Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » iPhone 14, tutto quel che dovete sapere in un solo articolo

iPhone 14, tutto quel che dovete sapere in un solo articolo

Pubblicità

L’ultima novità di Apple nel campo degli iPhone è iPhone 14. Il debutto del nuovo modello che rappresenta l’offerta d’ingresso dell’anno 2022 è avvenuto nel corso dell’evento “Far Away” al centro del quale c’erano anche Airpods Pro 2 e i nuovi Apple Watch oltre ad  iPhone 14 Pro

La distinzione è importante perché quest’anno solo com’era accaduto quando Apple aveva lanciato iPhone X accanto ad iPhone 8, c’è una fondamentale differenza di funzioni tra iPhone 14 e iPhone 14 Pro, superiore certamente a quella che ha distinto iPhone 13 da iPhone 13 Pro e anche di quella che aveva separato iPhone 12 da iPhone 12 Pro.

In questo articolo ci occupiamo solo di iPhone 14 e del suo gemello con schermo più grande, iPhone 14 Plus, una novità di quest’anno. Di iPhone 14 Pro parliamo in un differente articolo.

Al momento per ora, accanto a qualche divagazione e riferimento ai rumors, ci sono in pratica solo le informazioni ufficiali fornite da Apple. Andremo ad aggiornarle man mano che giungono nuove notizie, prove e dettagli tecnici non pubblicati ufficialmente.

Gli iPhone 14

Apple ci ha ormai abituato, come del resto gran parte dei concorrenti, al rilascio di un ventaglio di smartphone. Sono ormai lontanissimi i tempi in cui Apple rilasciava un solo nuovo modello all’anno. Più recenti, ma sempre lontani, i tempi in cui i modelli rilasciati erano due, uno standard e uno più avanzato (qualunque fossero i nomi di questi due modelli). Apple quest’anno rilascia quattro modelli di iPhone 14.

  • iPhone 14
  • iPhone 14 Plus
  • iPhone 14 Pro
  • iPhone 14 Pro Max
iPhone 14 temp
I due nuovi iPhone 14 presentati all’evento Far Out

Come abbiamo accennato poco sopra, gli iPhone 14 e iPhone 14 Plus si collocano alla fascia di ingresso dell’offerta 2022. Si tratta di telefoni con schermi di buone dimensioni, capaci di scattare ottime fotografie e di gestire con agilità il nuovo sistema operativo iOs 16 e tutte le nuove funzioni che porta con sé.

Mini addio, benvenuto iPhone 14 Plus

Nell’ elenco non trovate il modello mini. Il piccolo iPhone che debuttò con il lancio iPhone 12, aveva vissuto due anni pericolosamente, trovandosi in una situazione precaria fin praticamente dai primi mesi tanto che si pensava che non ci sarebbe stata una nuova versione. Poi alla fine Apple, forse per ottimizzare l’investimento, dopo iPhone 12 mini ha deciso di presentare  iPhone 13 mini che però non ha avuto un successore nonostante alcuni rumors dell’ultimo minuto. Troppo pochi gli estimatori del piccolo (5,4 pollici) telefono e troppi i limiti specialmente in fatto di autonomia.

Al suo posto nasce invece un iPhone 14 Plus con uno schermo da 6,7″. Non siamo di fronte ad una vera novità; per diverso tempo nel passato quando Apple ha rilasciato un iPhone c’era anche un iPhone Plus che aveva poche differenze dalla versione base ed è così anche quest’anno: iPhone 14 Plus si distingue da iPhone 14 solo per le maggiori dimensioni.

La voce dell’esistenza di un questo modello circola fin dalla fine del 2021 ed era stata recentemente  confermata dalla foto di una custodia. In realtà anche se non si poteva dire che l’immagine fosse convincente alla fine la sostanza era giusta.

La presunta foto della custodia di iPhone 14 Plus che confermerebbe la denominazione

Design e tecnologie di iPhone 14

Apple non è solita cambiare in maniera radicale il design dei propri dispositivi. Storicamente l’ha fatto solo tre volte: con iPhone 4, con iPhone 6 e con iPhone 12. Con iPhone X e l’arrivo di Face ID c’erano state importanti novità per via del fronte tutto schermo ma il profilo generale dei modelli da iPhone 6 ad iPhone 11 è rimasto lo stesso

Quel che Apple ha fatto costantemente da un modello all’altro sono però stati piccoli cambiamenti, che seppure non capaci di modificare interamente l’estetica, hanno ammodernato i dettagli e hanno consentito di introdurre novità tecniche.

Ad esempio iPhone 13 non si distingue facilmente da iPhone 12; l’unica diversità è nel blocco fotocamere più grande. iPhone 14 apparentemente segue proprio questa strada

 

iPhone 14, tutto quello che sappiamo fino ad oggi
I render di iPhone 14 mostravano fin dall’inizio un design di iPhone 14 molto simile se non identico a quello di iPhone 13

Anche se non ci sono alcune delle (piccole) novità preannunciate  (il leaker Jon Prosser ad esempio sosteneva che Apple avrebbe introdotto uno chassis più spesso ma senza il bump della fotocamera posteriore e che le lenti sarebbero state a filo con il vetro posteriore) nè i pulsanti tondi invece che oblungh, il nuovo iPhone 14 è leggermente più spesso di iPhone 13: 7,8 millimetri contro 13 7,65 millimetri. In più a prima vista, stando alle prime foto, anche la piattaforma per le lenti da alcune foto appare più sporgente.

Non sappiamo se questo basti a rendere incompatibili tutte le custodie; la differenza è irrisoria e non dovrebbe essere un problema scambiare alcuni degli accessori meno “precisi” tra i due modelli. Ma se si va sul sito di Apple si nota come le custodie per iPhone 13 sono date come compatibili con iPhone 14 così come quelle per iPhone 14 non lo sono compatibili con iPhone 13.

iPhone 14, tutto quello che sappiamo fino ad oggi
Da sinistra le custodie di iPhone 14 Pro Max, iPhone 14 Plus, iPhone 14 Pro e iPhone 14

I colori

Un lancio di iPhone 14 non è un vero lancio se non ci sono nuovi colori. Quest’anno ritorna il viola questo sia per iPhone 14 che per iPhone 14 Pro. Se state pensando di avere già sentito parlare di questa tinta non vi sbagliate; iPhone 12 aveva avuto una versione in viola ma il viola di quest’anno dovrebbe essere diversa.

In cambio del viola, Apple aabbandona (anche qui senza troppe sorprese) il rosa. Il blu resta ma diventa un azzurro avio. Cambiano anche le nuances di nero (mezzanotte), bianco (galassia) e rosso, come non è facile da dire solo guardando le foto.

iPhone 14, tutto quel che dovete sapere in un solo articolo
Da sinistra, il viola di iPhone 12, il viola di iPhone 14, il blu di iPhone 13 e il blu di iPhone 14. Le differenze sono evidenti

Il notch è vivo e lotta insieme a noi

Nel corso dei mesi scorsi si è a lungo parlato di una importante differenza: l’eliminazione del notch che ospita l’hardware necessario per il Face ID. La tacca è stata una scelta di design controversa fin da quando è stata introdotta nel 2017, è progressivamente diventata sempre meno accettabile perché, in parallelo il mondo degli smartphone Android ha optato per una camera inserita all’interno di un piccolo foro nel display.

Le speranza di un addio a questo indiscutibile fattore di svantaggio rispetto alla concorrenza si sono fatte concrete quando l’affidabile analista Apple Ming-Chi Kuo nel marzo 2021 aveva scritto che i modelli di iPhone 2022 non avrebbero avuto una tacca sulla parte frontale, optando invece per lo stesso design con camera a perforazione, popolare su molti telefoni Android.

In realtà mano che il tempo è passato è parso sempre più probabile che questa che non sarebbe la cancellazione del notch ma una sua ulteriore riduzione in dimensioni, avrebbe riguardato solo iPhone 14 Pro. In iPhone 14 infatti il notch resta esattamente lo stesso di iPhone 13 che, lo ricordiamo, era stato solo modestamente ridotto rispetto alla versione originale, quella che era apparsa in iPhone X.

Da notare che le differenze tra il notch di iPhone 14 rispetto alla versione “punto e ovale” di iPhone 14 Pro non si limitano all’hardware. iPhone 14 Pro integra il nuovo notch in un sofisticato elemento dell’interfaccia che reinterpreta e riusa lo spazio intorno al notch per fornire informazione e notifiche. Si tratta di Dynamic Island di cui parliamo diffusamente nella pagina dedicata ad iPhone 14 Pro.

Fotografia e fotocamere

La speranza di novità nel campo fotografico è sempre in cima al pensiero dei clienti quando arriva un nuovo iPhone. Da ormai molti anni Apple lavora sulle funzioni di fotocamera con grande meticolosità e costanza. Sappiamo però anche che le migliorie più avanzate sono riservate ai modelli Pro. Il timore era che quest’anno addirittura non ci fossero novità in questo settore per iPhone 14 e invece fortunatamente non è stato così anche se non c’è nulla da far saltare sulla sedia.

Se iPhone 14 Pro, in effetti, è un passo avanti enorme nel settore delle immagini con la sua fotocamera da 48 megapixel, prevista da mesi, la fotocamera posteriore di iPhone 14 presenta novità che in termini tecnici si direbbero incrementali, molti dipendenti dal nuovo processore immagine. Vediamo quali

  • Sensore più grande e una maggiore apertura del diaframma capace di catturare il 49% di luce in più
  • fotocamere ultra wide con migliore resta in luce scarsa (foto 2 volte migliori dice Apple).
  • Photonic Engine una nuova versione di Deep Fusion, capace di riunire un un’unica foto i pixel migliori di varie esposizioni  prima della compressione delle immagini
  • Smart HDR 4 identifica e corregge l’esposizione fin a 4 soggetti
  • L’esposizione di modalità notte viene eseguita più velocemente
  • L’effetto sfocato opera non solo sullo sfondo ma anche sugli oggetti che si trovano in primo piano davanti al soggetto
  • I video vengono girati con “Modalità Azione, un sistema di stabilizzazione avanzato

Da notare che la fotocamera grandangolo pare avere una differente componente. L’apertura massima è di f1.5 contro f1.6 di iPhone 13. L’apertura più grande è certamente uno degli elementi che migliorano lo scatto in condizioni di scarsa luminosità.

iPhone 14 temp
iPhone 14 ha una nuova fotocamera

 

Fotocamera frontale

La fotocamera frontale, di iPhone 14 come previsto ha qualche novità: l’apertura dell’obiettivo aumenta dagli attuali f/2.2 per arrivare fino a f/1.9, viene anche abbandonata la focale fissa per adottare un sistema AF di messa a fuoco automatico. Tutto ciò rende possibile un migliore effetto di profondità di campo sia nella modalità Ritratto sia per le foto che nei video e aumenta la qualità delle videochiamate, sia tramite la Apple FaceTime che con altre principali piattaforme per le videochiamate e le videoconferenze.

Lo schermo di iPhone 14

Circolavano da mesi voci su un display ProMotion con frequenze di aggiornamento fino a 120 Hz per tutti i modelli di iPhone edizione 2022. Ma questa fin dall’inizio si sapeva che sarebbe stata una novità riservata ai modelli iPhone 14 Pro

iOS 16 modifica l’interfaccia in una maniera di cui parliamo diffusamente nel nostro articolo specifico; tra le altre cose c’è una profonda personalizzazione che su iPhone 14 Pro permette anche di avere lo schermo sempre acceso.

iPhone 14 invece, utilizza un classico display OLED LTPS standard senza tecnologia ProMotion a 120 Hz, lo stesso (com si vede anche dalle specifiche) di iPhone 13. Secondo l’analista Ross Young Apple avrebbe fatto questa scelta per mancanza di disponibilità dei display e delle componenti necessarie, ma che sicuramente dietro c’è anche la volontà di distinguere i due modelli.

ios 16 non approvare
La schermata di blocco con iOs 16 si personalizza al volo

Dentro ad iPhone 14

Dal punto di vista hardware nel corso degli anni passati è stato facile fare previsioni. Fin dal lancio del primo iPhone, infatti, Apple ha aggiornato il processore principale con ogni singolo nuovo telefono. Anche quest’anno è così… più o meno

La nuova CPU A15

A16 Bionic, successore dell’A15 Bionic presente su tutti gli iPhone 13 (nonostante un rapporto abbia segnalato possibili problemi riscontrati da Apple e TSMC nel completare il processo costruttivo a 3 nanometri), si trova solo sugli iPhone 14 Pro ; gli iPhone 14 standard continuano ad usare l’A15 Bionic di iPhone 13. Non si tratta, però esattamente dello stesso chip di iPhone 13 come aveva lasciato capire Ming-Chi Kuo in un tweet, ma di una versione modificata che aggiunge un nuovo core grafico.

iPhone 14, tutto quel che dovete sapere in un solo articolo
iPhone 14 ha un processore A15 ma con un core grafico in più

In passato, ad esempio con iPad Pro, Apple ha già presentato lo stesso processore in versioni aggiornate dei suoi dispositivi. Ricordiamo il caso di A12X e A12Z che erano versioni con più core di A12. Nel caso dell’A15 di iPhone 14 non c’è nessun cambiamento del nome.

L’uso di un vecchio processore con un core grafico in più potrebbe avere a che fare con gli aumenti di prezzo delle componenti, dei processi costruttivi e dei materiali. Lasciare il vecchio processore seppure leggermente potenziato negli iPhone 14 e darlo solo agli iPhone 14 Pro ha anche sicuramente ragioni di mercato; grazie a questa scelta Apple può meglio giustificare l’aumento dei modelli Pro.

Da segnalare anche che A15 di iPhone 14 integra un nuovo processore immagine che serve a dare ad iPhone 14 tutti i servizi necessari a supportare la nuova fotocamera.

Memoria interna iPhone 14

Con i modelli di iPhone 13 Pro, Apple ha aggiunto un nuovo livello di archiviazione da 1 TB, mentre adesso le voci suggerivano che con l’aggiornamento di iPhone 14 Pro, Apple avrebbe aggiunto una variante da 2 TB.

La voce era di incerta affidabilità (e infatti non si è materializzata) e in fetti iPhone 14 non cambia strada per la memoria: si parte da 128 GB, con tagli superiori da 256 e da 512 GB

La ricarica a 30W

Da qualche mese si parlava di ricarica 30W per iPhone 14. Nessuna conferma è arrivata al lancio dei nuovi modelli. Al momento in cui stiamo aggiornando questo articolo non è però chiaro se Apple semplicemente si limiti a non fare cenno all’aumento della potenza di ricarica o se non è presente nè su iPhone 14 Pro nè su iPhone 14.

La comunicazione via Satellite

iPhone 14 Pro è il primo telefono ad avere la capacità di connettersi ad una rete satellitare. Si tratta di una funzione di emergenza di cui si parla dallo scorso anno e che si pensava che potesse debuttare già con iPhone 13.

La tecnologia conosciuta con la sigla LEO, dalle iniziali inglesi di Low Earth Orbit, satelliti in orbita bassa terrestre, in assenza di segnale e campo cellulare tradizionali, permette di inviare messaggi ai contatti di emergenza senza passare tramite operatori di telefonia.

Bozza automatica070

Fino a qualche settimana fa, pur essendo dato per assodato che Apple stava lavorando su questo sistema, si riteneva che non sarebbe arrivata con iPhone 14 . Ma durante i giorni che hanno preceduto la presentazione del nuovo modello, Tim Farrar, il consulente di comunicazioni satellitari presso la società di ricerca californiana Telecom, Media and Finance Associates, si era detto certo che il servizio sarebbe stato annunciato in collaborazione con Globalstar.

Ecco come sarà iPhone 14 Pro, dalla nuova fotocamera al prezzo
Il logo che annuncia l’evento di lancio di iPhone 14 richiamava la funzione di connettività satellitare

Anche il disegno e lo slogan dell’invito all’evento del 7 settembre richiamavano chiaramente qualche cosa che aveva che fare con lo spazio

In effetti è stato così e ora iPhone 14 come iPhone 14 Pro, proprio grazie a Globastar, è in grado di dare voce a chi si trova in zone sperdute senza connettività cellulare.

Il funzionamento (lo spieghiamo dettagliatamente qui) è complesso e prevede una una tecnologia proprietaria di puntamento, un sistema di triangolazioni radio e una particolare piattaforma che raccoglie le informazioni necessarie a mandare il messaggio di emergenza (niente telefonate) riducendo l’occupazione di banda.

Al momento in ogni caso i messaggi di emergenza sono disponibili unicamente negli Stati Uniti e Canada, paesi dove la copertura cellulare è largamente inferiore a quella europee e quindi i problemi di connettività ben maggiori. Per due anni sarà gratis, poi si dovrà pagare un canone

iPhone 14 temp

Rilevamento incidenti

iPhone 14 è in grado di rilevare automaticamente quando si è vittima di un incidente. Si tratta di una funzione importante., mutuata da quella di Apple Watch, perché, come spiega Apple, un grande numero di incidenti stradali avviene in situazioni in cui le vittime non hanno uno scontro con altre vetture ma escono di strada da sole o urtano ostacoli fissi senza nessun altra automobile né testimoni nei paraggi che possano dare un aiuto o segnalare l’evento.

Pe avere una funzione Rilevamento incidenti il più possibile accurata, Apple ha utilizzato dati di dominio pubblico relativi a veri incidenti che grazie all’intelligenza dello smartphone vengono messi a confronto con quanto percepiscono i sensori.

iPhone 14 capisce quando avviene un incidente grazie ad un nuovo accelerometro high-g è in grado di registrare le forti accelerazioni o decelerazioni fino a 256 g, legge bruschi cambi di direzione grazie ad un giroscopio ad alta gamma dinamica e rileva sbalzi di pressione nell’abitacolo per i cambiamenti di pressione causati dall’apertura degli airbag. Infine il microfono è in grado di identificare i livelli sonori di una collisione.

In casi come questi, come succede con Apple Watch il telefono chiede conferma dell’evento all’utente. Se non arriva una risposta alle sollecitazioni, parte una chiamata di emergenza in automatico.

iPhone 14, tutto quel che dovete sapere in un solo articolo
Ecco come funziona il rilevamento incidenti

Prezzo iPhone 14

Se si parla di prezzo, per qualche mese, si è avuto il timore che iPhone 14 sarebbe costato più di iPhone 13. Poi è nata la speranza che almeno per il modello di ingresso, nonostante l’inflazione che ha colpito un po’ tutti i paesi del mondo e la crescita dei costi dell’energia non ci sarebbero state variazioni al listino. Ed è stato, più o meno, così.

Diciamo più o meno perchè se è vero che per chi paga in dollari non ci sono differenze di prezzo, in Euro la maggiorazione è intorno al 10%. Così iPhone 14 da 128 GB costa 1029 euro contro in 939 euro di iPhone 13. iPhone 14 da 6,1 pollici ha un prezzo che parte da 1179 euro

Disponibilità di iPhone 14

iPhone 14 e iPhone 14 Plus si possono ordinare dalle due di pomeriggio di venerdì, 9 settembre. Le consegne inizieranno venerdì 16 settembre per iPhone 14. iPhone 14 Plus arriverà ai clienti venerdì 7 ottobre.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag mai così economici, 4 pezzi a 90,90 €

Su Amazon l'Airtag in confezione da quattro va al minimo storico. Solo 90,90 € invece di 129,99€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità