HomeMacityEventiWWDC 2021 pronta al via, che cosa presenterà Apple?

WWDC 2021 pronta al via, che cosa presenterà Apple?

Si avvicina la data della WWDC 2021; il grande evento per sviluppatori ancora una volta, dopo lo scorso anno, si svolgerà da lunedì 7 a venerdì 11 giugno in versione esclusivamente on line. Una formula obbligata dalla situazione pandemica che riduce le possibilità di movimento e sconsiglia fortemente eventi con la presenza nello stesso luogo di un grande numero di persone. Nonostante la formula on line, non cambiano però i traguardi che Apple vuole raggiungere con WWDC e non cade neppure la sua aura di interesse per tutto il pubblico, non solo per gli sviluppatori.

Che cosa è la WWDC

La WWDC, lo ricordiamo per chi fosse giunto da poco al mondo Apple, è l’evento riservato al mondo degli sviluppatori che vogliono creare applicazioni, servizi e hardware per il mondo della Mela. Da sempre, fin dalla prima edizione risalente al 1987, la WWDC si focalizza principalmente ai prodotti software anche se non sono mancate novità sul fronte hardware, specialmente quando sono in gioco prodotti strategici. È stato così lo scorso anno con il passaggio ai processori M1, in precedenza alla WWDC sono stati annunciati Mac Pro e anche il più importante prodotto di tutti i tempi per Apple: l’iPhone. Quest’anno non sono previsti annunci così importanti, ma non è da escludere qualche sorpresa collegata proprio ai nuovi processori.

Come si svolgerà la WWDC 2021

In passato, l’evento dava modo ad Apple di offrire in presenza lezioni, seminari, incontri e “hands on” e supporto tecnico. Nonostante i costi ingenti che venivano richiesti per l’iscrizione (si è arrivati anche a 1600 dollari) l’affluenza ha toccato quota 5000 persone, con richieste anche di dieci volte superiori. Proprio per questo, nel 2014, Apple aveva cancellato la possibilità di iscriversi direttamente ed istituito una lotteria per decidere chi avesse il diritto di partecipare agli incontri. Ad oggi con tutti gli eventi in “virtuale”, non in presenza ma via Internet, e una struttura basata sessioni on line  riservate agli sviluppatori iscritti al programma specifico di Apple , questa lotteria è stata ovviamente sospesa.

Come si partecipa e che succede alla WWDC 2021

Trattandosi di un evento on line, per partecipare gli iscritti al programma sviluppatori devo avere a disposizione uno strumento che permetta loro di accedere alle sessioni via Internet. Parliamo di un computer o un tablet, oppure anche di un telefono. La vera novità dello scorso anno è stata la possibilità di visione su una TV mediante Apple TV. Un altro importante strumento è stata l’applicazione per sviluppatori attraverso la quale è possibile assistere agli eventi, programmare gli incontri uno a uno, scorrere la documentazione e sessioni. Spiega Apple

Chi partecipa all’Apple Developer Program può richiedere consulenze individuali con oltre 1000 esperti ed esperte Apple per porre domande sulle più recenti API e best practice, nonché chiedere una valutazione del design e dell’interfaccia utente delle app. Per tutta la settimana, gli ingegneri Apple saranno anche a disposizione negli Apple Developer Forum per domande e discussioni di carattere tecnico. Dall’8 giugno verranno pubblicati quotidianamente i video delle sessioni, che saranno disponibili sull’app e il sito web Apple Developer.

La funzione Pavilions, una novità della WWDC21, permetterà di esplorare facilmente le sessioni, i laboratori e le attività speciali per un particolare argomento. Ogni partecipante potrà personalizzare la propria esperienza e scoprire contenuti suddivisi per aree tematiche specifiche, come SwiftUI, strumenti per sviluppatori, e accessibilità e inclusione, esclusivamente all’interno dell’app Apple Developer.

Apple annuncia la conferenza sviluppatori WWDC21

Quale sarà il programma della WWDC 2021?

La conferenza di quest’anno includerà annunci dal keynote e dalle fasi sullo stato dell’Unione, sessioni online, laboratori 1:1 che offrono assistenza tecnica e nuovi modi per gli sviluppatori di interagire con ingegneri e designer Apple per conoscere i framework e le tecnologie più recenti. Il programma dettagliato è stato svelato solo a fine maggio. Si terranno, come aggiunge ancora Apple «oltre 200 sessioni di approfondimento, laboratori individuali. Sarà un’occasione unica per confrontarsi con i team di ingegneria e design di Apple e scoprire la nuova gamma di strumenti e tecnologie che aiuteranno a sviluppare la nuova generazione di app».

Apple annuncia la conferenza sviluppatori WWDC21

Il keynote introduttivo

Il keynote sarà il più rilevante evento di interesse pubblico della WWDC 2021. Si tratta di un momento nel corso del quale Tim Cook accompagnato da alcuni dei massimi dirigenti dell’azienda, introdurrà l’evento presentandone le novità intorno a cui esso si impernierà. Verrà trasmesso in streaming il giorno 7 giugno alle 19, ora italiana. L’evento sarà l’unico di interesse generale; nel corso di esso potremo avere uno sguardo su tutte le novità di cui si discuterà durante la WWDC. È qui che si concentreranno le novità che toccheranno il grande pubblico.

Platforms State of the Union

Un altro momento fondamentale e che potrebbe avere una ricaduta importante a livello generale è il Platform State of the Union. Si tratta di un approfondimento sulla nuova gamma di strumenti, tecnologie e innovazioni in arrivo su tutte le piattaforme Apple. Il Platforms State of the Union, che sempre trasmesso in streaming sull’app e il sito web Apple Developer il 7 giugno alle 23, di fatto presenta il punto della situazione sul sistema delle applicazioni e della loro interazione con il sistema operativo. Da qui sarà possibile comprendere la direzione intrapresa da Apple e farsi una idea del futuro anche dell’hardware Apple.

Apple Design Awards

Ogni anno, gli Apple Design Awards premiano la creatività, il know-how e le competenze tecniche di sviluppatori e sviluppatrici Apple. Gli Apple Design Awards verranno trasmessi in streaming sull’app e il sito web Apple Developer il 10 giugno alle 23

La premiazione degli studenti: Swift Student Challenge

Il 1° giugno, Apple ha svolto una piccola anteprima della WWDC 2021 celebrando gli studenti e le studentesse vincitori della Swift Student Challenge, che permette a studenti di ogni età, in tutto il mondo, di dare prova del loro talento creando un playground Swift. Tra gli altri Apple ha messo in evidenza Abinaya Dinesh, che ha creato un’app che offre agli utenti con disturbi gastrointestinali un modo semplice per accedere a risorse e informazioni in merito.

WWDC 2021, che cosa presenterà Apple?

Cosa sarà presentato alla WWDC 2021?

L’abbiamo accennato in apertura: la WWDC 2021 è un evento incentrato sullo sviluppo di prodotti per le piattaforma Apple e, dunque, tagliato a misura per gli sviluppatori. Si parlerà principalmente di software. Visto però che alcuni prodotti hardware sono decisivi nelle strategie Apple e in alcuni casi richiedono di avere conoscenza delle loro peculiarità, Cupertino in passato ha previsto annunci anche di computer o piattaforme. Qualche esempio: passaggio ad Intel, iPhone 3G e iPhone 4, HomePod, MacPro, iMac Pro. In alcune occasioni ha presentato prodotti come MacBook Pro e persino iPad. Lo scorso anno Apple ha però presentato essenzialmente strategie software (pur distribuendo anche una piattaforma hardware di sviluppo per processori M1). Al momento quindi l’ago della bilancia punta ad annunci software senza però tralasciare qualche sorpresa nel campo hardware.

iOS 15 e iPadOS 15

Ovviamente, protagonisti dell’evento saranno gli aggiornamenti ai sistemi operativi principali di Apple. Non mancheranno, dunque, iOS 15 e iPadOS 15. Per quanto concerne il versante tablet, questa generazione dovrebbe concentrarsi su funzionalità che renderanno il tablet di fascia alta sempre più vicino al computer. Apple e la comunità degli sviluppatori stanno lavorando per portare app desktop di livello professionale su iPad Pro. Non è un mistero che il modello Pro del tablet della Mela sia sempre più vicino ad eliminare qualsiasi gap con i notebook. L’anno scorso, Apple ha debuttato con macOS Big Sur, caratterizzato da una grande revisione nel design. Anche dal punto di vista estetico, macOS e iPadOS sono sempre più vicini.

Tutto quel che sappiamo su iOS 15

Quello che si può attendere dalla manifestazione, è il rilascio di una beta pubblica, mentre la release definitiva sarà quasi certamente consegnata insieme ad iPhone 13, il cui debutto è previsto entro la fine dell’anno, probabilmente a metà del mese di settembre, sempre che non si ripeta l’inversione dello scorso anno, quando Apple presentò iPad a settembre, e nuovi iPhone a ottobre.

Per quel che concerne iOS, lo scorso anno fu disattesa la previsione di chi ipotizzava un cambio di nome, da iOS a iPhone OS. Potrebbe avvenire quest’anno, e si tratterebbe di una  novità non “funzionale”, ma utile soltanto per aiutare a distinguere il sistema operativo per lo smartphone da quello per iPad.

Con iOS 15 si ritiene che Apple abbandonerà il supporto per iPhone 6s e 6s Plus, oltre ad iPhone SE di prima generazione. In poche parole, iOS 15 supporterà solo dispositivi con processori A10 o successivi.

Potete leggere di tutte le novità in arrivo su iOS 15 direttamente a questo indirizzo.

watchOS 8

Non mancherà la presentazione di watchOS 8, l’aggiornamento al sistema operativo da polso che presto o tardi probabilmente debutterà sui nuovi Apple Watch. Con watchOS 8, Apple potrebbe aggiungere più funzionalità incentrate sulla salute. Anche se è molto probabile che quest’anno ci sarà solo revisione minima di watchOS. L’anno scorso, invece, watchOS 7 ha introdotto importanti nuove funzionalità, come il monitoraggio del sonno, il lavaggio delle mani e quadranti aggiornati. Tra le novità che ci sia attendo c’è un miglioramento proprio della funzione di monitoraggio del sonno che è decisamente limitata.

Ecco quali Apple Watch supportano i nuovi quadranti di watchOS 7

macOS 12

L’anno scorso, Apple ha debuttato con macOS Big Sur che è stato il più importante aggiornamento della storia recente di macOS. MacOS 12 sarà probabilmente un aggiornamento minore dal punto di vista estetico, che si concentrerà su nuove funzionalità, anche se non si attende niente di davvero diverso. Il primo riferimento alla nuova versione del software è arrivato con il codice sorgente del WebKit, il “motore” di rendering usato da Safari, dove sono stati individuati riferimenti a “macOS 12.0” e “iOS 15.0“. Per quanto riguarda il nome, le ultime voci indicano come “papabili” i nomi Mammoth o Monterey.

tvOS 15

Durante l’evento di primavera Apple ha annunciato una nuova Apple TV. Per questo, c’è una solida possibilità che Apple dia un’anteprima di tvOS 15 nel corso della WWDC 2021. Mentre tvOS 14 è stato un aggiornamento minore, tvOS 15 potrebbe invece introdurre una importante revisione del design. Ricordiamo che la precedente versione del sistema operativo ha aggiunto alcune importanti funzionalità, tra cui un nuovo centro di controllo per gli accessori HomeKit, supporto multiutente per Apple Arcade e supporto per più controller di gioco.

Nuovo hardware

Come già detto più volte, storicamente Apple non ha pensato alla WWDC come evento di punta in cui dar vita a nuovo hardware. E’ anche vero, però, che la line up di prodotti della Mela è andata ad espandersi nel corso degli anni, e potrebbe esserci spazio durante l’evento per la presentazione di prodotti specifici, e di accessori strettamente legati ad un possibile impegno da parte degli sviluppatori per dare a questi un ecosistema.

Nuovi processori M1X Apple Silicon

Apple ha iniziato una transizione storica verso processori basati su tecnologia ARM. Il primo frutto è il processore M1 che è alla base dei MacBook Air, MacBook Pro 13, Mac Mini e iMac lanciati tra autunno e primavera. Apple però deve ancora rinnovare i prodotti di fascia più elevata, come i MacBook Pro e introdurre un sostituto dell’iMac Pro. Per questo la WWDC potrebbe quindi essere il momento giusto per annunciare il nuovo SoC di Apple con più core (16 o addirittura 32) e più memoria integrata (fino a 32 GB). Anche la componente GPU  potrebbe essere aggiornata benché per macchine professionali potrebbe essere considerato maggiormente interessante affiancare la GPU del SoC ad una scheda discreta.

Nuovi iMac Pro

Lo scorso anno Apple presentò i nuovi Macbook e Mac mini con processore M1 a novembre. Poi Apple ha presentato durante l’evento Spring Loaded i nuovi iMac sempre con processore M1. Rispetto ai Mac con M1 tecnologicamente questi all in one rappresentano solo un affinamento privo di novità sostanziali. Apple però non ha ancora presentato un sostituto di iMac Pro che non è più in produzione. Per presentare un suo sostituto Apple ha però bisogno proprio di un nuovo processore. Apple potrebbe decidere di annunciare queste macchine e (come ha fatto in passato) poi fissare le data di lancio più avanti nel corso dell’anno, oppure non parlare affatto dei computer per focalizzarsi sulla componente.

MacBook Pro 14″ e 16″

Secondo una recente voce Apple presenterà nuovi MacBook Pro da 14″ e 16″ alla conferenza per sviluppatori WWDC 2021 del 7 giugno, macchine ovviamente con CPU Apple Silicon. A riferirlo è l’analista Daniel Ives di Wedbush Securities. Questo scenario è paventato anche dal sempre ben informato Mark Gurman di Bloomberg e dal “leaker” Jon Prosser che ha recentemente riferito della possibile presentazione di nuovi MacBook Pro nell’ambito della WWDC. Infine il sito taiwanese Digitimes, invece, ha riferito dell’arrivo dei nuovi MacBook Pro con SoC Apple Silicon nel terzo trimestre dell’anno. Fino adesso sappiamo che sui nuovi MacBook Pro dovremmo vedere il ritorno della porta MagSafe, una uscita HDMI e un lettore SD card; non mancheranno le porte Thunderbolt/USB-C e forse anche opzioni per nuove colorazioni, sulla falsariga di quanto già visto con i nuovi iMac 24″ M1.

Secondo un noto leaker, futuri iMac con display più grande dell’attuale 27″
Ipotetico design iMac

Ecosistema AirTag

Gli  AirTag sono stati presentati durante l’evento Spring Loaded, ma la tecnologia alla loro base potrebbe avere degli sviluppi. Secondo quanto si apprende nel contesto delle polemiche sulle pratiche anti concorrenziali (per cui qualcuno ha scritto una lettera alla UE) il sistema di tracciamento di Airtag potrebbero essere un interessante funzione anche per gli sviluppatori, in particolare per chi produce applicazioni. Si possono infatti immaginare diverse soluzioni sia collegate direttamente al mondo degli Airtags (mentre essi interagiscono con delle app che dovranno avere delle API specifiche) sia su prodotti hardware che si potranno aprire alla piattaforma e per i quali sarà necessario presentare modalità di implementazione.

Recensione Airtag

Come seguire la WWDC 2021

La WWDC 2021, come già anticipato, prenderà il via dal 7 all’11 giugno prossimo e come specificato più volte, sarà un evento tutto online disponibile su vari canali. Macitynet ha una sezione dedicata alla WWDC e seguirà tutti gli eventi e darà approfondimenti in diretta. Ovviamente seguiremo sempre in diretta come facciamo da oltre venti anni il keynote di Cook.

A disposizione per chi conosce la lingua inglese c’è principalmente  il canale YouTube di Apple. Qui andrà “in onda” anche il Keynote che si terrà come detto il 7 maggio alle 19.

Oltre agli eventi che vanno in live streaming su YouTube, Apple prevede di offrire il suo Keynote dalla pagina degli eventi e su Apple TV app sarà ovviamente anche presente sulla pagina degli sviluppatori.

Per questo per seguire il keynote basta un qualunque dispositivo Apple: Mac, iPad, iPhone, Apple TV o anche un PC. Per i disposivi iOS è richiesto iOS 10 per i Mac maccOS Sierra 10.12. Se avete un PC basta usare Microsoft Edge e arrivare alla pagina del Livestreaming della WWDC 2021.

Offerte Speciali

MacBook Pro M2 oggi è il primo giorno di disponibilità

MacBook Pro 14 e 16 e MacBook Air, disponibilità immediata e sconti

Su Amazon si trovano diversi MacBook Air e MacBook Pro in pronta spedizione e in sconto. Ecco i migliori affari di oggi
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial