando Apple aveva rilasciato la prima beta agli sviluppatori. Altre più piccole si sono via via aggiunte man mano che sono stati svelati nuovi dispositivi e affinato il sistema operativo.

iOS 15 dopo iOS 14

Se per gli iPhone (come nel caso di iPhone 13) c’è sempre qualche legittimo dubbio sui nomi, per quando riguarda il successore di iPhone 14 non sembravano poterci essere molte discussioni. Ed infatti, si chiama iOS 15. Praticamente da sempre Apple ha seguito una denominazione numerale che aggiunge una unità al precedente. Resta da vedere fino a quando questa scelta continuerà. Possibile che in futuro Apple sia costretta a cambiare nome di marketing, ma questa non è faccenda di breve termine.

Compatibilità iOS 15

Il dubbio che affliggeva tutti era quello che ruotava intorno alla compatibilità di iOS 15. Il timore è che Apple potesse tagliare fuori alcuni dei dispositivi più vecchi, ma non sarà così. Quindi iOS 15 sarà compatibile con gli stessi telefoni e tablet con i quali è compatibile iOS 14.  Attenzione però: Apple sottolinea che “Nuove funzioni saranno disponibili in autunno come aggiornamento software gratuito per iPhone 6s e modelli successivi”. In più “Stabilità della camminata sarà disponibile come aggiornamento software gratuito per iPhone 8 e modelli successivi”. Questo vuol dire che se è vero che iOS 15 si installerà da subito su tutti i telefoni compatibili, qualche funzione sarà operativa più avanti. Non è da escludere che qualche altra funzione verrà a mancare in telefoni più vecchi. Ecco, comunque, qui di seguito tutti i telefoni compatibili con iOS 15

  • iPhone 6 e 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhod touch 7th gen
  • iPhone 7 e 7 Plus
  • iPhone 8 e 8 Plus
  • iPhone X
  • iPhone XS e XS Max
  • iPhone XR
  • iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max
  • iPhone SE di prima e seconda generazione
  • iPhone 12 mini, iPhone 12, 12 Pro e Pro Max
  • Tutti i modelli di iPhone 13

Tutto quel che sappiamo su iOS 15, novità e data di uscita

Novità iOS 15

La presentazione di iOS 15, come detto, è arrivata durante l’evento di apertura della WWDC 21, che da calendario aveva preso il via lo scorso 7 giugno. Anche se Apple potrebbe sempre decidere di aggiungere, o rimuovere, a sorpresa funzioni a iOS 15 prima del lancio definitivo, in questo articolo ci sono sicuramente tutte le novità principali. Altre arriveranno man mano, come è successo con “Sblocca con Apple Watch“, che si è ampliato per meglio sbloccare l’iPhone anche quando si indossa la mascherina.

Nuove App

La prima importante novità è a livello visivo, almeno per alcune app ridisegnate. Apple ha deciso di modificare in modo sostanziale, seppur senza rivoluzioni, alcuni applicativi prime parti.

Foto

Quasi in risposta alle molte novità inserite da Google nella propria app fotografica, anche Apple ha deciso di mettere mano all’app Foto su iOS 15. La modifica più importante è alla funzione Ricordi, che adesso si presenta con nuovo look e una nuova interfaccia interattiva. Adesso, peraltro, è integrata con Apple Music, e grazie all’intelligenza on-device offrirà suggerimenti per brani personalizzati adatti a dare vita ai ricordi. Inoltre, l’app Foto mostra su iOS 15 i dati EXIF delle immagini.

Foto di iOS 15 riconosce ancora meglio i volti delle persone

Ancora, l’app Foto su iPhone riconosce e raggruppa i volti delle persone nelle foto. È possibile assegnare un nome alle persone nelle foto, contrassegnarne alcune come preferite e altro ancora. L’app esegue la scansione delle foto aiutando a riconoscere rapidamente persone, scene e oggetti ritratti.

Altre novità di Foto

Foto offre anche una serie di altre novità.

  • Filtri e regolazioni automatiche alle foto di ricordi per omologarne l’aspetto
  • Correlazione tra i ricordi
  • Possibilità di modificare le foto correlate
  • Possibilità di modificare date e luogo di scatto

Safari

Importanti cambiamenti arrivano per Safari. Anche in questo caso si inizia da un design tutto nuovo, che facilita la selezione dei controlli con una sola mano e mette in primo piano i contenuti. E’ presente una nuova barra tab, più compatta e leggera, che fluttua alla base dello schermo e che consente all’utente di passare da un pannello all’altro più facilmente. Non mancano nuove funzioni tra cui la pagina iniziale personalizzabile e le estensioni web di terze parti in iOS: sì, Apple ha portato le estensioni da Safari per Mac a iOS.

Come disabilitare i siti visitati spesso con Safari su iPhone, iPad e Mac

Meteo e Note

Tra le novità che sono immediatamente percepite alla vista, le nuove applicazioni Meteo e Note. Apple ha deciso di ridisegnarle. Adesso, l’app Meteo include nuove modalità di visualizzazione dei dati, mappe a tutto schermo e layout dinamici che cambiano in base alle condizioni. L’utente può godere di sfondi animati nuovi, che vanno a rispecchiare la posizione del sole e le precipitazioni in modo più fedele e veritiero, mentre l’ora di inizio e fine di pioggia e nevicate viene segnalata tramite notifica. Peraltro, nella beta 3 di iOS 15 l’app Mappe tiene conto di allerte meteorologiche per gli spostamenti in auto.

Tutto quel che sappiamo su iOS 15, novità e data di uscita

L’applicazione Note, invece, offre la possibilità di creare tag personalizzati per semplificare la categorizzazione delle note. Inoltre, importanti risultano le menzioni per permettere a chi condivide le proprie note di informare gli altri di eventuali modifiche.

Ultimo, non per importanza, è stata introdotta la nuova vista Activity, che mostra la cronologia recente di ogni nota condivisa.

Salute

Apple continua a puntare molto su salute e benessere, ed è per questo che su iOS 15 ha messo mano all’app Salute. Tra le novità la possibilità di condividere i dati sanitari con medici e familiari e di ricevere notifiche in tempo reale sullo stato di salute dei propri cari. Oltre alla funzione di condivisione, tra le novità che Apple ha implementato con iOS 15 sull’app Salute c’è il “Stabilità Camminata”, che praticamente tiene traccia del modo in cui cambia l’andatura e l’equilibrio della persona per valutarne il rischio di caduta e, nel caso, avvisa l’utente con una notifica.

Bozza automatica

Arriva anche “Tendenze”, ovvero una funzionalità che permette di analizzare in maniera approfondita come cambia il corpo nel lungo periodo, ad esempio analizzando le variazioni nella fisiologia dell’utente per aiutarlo a valutare in maniera migliore i propri obiettivi. Per finire l’app Salute con iOS 15 beneficerà di una descrizione più dettagliata di tutti i dati degli esami aggiunti nell’applicazione, comprese tutte quelle informazioni che riguardano i potenziali rischi per la sua salute.

Dov’è

Su iOS 15 Dov’è ottiene nuove funzioni, che aiutano a localizzare un dispositivo che è stato spento o inizializzato, e anche la posizione in live-streaming con amici e parenti che decidono di condividere la propria posizione.

Un ricercatore riferisce di una potenziale falla nella rete “Dov’è”

C’è anche l’avviso Separazione, che invia una notifica all’utente se lascia un AirTag, un dispositivo Apple o un accessorio della rete Dov’è in un luogo inusuale; la rete Dov’è supporterà gli AirPods Pro e le AirPods Max anche se non da subito. Questa funzione arriverà con un aggiornamento più avanti in autunno.

Ancora, c’è un nuovo widget dell’app Dov’è offre una panoramica a colpo d’occhio direttamente dalla schermata Home.

Importante notare che se installate iOS 15, il vostro iPhone potrà essere rintracciato in qualsiasi momento, anche quando risulta apparentemente spento. L’aggiornamento fa sì che iPhone si comporti un po’ come gli AirTag: quando viene spento in realtà la batteria non viene staccata completamente ma rimane invece in una sorta di modalità a basso consumo che consentirebbe a qualsiasi dispositivo Apple nelle vicinanze di rilevare il segnale Bluetooth del telefono per restituirne la posizione.

FaceTime e SharePlay

Considerando che la pandemia ha posto un focus sulle chiamate a distanza, non stupisce che Apple abbia deciso di potenziare FaceTime, che aiuta l’utente a restare sempre più in contatto con le persone a cui si tiene maggiormente. Il primo miglioramento importante è l’arrivo dell’audio spaziale, così che le voci sembreranno provenire dal punto in cui l’interlocutore appare sullo schermo, restituendo chiamate più naturali. Non mancano anche nuove modalità del microfono che separano la voce dell’utente dai rumori di fondo, per rendere più chiara la conversazione, anche quando si parla in ambienti più rumorosi, come potrebbe essere la propria casa.

FaceTime riprende anche la funzione Ritratti, che ormai gli utenti iPhone sono abituati a conoscere nelle foto. Da iOS 15 la funzione è disponibile anche per FaceTime, così da poter sfocare lo sfondo e mettere se stesso a fuoco, magari eliminando anche un background casalingo non troppo professionale. Inoltre, FaceTime di gruppo offre anche una nuova vista a griglia che permette di vedere più partecipanti contemporaneamente.

A tutto questo si aggiunge SharePlay, funzione che permette all’utente di condividere esperienze mentre chiacchiera in FaceTime con gli amici o la famiglia: ascoltare brani da Apple Music, guardare un film o l’episodio di una serie, o condividere lo schermo per visualizzare insieme le app.

FaceTime su Android

FaceTime arriva anche su Android, e su altre piattaforme. Non come applicazione standalone, o almeno non al momento. In ogni caso, grazie a iOS 15 le chiamate con FaceTime non saranno più un’esclusiva dei dispositivi Apple: l’utente potrà creare un link da un iPhone, iPad o Mac e condividerlo con Messaggi, Calendario, Mail o un’app di terze parti permettendo a chiunque di unirsi via browser da dispositivi Android e Windows. Le chiamate FaceTime sul web rimangono criptate end-to-end.

Nuove funzioni

Oltre che a lavorare sull’estetica e il design di alcune app, Apple non ha certo dimenticato le funzionalità e l’efficienza di sistema. Molti, infatti, sono gli interventi per rendere ancor più funzionale e sicuro iOS 15.

Notifiche

Su iOS 15 Apple ha deciso di mettere mano alle notifiche, ridisegnandole così da di includere la foto dei contatti, se si tratta di persone, e icone più grandi per le app. L’intento di Apple è quello di facilitare, in questo modo, l’identificazione delle notifiche, così da rendere ad un primo sguardo capire di che si tratta.

Bozza automatica

Ancora, iOS 15 include un nuovo sistema di riepilogo delle notifiche, che raggruppa quelle meno urgenti ritardandole, e mostrandole quando è più opportuno, ad esempio la mattina o la sera. Questo sistema si baserà sull’intelligenza on-device, che mostra le notifiche in base alla priorità, con le più rilevanti in cima e in base alle interazioni dell’utente con le app.

Ovviamente, i messaggi urgenti verranno consegnati all’istante, così le comunicazioni importanti non finiranno nel riepilogo e le app e i thread dei messaggi potranno essere facilmente silenziati per un’ora o per l’intera giornata.

In sostanza, le notifiche di iOS 15 sono state riprogettate per aiutare l’utente a restare concentrato sulle cose che contano di più. Con iOS 15 arriva anche l’opzione “Focus” con cui l’utente dichiara apertamente al dispositivo – e a chi prova a contattarlo – cosa sta facendo in quel momento, ad esempio se sta lavorando o studiando, e per quanto si protrarrà quella particolare condizione.

Privacy on device – Siri

La parola d’ordine, per Apple, è sempre Privacy. Con iOs 15 lo è ancor di più, anche grazie alle nuove tecnologie on device, tra cui Siri. Con il riconoscimento vocale on‑device, l’audio delle richieste a Siri viene elaborato interamente su iPhone per impostazione predefinita. Questo porta a un duplice vantaggio. La sicurezza, in primis, considerato che l’audio non varca i confini del proprio dispositivo, quindi non finisce sul cloud per l’elaborazione. E ancora, la velocità: un riconoscimento vocale che non richiede elaborazioni esterne, si traduce in una risposta praticamente immediata, più veloce e reattiva.

Tutto quel che sappiamo su iOS 15, novità e quando esce

La privacy, ancora, migliorerà su Mail, che adesso impedisce al mittente di sapere se un’email viene stata aperta; sono anche nascosti gli indirizzi IP in modo che il mittente non potrà sapere la posizione del referente o utilizzarla per creare un profilo.

Apple, inoltre, aggiunge su iOS 15 un resoconto sulla privacy delle app, grazie al quale gli utenti hanno sempre a portata di mano una panoramica di come le app utilizzano l’accesso che è stato loro consentito alla posizione, alle foto, alla fotocamera, al microfono e ai contatti negli ultimi sette giorni, e quali altri domini vengono contattati.

Tim Cook ha esaltato in video le potenzialità della nuova Privacy di iOS 15. Potete guardarlo a questo indirizzo.

Indicazione Erede

Tra le novità di iOS 15 c’è anche il nuovo programma Digital Legacy, opzione che dà agli utenti la possibilità di attivare una sorta di «testamento digitale» per consentire ad un erede di accedere all’account dell’Apple ID e altre informazioni personali in caso di morte.

Ricerca Spotlight

Anche la ricerca Spotlight si serve dell’intelligenza on device per cercare le foto per località, persone, scene o oggetti. Inoltre, grazie alla funzione Testo live l’utente può trovare i testi digitati e scritti a mano presenti nelle foto.

iOS 15, le principali novità

Spotlight si iOS 15 offre anche la ricerca di immagini web e nuovi risultati multimediali per attori, musicisti, serie TV e film. Non solo, per ogni ricerca di un contatto, appariranno  anche le conversazioni recenti, le foto condivise e persino la sua posizione, se condivisa con Dov’è.

Interfaccia

iOS 14 è stato un importante aggiornamento dal punto di vista funzionale e anche sotto il profilo dell’interfaccia. Avevamo già detto che sarebbe stato difficile attendersi qualche cosa di tanto importante per iOS 15. In effetti, Apple non ha parlato ad una rivoluzione della UI dell’intero sistema operativo ma qualche variazione c’è

Proviamo allora ad anticipare quel che Apple non ha detto, anche tenendo conto di indizi apparsi nelle settimane scorse. Uno di questo deriva dal alcune icone che mostrano elementi meno “piatti”. Ad esempio quella di App Store Connect ha un simbolo graficamente più elaborato e complesso, con colorazione, ombreggiature e luci che conferiscono un aspetto tridimensionale al logo di App Store per sviluppatori. È stata introdotta anche una doppia linea di cornice che conferisce al tutto un aspetto in rilievo. Del resto anche la nuova icona di Apple Music for Artists appena rilasciata è stata sottoposta a un aggiornamento grafico molto simile. Lo stile di queste due icone è diverso da quello finora visto in iOS 14, ed è più simile invece a macOS Big Sur

Tutto quel che sappiamo su iOS 15, novità e data di uscita
L’icona di App Store Connect ha una grafica meno piatta e semplificata. Saranno così anche le altre icone di iOS 15?

Ancora, tra le novità di iOS 15 che riguardano l’App Store, c’è la possibilità di scoprire gli eventi in programma nelle app e nei giochi, per esempio contest, anteprime di nuovi film e streaming in diretta, direttamente sull’App Store.

Se siete fermi ad iOS 14 assaggio dell’interfaccia, sappiate che potete scaricare sin d’ora gli sfondi iOS 15.

Gli sfondi di iOS 15 si possono scaricare già adesso

Patente e carta di identità

Nella beta di iOS 15 è stato individuato codice che fa riferimento a specifici meccanismi di sicurezza per memorizzare su iPhone e Apple Watch patente e documento d’identità. Chissà che Apple possa inserire questa novità i future versioni.

iOS 15, funzioni avanzate di riconoscimento volti per memorizzare patente e carta d’identità

Altre funzioni

Con Apple, si sa, l’elenco delle nuove funzioni è sempre più lungo di quanto viene effettivamente presentato. Storicamente, quando Apple tiene un evento, si scopre solo parte di quel che ha presentato, mentre una lunga lista di novità viene poi dettagliata dai comunicati stampa ufficiali. Anche in questo caso, iOS 15 presenta un elenco sterminato di piccole, ma significative, nuove funzionalità. Le riportiamo di seguito.

  • Siri offre la funzione Annuncia Notifiche su auricolari e cuffie AirPods, la possibilità di condividere ciò che appare sullo schermo semplicemente chiedendo, e molto altro;
  • la funzione “condivisi con te” funziona a livello di sistema;
  • con iOS 15 si può disattivare la modalità notte;
  • iOS 15 supporta il formato WebM Audio in Safari;
  • iCloud+ offre nuove funzioni premium, tra cui “Nascondi la mia e-mail”, il supporto esteso per i video sicuri di HomeKit, e iCloud Private Relay, un nuovo servizio per garantire la privacy online, senza costi aggiuntivi (inizialmente sarà proposto come beta);
  • chi crea accessori HomeKit ora può integrare la funzione “Ehi Siri” nei propri prodotti;
  • l’app Traduci ha una nuova funzione di traduzione in tempo reale, e la traduzione avviene a livello di sistema;
  • iOS 15 supporta il drag & drop di elementi tra app;
  • l’app Apple TV ha ora la nuova sezione “For All of You” che mostra una raccolta di serie e film sulla base degli interessi di determinate persone o dell’intera famiglia;
  • nuovo servizio di setup di iPhone;
  • con iOS 15, Apple riporta in auge il suo popolare e iconico strumento a rotella per la selezione di data e ora;
  • con iOS 15 le Memoji guadagnano oltre 40 abiti, oggetti vari e opzioni di accessibilità;
  • nuove funzioni per l’accessibilità: ora l’utente può usare VoiceOver per esplorare ancora più informazioni su persone, testo, dati di tabelle e altri elementi nelle immagini. A supporto della neurodiversità, nuovi suoni di sottofondo aiutano a ridurre al minimo le distrazioni. E per chi ha difficoltà uditive, “Made for iPhone” supporta nuovi apparecchi acustici bidirezionali. Sound Actions personalizza Controllo interruttori in modo che funzioni con i suoni vocali, e l’utente può ora personalizzare le dimensioni degli elementi e del testo per ogni singola app. Inoltre, Apple sta aggiungendo alla funzione “Regolazioni auricolari” il supporto per il riconoscimento degli audiogrammi importati, ossia i grafici che mostrano il risultato di un test dell’udito.

Quando esce iOS 15

Anzitutto, la data di rilascio. Come già accennato, iOS 15 è stato presentato alla WWDC 2021. E’ stato rilasciato ufficialmente il 20 Settembre 2021


Link utili su iOS 15:

Articolo precedenteDigiquest è il decoder digitale terrestre che registra con il doppio tuner
Articolo successivoiOS 15, iPadOS 15, Watch OS 8 e tvOS 15 sono arrivati