Sto caricando altre schede...

Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iOS 16, tutte le novità che vi serve sapere

iOS 16, tutte le novità che vi serve sapere

Pubblicità

iOS16, dopo alcuni mesi di sviluppo (era stato il principale protagonista dell’edizione 2022 della WWDC di inizio giugno 2022 quando abbiamo visto anche watchOs 9, macOs 13 Ventura e PadOs 16) è il sistema operativo attuale. Apple a settembre 2023 prevede di sostituirlo con iOS 17

In questo articolo presenteremo tutte le funzioni dell’annuale versione sistema operativo, anche alla luce della presentazione dei nuovi iPhone 14 e iPhone 14 Pro e se vogliamo anche dei nuovi Apple Watch 8 ed Apple Watch Ultra. Il sistema operativo evolve, infatti, per differenti motivi ma una delle principali ragioni, assieme a dare accesso a nuovi servizi, è supportare le novità hardware .

iOS 16 (nome in codice “Sydney“), come accade da qualche anno, è alla base di due varianti principali, quella per iPhone e quella per iPad denominata come iPadOS. In questo articolo vogliamo, però, concentrarci su iOS 16, la versione per iPhone, compatibile solo con gli smartphone della Mela.

ios 16 non approvare
Tutte le novità di iOs 16 in sintesi in una sola schermata

Nuova schermata di blocco

Tra le novità che appare con maggior evidenza c’è la nuova schermata di blocco. Era qui che si concentravano le maggiori attese degli utenti e degli sviluppatori; alcune delle funzioni erano state correttamente anticipate da alcuni analisti e giornalisti (come Mark Gurman) altre sono sorprese.

Di base il nuovo schermo di blocco permette una profonda personalizzazione: si parla di mettere in primo piano le foto preferite, scegliere lo stile di numeri e lettere, aggiungere i widget per avere sott’occhio le informazioni che servono. È possibile creare più schermate di blocco con sfondi e stili diversi, e passare facilmente da una all’altra semplicemente tenendo premuto lo schermo.

Va segnalato anche che la schermata di blocco è in grado di comprendere che cosa si mette come immagine di sfondo. Nel caso ci sia una persona o qualche cosa che vale la pena di non nascondere, l’intelligenza artificiale e il machine learning ne tengono conto per incorniciarli e ritagliarli e spostare al di sotto di essi elementi come la data e l’ora.

Un pilastro della nuova schermata sono, appunto, i widget sulla schermata che permettono di avere sempre sott’occhio informazioni come meteo, eventi in calendario, data, fusi orari, sveglie, livello della batteria, anelli Attività, oltre a tutto ciò che le applicazioni di terze parti forniscono.

Altro dettaglio notevole sono le notifiche meno intrusive (appaiono nella parte bassa della schermata di blocco e possono essere viste come elenco, venire raggruppate o nascoste del tutto). Questo rende la schermata meno affollata.

Tre le altre novità della schermata di blocco ci sono anche

  • Attività in tempo reale, utile per seguire un evento in corso, il punteggio di una partita o una consegna, il tutto senza sbloccare iPhone. In questo momento sono elencati come fornitori di eventi live NBA, MLB e la Premier League ma solo in alcuni paesi.
  • È possibile personalizzare la full immersion collegando le schermate di blocco alle modalità prescelta, ad esempio Personale o Lavoro
  • Personalizzazione “al volo” della schermata di blocco premendo e scorrendo tra varie configurazioni
  • Suggerimento automatico delle foto da usare per la modalità di blocco e cambiamento cadenzato delle foto con applicazione, sempre automatica, di stili e filtri alle immagini
  • Schermate di blocco offerte da Apple per occasioni particolari ed eventi
  • Player musicale a tutto schermo

Schermo sempre acceso di iPhone 14 Pro

Una delle novità di iOs 16 è nello schermo schermo sempre acceso. Non si tratta, purtroppo, di una funzione aperta a tutti i dispositivi Apple ma disponibile solo su iPhone 14 Pro.

Quella che prima era solo una voce (se n’era parlato a lungo prima della presentazione del nuovo sistema operativo addirittura fin al lancio di iPhone 13 ) è via via diventata una certezza quando spulciando nel codice delle beta sono apparse chiaramente gli indizi di una sua esistenza come funzione dei nuovi telefoni di fine 2022. C’è voluto poco perchè indiscrezioni, e analisi dettagliate delle beta lo svelassero quasi interamente nel suo funzionamento.

In pratica il nuovo schermo sempre attivo, porta in evidenza tutte le principali novità della nuova schermata di blocco tra cui i widget delle applicazioni. Ci sono funzioni per tutelare la privacy che, come per Apple Watch dove è presente da Apple Watch 5, cancellano informazioni sensibili dal display che resta acceso. In pratica non dovremo mai preoccuparci  del fatto che lasciando un iPhone su una scrivania questo mostri informazioni, foto o widget  che contengono informazioni che non vogliamo siano sotto gli occhi di tutti.

Apple per dare vita a questa funzione, come ha spiegato il capo del marketing Apple, Greg Joswiak durante l’evento Far Out che è servito ad introdurre i nuovi prodotti dell’autunno, ha lavorato sia sull’hardware che sul software. Quando il display è spento tonalità dei colori delle foto e altri elementi dell’interfaccia restano naturali e ben visibili, preservando la loro qualità. Qui sotto vedete le differenze tra le due modalità di presentazione del display.

La ragione per cui iOS 16 è in grado di far funzionare un iPhone con schermo sempre acceso ma questa opzione resta confinata ad iPhone 14 Pro è nello schermo del modello di prossima generazione. Anche qui in analogia ad Apple Watch, il display ha un refresh variabile, fino ad 1 Hz, per ridurre i consumi. Questa componente non è presente in nessun iPhone fino ad oggi rilasciato e non è disponibile neppure in iPhone 14.

Dynamic Island e il nuovo notch di iPhone 14 Pro

iPhone 14 Pro (di cui parliamo ampiamente qui) come noto per la prima volta introduce un nuovo notch costituito da un foto per la fotocamera e dall’elemento dietro al quale si cela la videocamera True Depth per Face ID. L’innovazione non si ferma però qui. Apple per evitare che il display si presentasse in maniera sgraziata e per sfruttare il nuovo formato del display ha dato vita a Dynamic Island, un particolare sistema grazie al quale il Notch diventa parte del sistema di notifiche di iPhone.

In molti, compreso chi scrive su questo sito,  pensa che Dynamic Island sia il miglior colpo di genio di Apple nel campo dell’interfaccia degli ultimi anni: si trasforma un elemento hardware sgraziato in qualche cosa di piacevole e di utile. Le due parti più grandi e più piccole dello schermo, vengono unite dal sistema operativo dando luogo ad una serie di forme, icone, grafiche che si muovono, quasi danzando,aggiungendo informazioni all’interfaccia.

In esso possono apparire le indicazioni di un percorso delle mappe e le informazioni di un brano in riproduzione, Dynamic Island si attiva per una chiamata e si espande per segnalare il riconoscimento via FaceID. Una buona idea del suo funzionamento lo vedete in questo filmato realizzato proprio da Apple.

 

La presenza del Dynamic Island comporta anche altre modifiche alla parte alta dell’interfaccia e quindi anche del funzionamento di iOS 16 che si adatta così alla nuova visualizzazione schermo.

Per ora abbiamo notato solo il fatto che gli indicatori di accensione di microfono e videocamera sono ora al centro di Dynamic Island, rendendo simile iPhone 14 Pro ad un Mac che ha un LED al centro ella parte alta dello schermo quando funziona la fotocamera.

Le voci secondo le quali nella parte alta ci sarebbero stati anche i controlli della fotocamera, per ora non si sono materializzati in nessuna immagine che abbiamo visto in Internet. Ma non c’è dubbio che in futuro quando anche gli sviluppatori avranno iniziato ad usare le API messe a loro disposizione da Apple, Dynamic Island cambierà notevolmente l’uso di iOS.

Percentuale batteria

In iOs 16, dalla beta 5, è tornata ad essere disponibile l’icona con la percentuale della batteria anche sui dispositivi con Face ID. Questa funzione era universale fino al rilascio degli iPhone con la tacca. Era sparita a causa delle ridotte dimensioni dello spazio che si trova a destra del notch. Ora fa la sua riapparizione con qualche modifica di design.

La batteria è rappresentata con una icona di colore verde solido (quando la batteria è sufficiente) oppure rossa e trasparente (quando scende al 20%).

Non tutti gli iPhone avranno questa funzione. Quelli supportati sono da iPhone X in su esclusi (forse per le ridotte dimensioni del display) iPhone 13 mini, iPhone 12 mini, iPhone 11 e iPhone XR. Apple potrebbe anche modificare il design dell’icona che ha raccolto alcune critiche.

Il malcontento si concentra in particolare sulla scarsa intuitività dell’icona. La scritta della percentuale infatti è piccola. In più fino a quando non si scende al 20% il colore e la rappresentazione della batteria restano le stesse: verde pieno, come detto. In pratica a colpo d’occhio diventa difficile capire quando si sta scendendo a livello di guardia. Con l’icona di iOs 15 invece, man mano che la quantità di energia calava, la rappresentazione della batteria diventava semi-trasparente.

Alcuni utenti hanno proposto variazioni che a prima vista potrebbero essere più intuitive. Le vedete rappresentate qui sotto in due Tweet

Notifiche

Con iOS 16 ci sono novità e migliorie per le notifiche, oltre che per la modalità Full Immersion. Quelle più rilevanti sono legate alla modalità di presentazione nella schermata di blocco di cui parliamo sopra oltre che, solo per iPhone 14 Pro, per l’arrivo di Dynamic Island. Ma le notifiche hanno in generale altre novità alcune delle quali davvero interessanti

  • Nuovo design con testo in neretto e immagini per una maggior evidenza
  • Le notifiche salgono dal basso quando sono sullo schermo di blocco
  • Possibile vedere le notifiche sullo schermo di blocco come espanse, sovrapposte o con un conteggio. Con un pizzico si può cambiare il layout
  • Possibile scegliere da Full Immersion quali notifiche ricevere
ios 16 non approvare
La modalità a “pila” con cui vengono mostrate le notifiche in iOS 16

Full Immersion

Molto indizi puntavano già prima della presentazione ufficiale a notevoli novità per la funzion Focus Mode, che in Italiano è resa con Full Immersion. Le novità sono state confermate perché effettivamente con iOS 16 e macOS 13 ci sono modalità e opzioni di personalizzazione (non compatibili con la modalità Full Immersion delle versioni attuali in iOS 15 e macOS 12 Monterey) più ampie. Ecco le principali innovazioni

  • Full Immersion permette all’utente di selezionare quali contatti, app e notifiche possono disturbarci o meno in determinati orari della giornata
  • Impostare le full immersion significa collegarlo anche alle schermate di blocco: l’aspetto di iPhone rispecchierà il modo in cui si vuole usarlo in quel momento
  • iOs suggerisce un set di schermi di blocco o di schermate home per Full Immersion
  • Full Immersion si attiva da solo secondo un calendario e orari prestabiliti

Le novità di Foto e video

Sono diverse le novità anche dell’applicazione Foto e video. Si tratta di un programma chiave intorno al quale ogni anno vengono investite molte risorse per la frequenza di utilizzo da parte di tutti

Libreria foto condivisa di iCloud (che ritarda)

La principale  novità sarà la nuova libreria foto condivisa di iCloud. Questa funzione, che inizialmente doveva arrivare subito ma che ora (forse per qualche difficoltà avuta nel corso della sua implementazione) debutterà più avanti nel corso dell’anno, dice Apple  «è un nuovo modo per condividere con semplicità i propri ricordi con una libreria di iCloud distinta, a cui possono collaborare, contribuire e accedere fino a sei persone», perfetta per viaggi in famiglia o in gruppo.

Con Libreria Foto Condivisa è possibile scegliere se dare accesso a tutte le foto della propria libreria, quelle di una data particolare o in cui appaiono persone specifiche. È anche possibile impostare l’invio automatico degli scatti alla libreria condivisa e consentire ad iPhone di scegliere le foto che ritraggono gli altri membri del gruppo da mandare alla libreria. Tutti i partecipanti alla libreria condivisa possono aggiungere, eliminare, modificare o contrassegnare come preferiti i video e gli scatti condivisi, che appariranno nelle sezioni “Ricordi” e “Foto in primo piano” di ciascuno.

ios 16 non approvare

La libreria foto condivisa è una delle importanti di novità della libreria immagini di iOs 16

Altre novità foto e video

  • iOs 16 blocca automaticamente con Face ID, Touch ID o la password, gli album nascosti o cencellati
  • Foto identifica le immagine duplicate e permette di cancellarle
  • La modalità ritratto quando usata su iPhone 13 consente di sfocare gli oggetti in primo piano per un effetto profondità più realistico
  • Quando con iPhone 13 si registra video in modalità cinematica, la sfocatura è più accurata sugli angoli e intorno ai bordi del capo e degli occhiali
  • Possibile il copia e incolla delle regolazioni applicate ad una foto ad altre foto o gruppi di foto della libreria
  • Più livelli di Applica ed elimina modifiche alle foto
  • Elenco dei volti riconosciuti in ordine alfabetico
  • Riavvio del filmato dei ricordi con un tap, senza interruzione della musica
  • Possibilità di disabilitare ricordi e foto in primo piano sia in Foto che nel widget foto
  • Come nel traduttore Google, possibilità di tradurre al volo il testo di una foto, oppure di fotogramma di un video
  • Possibilità di scontornare e isolare un soggetto rimuovendo lo sfondo (funziona in Foto, Screenshot, Quick Look, Safari)
iOS 16 dietro l’angolo, ecco come farà nuovi i vostri iPhone
Trova duplicati serve a trovare foto doppie a liberare spazio sul dispositivo

Messaggi

In iOs 16 ci sono importanti novità anche nell’app Messaggi. Apple ha provato a migliorare alcune funzioni di base rendendo Messaggi più competitivo con alcune app concorrenti, come Whatsapp e Telegram. In particolare in iOs 16 sarà possibile richiamare, modificare e cancellare un messaggio (video sotto) fino a quindici minuti dal suo invio. Oltre a questo sarà possibile

  • Recuperare i messaggi eliminati da poco
  • Contrassegnare le conversazioni come non lette, in modo da poterle rileggere successivamente
  • Avere compatibilità con SharePlay per contenuti in sincrono, come film o canzoni, e condividere i controlli di riproduzione mentre si chatta
  • Mandare un invito a collaborare su un progetto in messaggi; quando accettato si sarà aggiunti ad un progetto (compatibile con Files, Keynote, Numbers, Pages, Notes, Promemoria, Safari e app di terze parti)

Mail

In Mail ci sono novità di grande rilievo. L’applicazione è stata modificata per essere più intelligente, indipendente e flessibile. Anche qui Apple prova a fare fronte ad alcune critiche che ritengono l’applicazione per la posta inferiore ad alcune soluzioni di piattaforme concorrenti e anche con alcune app per iOS. Queste sono le novità più utili alla generalità degli utenti

  • Modalità di ricerca “smart” con autocorrezione degli errori e sinonimi per i termini ricercati
  • Possibilità di revocare l’invio di un messaggio entro dieci secondi dalla spedizione
  • Notifica se viene mandato un messaggio con una parte importante mancante ad esempio un allegato (solo in Australia, Canada, India, Singapore, UK, and U.S.).
  • È possibile fissare un promemoria di data e ora che riporterà in primo piano un messaggio a cui si vuole rispondere
  • L’invio dei messaggi è programmabile
  • Possibile includere link con anteprima per dare a colpo d’occhio più informazioni
ios 16 non approvare
Mail di iOs 16 ha una nuova funzione di ricerca

Passakey, le password di nuova generazione

iOs 16 introduce un nuovo metodo di login con crittografia end‑to‑end a prova di phishing e fughe di dati, si tratta di Passkey un sistema di autenticazione che Apple definisce «più forte di tutti i normali sistemi di autenticazione a due fattori che funziona anche sui dispositivi non Apple».

La tecnologia, in effetti, è basata su uno standard adottabile anche da altri; utilizza le API Web Authentication I (WebAuthn) e nasce in accordo con gli sviluppatori, l’alleanza FIDO e alcuni partner come Microsoft e Google che pensano ad un sistema di credenziali di nuova generazione che alla fine potrebbe cancellare la password come la concepiamo oggi.

Di fatto il sistema si fonda sull’autenticazione biometrica. Quando un sito supporta Passkey la password viene sostituita da FaceID o da TouchID. Quando si usa un dispositivo che non è il nostro, è possibile usare un codice a barre che attiva l’autenticazione del nostro; linkando i due elementi si può comunque accedere al sistema.

La maggior sicurezza è garantita essenzialmente dal fatto che la password non lascia mai il telefono o il computer. Quindi non può essere rubata con un attacco ad un server remoto né è possibile essere indotti fraudolentemente a cederla con il phishing visto che non sarà necessario inserirla per avere un servizio.

iOS 16 sarà anche in grado di eliminare la necessità di fare la verifica Captcha. Il meccanismo che nasce dal bisogno dei siti di impedire la compilazione di moduli di registrazione dei siti, commentare senza freni su forum a dei boot, che potrebbe anche essere usato per creare spam o violare la sicurezza con operazioni di hacking che sfruttano meccanismi di “brute force”, sarà sostituito da quelli quelli che in gergo si chiamano token di attenzione, un nuovo standard open source per una modalità invisibile e incentrata sulla privacy che consente agli utenti di dimostrare di essere reali senza CAPTCHA o raccolta di informazioni personali.

macOS Ventura, il passkey biometrico eliminerà finalmente le password
Le passkey sono progettate per funzionare nelle app tanto facilmente quanto sul web.

Apple Pay e Wallet

Apple dopo avere annunciato la funzionalità Tap to pay per pagare su iPhone, funzione che trasforma iPhone in un dispositivo in grado di ricevere pagamenti contactless, lancia diverse novità Apple Pay e Wallet

  • Ricevute e tracciamento degli ordini Apple Pay si vedono direttamente in Wallet
  • Tracciamento degli ordini direttamente da Apple Pay
  • Condivisione delle chiavi digitali del wallet usando Messaggi, Mail e WhatsApp

Non disponibili in Italia ci sono anche

  • Apple Pay Later, un pagamento in sei rate senza interessi di tutto quello che si compra con Apple Pay (simile al pagamento a rate di Amazon)
  • Documento di identità direttamente nel Wallet

Durante la WWDC Apple ha poi ulteriormente illustrato tap to pay che verrà lanciato negli USA a breve. Se iOS 16 dovesse espandere Apple Cash con un’integrazione a livello di sistema di Tap to Pay, ciò consentirebbe agli utenti iPhone di tutto il mondo di accettare pagamenti contactless per transazioni da utente ad utente. Questo darebbe modo di ricevere denaro da chiunque, anche da Android, avviando semplicemente l’app Wallet su iPhone. Ciò avverrebbe indipendentemente dal fatto che l’utente Android voglia pagare tramite Samsung Pay, Android Pay o persino tramite una carta di credito o debito contactless.

iPhone 14 con foro nel display potrebbe essere così

App Casa

Apple ha riscritto interamente l’app Casa, anche dal punto di vista del codice (il che la rende più stabile e veloce specie quando sono gestiti diversi dispositivi) dando un nuovo look alla pagina principale.

Casa permette di accedere a nuove categorie come climatizzazione, illuminazione e sicurezza. Viene anche introdotta una funzione multicamera e una serie di categorie (luci, clima, sicurezza, speaker e TV, acqua) che permettono di gestire più facilmente i dispositivi corrispondenti.

In arrivo c’è anche l‘adesione allo standard Matter che «consente – dice Apple – a vari tipi di dispositivi smart di funzionare insieme su piattaforme diverse gestendo con Casa tramite Siri»

Controllo sicurezza

In iOS 16 Apple ha ha introdotto Safety check, in Italiano Controllo Sicurezza, un nuovo strumento per la privacy che può essere utile in particolare alle vittime di abusi tra le mura domestiche, perché permette di gestire tutti gli accessi concessi ad altre persone.

Si tratta di una sorta di interruttore che permette all’utente di uscire da iCloud su tutti i dispositivi tranne quello in uso, resettare le autorizzazioni per la privacy e limitare la messaggistica al solo dispositivo che si sta utilizzando.

Una seconda funzione di Controllo Sicurezza (che si trova nel pannello Privacy e Sicurezza –> Controllo di Sicurezza di iOS 16) consente anche di inizializzare in emergenza il telefono al fine di proteggere rapidamente le informazioni dalle persone e dalle app, modificare la password dell’ID Apple e rivedere i contatti di emergenza.

Inoltre, Controllo Sicurezza cerca di aiutare gli utenti a comprendere meglio a quali persone hanno concesso l’accesso e attraverso quali app. Per progettare Controllo Sicurezza, Apple ha collaborato con enti come la National Network to End Domestic Violence, il National Center for Victims of Crime e WESNET.

iOS 16 dietro l’angolo, ecco come farà nuovi i vostri iPhone

Accessibilità

Apple ha applicato innumerevoli innovazioni e ampliate le funzioni di accessibilità. Ecco alcune di esse

  • È possibile gestire Apple Watch mediante interruttori, Controllo vocale e le altre funzioni assistive direttamente da iPhone
  • Con la lente di ingrandimento vengono identificate le porte, le persone e presenza la descrizione delle immagini (richiede lo scanner LiDAR quindi iPhone 12 Pro, iPhone 13 Pro, iPad Pro 12.9 quarta e quinta generazione e iPad Pro 11″ di seconda o terza generazione)
  • Chiusura della chiamata telefonica con il controllo vocale e Siri
  • Sottotitoli automatici anche in FaceTime (in beta)
  • FaceTime può essere usato da Mac sfruttando la videocamera di iPhone
  • VoiceOver presenta suoni automatici e feedback aptico che identificano i punti di partenza per i percorsi pedonali
  • Gli audiogrammi si possono importare in Salute
  • Nuovi controlli di accessibilità come dimensioni, font e grassetto su Libri

Novità nelle App

Apple presentato una nuova applicazione, Freeform e messo novità anche nelle applicazioni. È impossibile elencarle tutte. Qui di seguito diamo una sintesi delle principali.

  • Face ID funziona anche un modalità in orizzontale
  • Nell’app salute Salute iOs 16 c’è una sezione Farmaci, per creare e gestire in modo pratico un elenco dei propri medicinali, impostare programmi e promemoria e tenere traccia di farmaci e integratori assunti. Nella versione italiana del sistema operativo ci sono calendari e promemoria; nella versione americana ci sono numerose altre funzioni come informazioni sull’interazione dei farmaci, uso della fotocamera sull’etichetta del prodotto medicinale per aggiungerlo alla propria lista, informazioni didattiche e approfondimenti sui farmaci, tabelle e grafici sull’assunzione dei prodotti.
  • Applicazione Fitness traccia gli allenamenti anche senza Apple Watch. Passi e distanze rilevati dai sensori dell’iPhone e i dati degli allenamenti registrati da altre app forniscono una stima delle calorie bruciate e aiutano a raggiungere il tuo obiettivo Movimento quotidiano.
  • In Famiglia è più facile creare gli account per i bambini impostando i corretti giusti controlli parentali: contenuti adatti all’età, tempo massimo di utilizzo, rilevamento della posizione. Ti chiedono più tempo? Quando un bambino chiede più tempo su un’app, la richiesta appare su Messaggi
  • La prossima generazione di CarPlay avrà la possibilità di apparire sul display digitale dell’automobile integrandosi con le informazioni che derivano dal sistema dell’automobile. I costruttori (da fine 2023) saranno in grado di adattare le informazioni di CarPlay agli schermi di ogni forma e dimensioni dando all’automobilista possibilità di personalizzazione sconosciute ad oggi
ios 16 non approvare
Il nuovo CarPlay si adatta a schermi con dimensioni personalizzate e presenta le informazioni che arrivano anche dalla stessa auto
  • Meteo viene arricchita: si hanno dettagli su qualità dell’aria, previsioni locali, le previsioni orarie per i prossimi 10 giorni e informazioni minuto per minuto sull’intensità delle precipitazioni nell’ora successiva, avvisi ufficiali su fenomeni meteorologici gravi
  • Spotlight è disponibile direttamente sulla schermata Home e fornisce più informazioni. Da Spotlight sarà possibile avviare un timer o lanciare un comando rapido

  • Promemoria consente di creare e condividere gli elenchi come modelli e raggruppano le voci per data e ora. Un archivio raggruppa i promemoria passati,

  • FaceTime permette di cambiare dispositivo mentre è attiva la comunicazione.

  • Sempre in FaceTime Una funzione ancora in beta consente di vedere i sottotitoli di un discorso del nostro interlocutore

  • Note è più flessibile: permette di inviare una nota dal menu Condividi, bloccarla con la password del dispositivo, organizzare le note per data di creazione, allegati, checklist e altro

  • In Traduci è possibile trovare il significato di testi e scritte usando la camera; in un video o una foto è possibile mettere in sovrimpressione la traduzione del testo e fare uno zoom per ingrandirlo o tradurre i testi nelle immagini della libreria di Foto.
  • Gli adesivi Memoji hanno nuove opzioni per la forma del naso, i copricapi e 17 nuove acconciature, che ora rappresentano in modo più naturale consistenza e ricci. Ci sono anche nuove pose e nuovi colori per le labbra. Gli adesivi Memoji possono essere usati come immagini di contatto
  • La tastiera risponde con un feedback tattile quando si inseriscono i testi

Tra le altre novità che si devono segnalare a proposito delle app, aumenta a 29 (quattro più che in iOs 15) il numero di applicazioni di serie che si possono rimuovere. Vengono aggiunte: Salute, Fotocamera, Orologio e Dov’è

Piccole novità e dettagli

Ci sono anche una lunga serie di piccole novità e dettagli che sono emersi e continueranno ad emergere da qui al momento del lancio del sistema operativo. Vediamone qui di seguito alcune

Compatibilità

Quello di cui ancora non abbiamo detto e che rappresenta, usando un modo di dire, l’elefante nella stanza, è la compatibilità dei dispositivi: la compatibilità di iOs 16. Quest’anno ci sono conferme e qualche sorpresa non troppo piacevole

iPhone compatibili con iOS 16

iOS 16, come largamente previsto, non sarà compatibile con 6s, iPhone 6s Plus e anche iPhone SE di prima generazioneViene però eliminato dalla lista degli iPhone compatibili anche iPhone 7, una notizia che ha suscitato proteste e malumori.

La ragione per cui Apple fa cadere il supporto a iPhone 7 è nella memoria, 2 Gb sono pochi per il nuovo sistema operativo. In realtà iPhone 7 Plus avrebbe 3 GB di RAM, ma probabilmente per ragioni di chiarezza è stato deciso di lasciar cadere il supporto anche a iPhone 7 Plus. Ma va anche segnalato che alcune funzioni escludono iPhone 8 e iPhone X che vennero rilasciati l’anni successivo ad iPhone 7 e funzionano solo con iPhone XR.

Ecco tutti i dispositivi che saranno compatibili con iOS 16:

  • iPhone 14 Pro
  • iPhone 14 Pro Max
  • iPhone 14
  • iPhone 14 Pro
  • iPhone SE 3
  • iPhone 13 Pro Max
  • iPhone 13 Pro
  • iPhone 13
  • iPhone 13 mini
  • iPhone 12 Pro Max
  • iPhone 12 Pro
  • iPhone 12
  • iPhone 12 mini
  • iPhone 11 Pro Max
  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11
  • iPhone SE (2020)
  • iPhone XS Max
  • iPhone XS
  • iPhone XR
  • iPhone X
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 8

iOs 16 rilasciato il 12 settembre

Apple rilascia il nuovo iOs quando escono i nuovi iPhone il che accade da anni sempre in autunno e quest’anno il 16 settembre. Di conseguenza la data di presentazione di iOS 16 preannunciata durante l’evento Far Out è stata fissata il 12 settembre e rispettata meticolosamente.

Per sapere tutto su come scaricare iOS 16 vi consigliamo leggere questo nostro articolo.  In sintesi il modo più semplice per scaricare e installare iOS 16 è direttamente dal dispositivo andando in Impostazioni sul proprio iPhone o iPad. Questo è un sistema assolutamente consigliato per chi dispone di una buona connessione Wi-Fi. Se si sceglie questo aggiornamento – in gergo denominato OTA (over the air) – sarà sufficiente scegliere su Impostazioni > Generali > Aggiornamento Software.

A questo punto il dispositivo controllerà gli aggiornamenti disponibili e mostrerà la possibilità di aggiornamento a iOS 16. Se l’update non appare subito, non preoccupatevi e riprovate dopo alcuni minuti. Soprattutto nelle prime ore, i server potrebbero essere molto occupati e proporre “in differita” l’update ad alcuni utenti.

È anche possibile scaricare iOS 16 mediante il Mac. Collegate iPhone alla porta USB e cercatelo nella barra laterale. Se non avete mai collegato iPhone al Mac oppure non lo collegate da tempo, potrebbe essere necessario scaricare un aggiornamento. Poi cliccate su Generali –> Cerca Aggiornamenti

Gli aggiornamenti

iOS 16 è stato aggiornato numerose volte nel corso dei mesi successivi al rilascio. Il più importante dal punto di vista del numero delle novità è stato iOs 16.2 reso disponibile a metà dicembre 2022. iOs 16.4 ha introdotto in Italia il servizio di messaggi di emergenza via satellite con iPhone 14. L’ultima versione disponibile è iOs 16.5.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Risparmio da 300€ per MacBook Air M2, solo 975 euro

Amazon sconta sullo sconto Apple per il MacBook Air M2 da 256 GB: lo pagate solo 975 euro. 300 meno del prezzo di ufficiale con uno sconto del 19%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità